Discussione:
Bach primo fascicolo+cd Corriere della Sera (rece)
(troppo vecchio per rispondere)
capitanoachab
2007-02-02 10:33:08 UTC
Permalink
Prima di tutto, contrariamente a quanto strombazzato su tutti i media,
l'allegato di musica classica non costa 1 euro in più ma 1.30 perchè
c'è l'obbligo d'acquisto dell'orribile magazine settimanale. Questa è
una furbata da ladri di polli, avrei dovuto scrivere a Mieli ma mi
pare più produttivo non prendere più niente, e così sia, tanto più che
il Corriere non è il mio quotidiano.
Veniamo alla monografia: patinata, ordinata, ma con le illustrazioni
(interessanti se prese individualmente) che poco o nulla hanno da
vedere col testo; questo è un brutto vizio che mi irrita molto. Buono
l'inquadramento storico, discreta la biografia (molte lacune, alcune
disinformazioni).
Faccio un esempio: nei pochi mesi trascorsi a Mulhausen, che il
fascicolo liquida in due righe, succede una cosa importante: un
ragazzetto (bach) riesce a convincere i maggiorenti ad ampliare a suo
capriccio l'organo della chiesa, e quando l'opera è a buon punto
saluta tutti e se ne va.
Ma non è stata una rottura, tanto è vero che tutti gli anni verrà
richiamato nella città per suonare durante i festeggiamenti della
città-stato e sarà ascoltato per tutte le iniziative culturali.
Non è uno svarione dappoco.
L'estensione dell'Arte della Fuga viene datata all'ultimo anno di
vita, quando si sa che è stata curata moltissimo ed in diversi
periodi; le variazioni goldberg nemmeno vengono prese in
considerazione, insomma "la nuova figura di Bach" così come emerge
dagli ultimi studi e ritrovamenti sembra non esistere per l'estensore.
Le note dolentissime vengono nella discografìa consigliata, dove per
l'organo si consiglia Schweitzer; con tutto il mio amore per lui, non
è certo l'interprete adatto a far piacere Bach; nemmeno lui, se fosse
ancora vivo, suonerebbe più così. E in tutte le altre opere
consigliano Leonhard che è ormai solo un venerato stronzo,
strasuperato. In un belato di coraggio per fortuna consigliano anche
Gould.
Che dire? Se teniamo conto anche di alcune osservazioni che non sono
condivisibili (bach andrebbe eseguito a tutta velocità, non con le
mollezze attuali......ma dove vive l'estensore?)
non vale certo la pena di spendere 1.30 euro, di cui 0.30 in modo
truffaldino, per avere un prodotto lacunoso, vecchio e desolatamente
convenzionale.
Alcuni prodotti simili del passato (repubblica, ricordo bene?) erano
molto più adeguati.

Sul cd allegato non dirò parola perchè non l'ho ancora sentito.
Plafonato
2007-02-02 10:49:41 UTC
Permalink
Post by capitanoachab
Prima di tutto, contrariamente a quanto strombazzato su tutti i media,
l'allegato di musica classica non costa 1 euro in più ma 1.30 perchè
c'è l'obbligo d'acquisto dell'orribile magazine settimanale. Questa è
una furbata da ladri di polli, avrei dovuto scrivere a Mieli ma mi
pare più produttivo non prendere più niente, e così sia, tanto più che
il Corriere non è il mio quotidiano.


Anche io ho pagato 30 cent in più per il magazine ma secondo me si è
trattato di una svista dell'edicolante e mia, che non ci siamo accorti che
il magazine era già accluso al libro e cd e quindi non avrebbe avuto senso
che me ne facesse comprare un altro.
Tra l'altro se qualcuno fosse intenzionato ad acquistare tutta la collana,
può ordinarla e farsela arrivare a casa con uno sconto del 20% rispetto al
costo in edicola.

Quanto alla bontà dell'opera editoriale non posso pronunciarmi essendo un
neofita, anzi speravo appunto che qualcuno di voi, più ferrato di me,
giudicasse la bontà dei libri, che sono quelli che più mi interesserebbero.
Sicuramente per ogni singolo musicista esistono monografie ben più complete
ed accurate ma per un neofita come me, ve la sentireste di consigliarmi
questa collana considerando il costo finale di circa 8 euro a libro, oppure
in libreria posso trovare di meglio per un prezzo simile?
Esitono già questi volumi in commercio o sono inediti?
capitanoachab
2007-02-02 12:39:01 UTC
Permalink
Post by capitanoachab
Post by capitanoachab
Prima di tutto, contrariamente a quanto strombazzato su tutti i media,
l'allegato di musica classica non costa 1 euro in più ma 1.30 perchè
c'è l'obbligo d'acquisto dell'orribile magazine settimanale. Questa è
una furbata da ladri di polli, avrei dovuto scrivere a Mieli ma mi
pare più produttivo non prendere più niente, e così sia, tanto più che
il Corriere non è il mio quotidiano.
Anche io ho pagato 30 cent in più per il magazine ma secondo me si è
trattato di una svista dell'edicolante e mia, che non ci siamo accorti che
il magazine era già accluso al libro e cd e quindi non avrebbe avuto senso
che me ne facesse comprare un altro.
Tra l'altro se qualcuno fosse intenzionato ad acquistare tutta la collana,
può ordinarla e farsela arrivare a casa con uno sconto del 20% rispetto al
costo in edicola.
Quanto alla bontà dell'opera editoriale non posso pronunciarmi essendo un
neofita, anzi speravo appunto che qualcuno di voi, più ferrato di me,
giudicasse la bontà dei libri, che sono quelli che più mi interesserebbero.
Sicuramente per ogni singolo musicista esistono monografie ben più complete
ed accurate ma per un neofita come me, ve la sentireste di consigliarmi
questa collana considerando il costo finale di circa 8 euro a libro, oppure
in libreria posso trovare di meglio per un prezzo simile?
Esitono già questi volumi in commercio o sono inediti?
no, non è stata una svista dell'edicolante, perchè in quel giorno il
quotidiano era venduto in abbinamento obbligatorio al magazine cioè ad
euro 1.30
no, non consiglio di usare questo sistema per avvicinarsi ai grandi
classici; oggi ho sentito anche il disco allegato. Se dovessimo
giudicare Bach da quel che è stato scelto (concerti Brandeburghesi 3,
4 e 5 -perchè non 1 e 2?- e la suite) sarebbe un autore minore
dell'epoca barocca.
Dichiamo che se vuoi avvicinarti a Bach acquista pure la monografia di
Christoph Wolff
Johann Sebastian Bach. La scienza della musica
è molto leggibile ed è lo stato dell'arte sugli studi bachiani; per le
opere per organo cerca il bach di Lorenzo Ghielmi, che interpreta Bach
con una lievità e trasparenza molto italiane, da sentire. Molto buono
(ma a mio giudizio algido) Alessio Corti.
Davide Mutti
2007-02-02 12:53:14 UTC
Permalink
Post by capitanoachab
no, non consiglio di usare questo sistema per avvicinarsi ai grandi
classici; oggi ho sentito anche il disco allegato. Se dovessimo
giudicare Bach da quel che è stato scelto (concerti Brandeburghesi 3,
4 e 5 -perchè non 1 e 2?- e la suite) sarebbe un autore minore
dell'epoca barocca.
Pienamente d'accordo. Aggiungo che, anche a livello divulgativo, non si può
liquidare Bach in un solo cd, peraltro di opere orchestrali.
Post by capitanoachab
per le opere per organo cerca il bach di Lorenzo Ghielmi, che interpreta
Bach
Post by capitanoachab
con una lievità e trasparenza molto italiane, da sentire. Molto buono
(ma a mio giudizio algido) Alessio Corti.
Di Lorenzo Ghielmi si possono scaricare alcune registrazioni di opere
bachiane e di altri compositori dal sito di Mascioni www.mascioniorgans.com
Comunque io un pensierino lo farei anche per Germani e Karl Richter...
Plafonato
2007-02-02 13:52:50 UTC
Permalink
Scusate ma non ho specificato che di Bach ho già una ventina di cd come ne
ho molti anche di tutti gli altri autori rappresentati nella collana. Quindi
i cd del corriere per me conterrebbero sicuramente doppioni di musiche che
già possiedo, però siccome non conosco le biografie di molti di questi
musicisti a parte Bach, Beethoven, Mozart e Vivaldi di cui ho quei piccoli
volumetti della Electa/Gallimard che come impostazione ricordano questi
libri del corriere, mi domandavo se per una conoscenza non troppo
approfondita fossero comunque un buon acquisto, visto anche il costo. Il
Wolff costa 38euro ma trattandosi di Bach può essere un ottimo acquisto, ma
per gli altri autori, diciamo "minori" di questa collana, forse i libri del
corriere potrebbero essere sufficienti per chi, come me, non ha compiuto
studi musicali". Che ne pensate?
sunbather
2007-02-02 14:50:46 UTC
Permalink
Post by Plafonato
Che ne pensate?
Credo di essere nelle tue condizioni a livello di background e -
se ti può interessare - dopo un certo lambiccamento la decisione
che ho preso è di comprare solo le uscite dell'autore di cui non
ho già una biografia o di cui non vedo in circolazione biografie
ufficiali e piuttosto recenti (quindi escluderei Mozart,
Beethoven, etc, i classici insomma), ma Haydn, Monteverdi,
Mendelssohn e altri meno à-la-page penso di prenderli. Il cd
allegato corrispondente sicuramente conterrà qualche doppione,
ma... pazienza.

























:-P
--
Postato da Virgilio Newsgroup: scopri i nuovi gruppi
Eros, foto e video a http://newsgroup.eros.virgilio.it
Plafonato
2007-02-02 17:10:54 UTC
Permalink
Post by sunbather
dopo un certo lambiccamento la decisione
che ho preso è di comprare solo le uscite dell'autore di cui non
ho già una biografia o di cui non vedo in circolazione biografie
ufficiali e piuttosto recenti (quindi escluderei Mozart,
Beethoven, etc, i classici insomma), ma Haydn, Monteverdi,
Mendelssohn e altri meno à-la-page penso di prenderli.
Credo che farò anche io così, anche se al momento penserei di prenderne
10-12...a questo punto quasi mi conviene la collana completa da ricevere per
posta.
Kermit
2007-02-02 15:55:03 UTC
Permalink
Post by Plafonato
Wolff costa 38euro ma trattandosi di Bach può essere un ottimo acquisto
Se leggi l'inglese prendi questo
http://www.amazon.com/Johann-Sebastian-Bach-Learned-Musician/dp/0393322564
a 14$. La traduzione costa uno sproposito.

Se guardi a mezza pagina puoi comprarlo per 29$ insieme a The Bach Reader,
un libro interessante e divertente.

K>
Plafonato
2007-02-02 17:06:54 UTC
Permalink
Post by Kermit
Se leggi l'inglese prendi questo
http://www.amazon.com/Johann-Sebastian-Bach-Learned-Musician/dp/0393322564
a 14$. La traduzione costa uno sproposito.
Alla faccia...che differenza di prezzo! Neanche valesse più l'opera del
traduttore che quella dello scrittore.

L'inglese lo mastico, ma sciropparmi 600 pagine in inglese credo che sarebbe
una lettura un po' scomoda per me.
Comunque ti ringrazio per le segnalazioni.
Alverman
2007-02-02 22:11:11 UTC
Permalink
Post by capitanoachab
Post by capitanoachab
Post by capitanoachab
Prima di tutto, contrariamente a quanto strombazzato su tutti i media,
l'allegato di musica classica non costa 1 euro in più ma 1.30 perchè
c'è l'obbligo d'acquisto dell'orribile magazine settimanale. Questa è
una furbata da ladri di polli, avrei dovuto scrivere a Mieli ma mi
pare più produttivo non prendere più niente, e così sia, tanto più che
il Corriere non è il mio quotidiano.
Anche io ho pagato 30 cent in più per il magazine ma secondo me si è
trattato di una svista dell'edicolante e mia, che non ci siamo accorti che
il magazine era già accluso al libro e cd e quindi non avrebbe avuto senso
che me ne facesse comprare un altro.
Tra l'altro se qualcuno fosse intenzionato ad acquistare tutta la collana,
può ordinarla e farsela arrivare a casa con uno sconto del 20% rispetto al
costo in edicola.
Quanto alla bontà dell'opera editoriale non posso pronunciarmi essendo un
neofita, anzi speravo appunto che qualcuno di voi, più ferrato di me,
giudicasse la bontà dei libri, che sono quelli che più mi interesserebbero.
Sicuramente per ogni singolo musicista esistono monografie ben più complete
ed accurate ma per un neofita come me, ve la sentireste di consigliarmi
questa collana considerando il costo finale di circa 8 euro a libro, oppure
in libreria posso trovare di meglio per un prezzo simile?
Esitono già questi volumi in commercio o sono inediti?
no, non è stata una svista dell'edicolante, perchè in quel giorno il
quotidiano era venduto in abbinamento obbligatorio al magazine cioè ad
euro 1.30
no, non consiglio di usare questo sistema per avvicinarsi ai grandi
classici; oggi ho sentito anche il disco allegato. Se dovessimo
giudicare Bach da quel che è stato scelto (concerti Brandeburghesi 3,
4 e 5 -perchè non 1 e 2?- e la suite) sarebbe un autore minore
dell'epoca barocca.
Dichiamo che se vuoi avvicinarti a Bach acquista pure la monografia di
Christoph Wolff
Johann Sebastian Bach. La scienza della musica
è molto leggibile ed è lo stato dell'arte sugli studi bachiani
Un libro veramente bello che sto divorando proprio in questi giorni, poi
passerò a "Il mondo delle cantate di Bach" dello stesso autore.
Saluti
Alverman
capitanoachab
2007-02-03 10:11:32 UTC
Permalink
Post by Alverman
Post by capitanoachab
Post by capitanoachab
Post by capitanoachab
Prima di tutto, contrariamente a quanto strombazzato su tutti i media,
l'allegato di musica classica non costa 1 euro in più ma 1.30 perchè
c'è l'obbligo d'acquisto dell'orribile magazine settimanale. Questa è
una furbata da ladri di polli, avrei dovuto scrivere a Mieli ma mi
pare più produttivo non prendere più niente, e così sia, tanto più che
il Corriere non è il mio quotidiano.
Anche io ho pagato 30 cent in più per il magazine ma secondo me si è
trattato di una svista dell'edicolante e mia, che non ci siamo accorti che
il magazine era già accluso al libro e cd e quindi non avrebbe avuto senso
che me ne facesse comprare un altro.
Tra l'altro se qualcuno fosse intenzionato ad acquistare tutta la collana,
può ordinarla e farsela arrivare a casa con uno sconto del 20% rispetto al
costo in edicola.
Quanto alla bontà dell'opera editoriale non posso pronunciarmi essendo un
neofita, anzi speravo appunto che qualcuno di voi, più ferrato di me,
giudicasse la bontà dei libri, che sono quelli che più mi interesserebbero.
Sicuramente per ogni singolo musicista esistono monografie ben più complete
ed accurate ma per un neofita come me, ve la sentireste di consigliarmi
questa collana considerando il costo finale di circa 8 euro a libro, oppure
in libreria posso trovare di meglio per un prezzo simile?
Esitono già questi volumi in commercio o sono inediti?
no, non è stata una svista dell'edicolante, perchè in quel giorno il
quotidiano era venduto in abbinamento obbligatorio al magazine cioè ad
euro 1.30
no, non consiglio di usare questo sistema per avvicinarsi ai grandi
classici; oggi ho sentito anche il disco allegato. Se dovessimo
giudicare Bach da quel che è stato scelto (concerti Brandeburghesi 3,
4 e 5 -perchè non 1 e 2?- e la suite) sarebbe un autore minore
dell'epoca barocca.
Dichiamo che se vuoi avvicinarti a Bach acquista pure la monografia di
Christoph Wolff
Johann Sebastian Bach. La scienza della musica
è molto leggibile ed è lo stato dell'arte sugli studi bachiani
Un libro veramente bello che sto divorando proprio in questi giorni, poi
passerò a "Il mondo delle cantate di Bach" dello stesso autore.
Saluti
Alverman- Nascondi testo tra virgolette -
- Mostra testo tra virgolette -
ecco magico Alverman (c'era un personaggio simile nella tv dei ragazzi
di mille anni fa) se stai leggendo Wolff non hai bisogno del
quadernetto del corriere.

Kermit
2007-02-02 15:49:30 UTC
Permalink
Grazie per la recensione, ma chi la scrive ha un nome o manco la firmano?
Post by capitanoachab
non vale certo la pena di spendere 1.30 euro, di cui 0.30 in modo
truffaldino, per avere un prodotto lacunoso, vecchio e desolatamente
convenzionale.
Infatti io li ho spesi :-) meglio un paio di caffè (mi agitano di meno)
Post by capitanoachab
Alcuni prodotti simili del passato (repubblica, ricordo bene?) erano
molto più adeguati.
Io ricordo una serie di libelli (forse di Repubblica) curati da Vlad fatti
per niente male. Dovrei cercarli e riguardarli.

K>
Alverman
2007-02-02 22:06:46 UTC
Permalink
Post by capitanoachab
Prima di tutto, contrariamente a quanto strombazzato su tutti i media,
l'allegato di musica classica non costa 1 euro in più ma 1.30 perchè
c'è l'obbligo d'acquisto dell'orribile magazine settimanale. Questa è
una furbata da ladri di polli, avrei dovuto scrivere a Mieli ma mi
pare più produttivo non prendere più niente, e così sia, tanto più che
il Corriere non è il mio quotidiano.
Veniamo alla monografia: patinata, ordinata, ma con le illustrazioni
(interessanti se prese individualmente) che poco o nulla hanno da
vedere col testo; questo è un brutto vizio che mi irrita molto. Buono
l'inquadramento storico, discreta la biografia (molte lacune, alcune
disinformazioni).
Faccio un esempio: nei pochi mesi trascorsi a Mulhausen, che il
fascicolo liquida in due righe, succede una cosa importante: un
ragazzetto (bach) riesce a convincere i maggiorenti ad ampliare a suo
capriccio l'organo della chiesa, e quando l'opera è a buon punto
saluta tutti e se ne va.
Ma non è stata una rottura, tanto è vero che tutti gli anni verrà
richiamato nella città per suonare durante i festeggiamenti della
città-stato e sarà ascoltato per tutte le iniziative culturali.
Non è uno svarione dappoco.
L'estensione dell'Arte della Fuga viene datata all'ultimo anno di
vita, quando si sa che è stata curata moltissimo ed in diversi
periodi; le variazioni goldberg nemmeno vengono prese in
considerazione, insomma "la nuova figura di Bach" così come emerge
dagli ultimi studi e ritrovamenti sembra non esistere per l'estensore.
Le note dolentissime vengono nella discografìa consigliata, dove per
l'organo si consiglia Schweitzer; con tutto il mio amore per lui, non
è certo l'interprete adatto a far piacere Bach; nemmeno lui, se fosse
ancora vivo, suonerebbe più così. E in tutte le altre opere
consigliano Leonhard che è ormai solo un venerato stronzo,
strasuperato. In un belato di coraggio per fortuna consigliano anche
Gould.
Che dire? Se teniamo conto anche di alcune osservazioni che non sono
condivisibili (bach andrebbe eseguito a tutta velocità, non con le
mollezze attuali......ma dove vive l'estensore?)
non vale certo la pena di spendere 1.30 euro, di cui 0.30 in modo
truffaldino, per avere un prodotto lacunoso, vecchio e desolatamente
convenzionale.
Alcuni prodotti simili del passato (repubblica, ricordo bene?) erano
molto più adeguati.
Sul cd allegato non dirò parola perchè non l'ho ancora sentito.
Nel caso ti voglia disfare di quanto acquistato mi prenoto ad accogliere
ciò che tanto ti ha deluso. Sfortunatamente mi sono perso il volume in
questione e da collezionista bachiano quale sono mi sto disperando...
Saluti
Alverman
Continua a leggere su narkive:
Loading...