Discussione:
OT - E' morta Oriana Fallaci -
(troppo vecchio per rispondere)
Benedetto Zaccaria
2006-09-15 06:46:12 UTC
Permalink
Oriana Fallaci e' morta.

L'Italia dei musulmani di complemento ( e comunisti effettivi ), la
feccia che opera per metticciare e islamizzare il nostro paese e
l'Occidente europeo, puo' farsi una bella risata, e tirare un respiro
di sollievo : si e' spenta la voce che piu' di altre li metteva
spalle al muro e li prendeva a calci nei denti.

La repubblica degli sgozzatori di ragazzine, di conigli bianchi in
campo bianco assurti al vertice delle istituzioni, quella voce non la
meritava.

Si godano gli sbarchi a Lampedusa, vadano a radere i CpT con
rifondaroli, no global e paciaioli, si beino dei farfugli di prodi,
delle loro coop e delle loro banche.

Si tingano i capelli di biondo.

Noi rendiamo onore a Oriana Fallaci, l'ultima vera e grande italiana.



Benedetto Zaccaria
Jacopo Fiesco
2006-09-15 06:50:49 UTC
Permalink
Mi dispiace che sia morta, e molto. Ha detto, visto e scritto grandi cose.
Ma ha anche delirato e straparlato. Come te.

Jacopo
leo36
2006-09-15 06:54:20 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Mi dispiace che sia morta, e molto. Ha detto, visto e scritto grandi cose.
Ma ha anche delirato e straparlato. Come te.
Jacopo
.. per poi magari trovarsi davanti ad un sanpietro in turbante e
kalasnikov
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
JJ
2006-09-15 08:53:23 UTC
Permalink
Condolianze.
Post by leo36
Post by Jacopo Fiesco
Mi dispiace che sia morta, e molto. Ha detto, visto e scritto grandi cose.
Ma ha anche delirato e straparlato. Come te.
Jacopo
.. per poi magari trovarsi davanti ad un sanpietro in turbante e
kalasnikov
Lasciamo stare. Personalmente, ero in pellegrinaggio e avevo pensato di
approfittare di una invitante mela, in men che non si dica scatta subito
l'allarme rosso. Arrivano subito due mustang, che mi intimano di lasciare
questi pensieri, poi i ready in five mi si affiancano facendo altrettanto,
comunicando nel frattempo con l'auax l'intervento dei mezzi corazzati, non
si sa mai che non desista. In pochi istanti mi trovo circondato
dall'esercito. Migliaia di fucili puntati e baionetta estratta. Eppure la
mela era là è dio che l'aveva messa per l'uomo.
Date retta, non gli sfugge niente, se un mussulmano è armato di
mitragliatore, è perchè così deve essere.
jj
Post by leo36
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
Benedetto Zaccaria
2006-09-15 07:04:57 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Mi dispiace che sia morta, e molto. Ha detto, visto e scritto grandi cose.
Ma ha anche delirato e straparlato. Come te.
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.

Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.








Benedetto Zaccaria
Uomo Biscottato
2006-09-15 07:10:50 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici
ah, capito.
Jacopo Fiesco
2006-09-15 07:16:06 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto? Il "burkino d'oro".... "in aiuto di
Allah".... "musulmani di complemento".... Ma che cazzo dici? CHE CAZZO DICI?
Prima di tutto io non credo in nessuna religione. Ripeto: NESSUNA. Ragiono
con la mia testa. Quindi non ci sto a farmi catalogare alla cazzo dal primo
isterico che passa per internet. E, soprattutto io non corro in aiuto né di
Allah, né di di Cristo poiché non credo né al primo né al secondo.
Secondo: non ci vuole un genio per capire che la società e la cultura arabe
abbiano un deficit rispetto a noi. Non hanno avuto illuminismo! E noi che
siamo (almeno è quello che penso) ben più avanti di loro in molti ambiti
della vita e del pensiero dovremmo essere i primi a mostrare di essere più
intelligenti. Sparare a zero contro un miliardo e passa di persone non è
molto lungimirante.
Terzo: vediamo bene di difenderlo con le unghie e con i denti il nostro
illuminismo. A cominciare da chi lo minaccia a casa nostra, a cominciare da
Madame Ratzinger.
Quarto: Sveglia !!!

Jacopo
Cocco Bill
2006-09-15 08:04:47 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto?
Saranno i funghi ?
Jacopo Fiesco
2006-09-15 08:12:32 UTC
Permalink
Post by Cocco Bill
Post by Jacopo Fiesco
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto?
Saranno i funghi ?
LOL!! Bella questa ;o)
piero
2006-09-15 08:27:56 UTC
Permalink
Post by Cocco Bill
Post by Jacopo Fiesco
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto?
Saranno i funghi ?
Beh, anche voi due non scherzate :-)

Questa frase è da ricovero coatto:

"Terzo: vediamo bene di difenderlo con le unghie e con i denti il nostro
illuminismo. A cominciare da chi lo minaccia a casa nostra, a cominciare da
Madame Ratzinger."
alecs
2006-09-15 10:22:57 UTC
Permalink
Post by piero
Post by Cocco Bill
Post by Jacopo Fiesco
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto?
Saranno i funghi ?
Beh, anche voi due non scherzate :-)
"Terzo: vediamo bene di difenderlo con le unghie e con i denti il nostro
illuminismo. A cominciare da chi lo minaccia a casa nostra, a cominciare da
Madame Ratzinger."
mi ricovero anch'io, allora.


alecs.
Cesare Cioni
2006-09-17 11:49:10 UTC
Permalink
Post by piero
"Terzo: vediamo bene di difenderlo con le unghie e con i denti il nostro
illuminismo. A cominciare da chi lo minaccia a casa nostra, a cominciare da
Madame Ratzinger."
Formulata malissimo, d'acvcordo, ma fondamentalkmente giusta. Ill
problema non è l'islam, che è un caso specifico (oggi, il più
pericoloso, certo): il problema è la religione organizzata. Aboliamo
ogni tipo di chiesa, all'umanità hanno solo fatto del male.

(nota: NON discuto in alcun modo la fede individuale, che ammiro,
rispetto e invidio. E' non appena si crea una struttura che la fede
degenera in potere, regole, noi contro loro)

Cesare
--
Do I contradict myself?
Very well, then, I contradict myself;
(I am large-I contain multitudes.)
-- Walt Whitman, "Leaves of Grass"
Giorgio Mazzoldi
2006-09-17 15:05:08 UTC
Permalink
Aboliamo ogni tipo di chiesa, all'umanità hanno solo fatto del male.
Ma l'umanita' ha sempre avuto bisogno di feticci (masochismo?)


Giorgio Mazzoldi

=====================================================

<* Gli occhi sono la luce dell'anima, la musica ne è la voce. *>
mgm
2006-09-15 09:24:24 UTC
Permalink
avete rotto i coglioni con queste cazzo di discussioni politiche che tanto
non ci capite una sega!! andate al Bar Sport a farle e non riempite internet
delle vostre troiate anche perchè a me che tu Jacopo non credi a niente non
me ne fotte un cazzo potresti anche spararti un colpo però non devi
offendere che Crede con le tue troiate...minacce all'illuminismo??? ma se
non sai neanche che cazzo sia l'illuminismo... ma lacia perdere!
Post by Jacopo Fiesco
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto? Il "burkino d'oro".... "in aiuto
di Allah".... "musulmani di complemento".... Ma che cazzo dici? CHE CAZZO
DICI?
Prima di tutto io non credo in nessuna religione. Ripeto: NESSUNA. Ragiono
con la mia testa. Quindi non ci sto a farmi catalogare alla cazzo dal
primo isterico che passa per internet. E, soprattutto io non corro in
aiuto né di Allah, né di di Cristo poiché non credo né al primo né al
secondo.
Secondo: non ci vuole un genio per capire che la società e la cultura
arabe abbiano un deficit rispetto a noi. Non hanno avuto illuminismo! E
noi che siamo (almeno è quello che penso) ben più avanti di loro in molti
ambiti della vita e del pensiero dovremmo essere i primi a mostrare di
essere più intelligenti. Sparare a zero contro un miliardo e passa di
persone non è molto lungimirante.
Terzo: vediamo bene di difenderlo con le unghie e con i denti il nostro
illuminismo. A cominciare da chi lo minaccia a casa nostra, a cominciare
da Madame Ratzinger.
Quarto: Sveglia !!!
Jacopo
Jacopo Fiesco
2006-09-15 12:57:31 UTC
Permalink
[CUT] ... potresti anche spararti un colpo però non devi
Post by mgm
offendere che Crede con le tue troiate...minacce all'illuminismo??? ma se
non sai neanche che cazzo sia l'illuminismo... ma lacia perdere!
Vatti a ripassare un po' di storia. O magari a studiartela proprio.

J.
Zazie-la-peste
2006-09-15 09:29:51 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Terzo: vediamo bene di difenderlo con le unghie e con i denti il nostro
illuminismo. A cominciare da chi lo minaccia a casa nostra, a cominciare da
Madame Ratzinger.
eh
poche ma sentite parole :-)))
Z
Marco Marcelli
2006-09-15 19:17:05 UTC
Permalink
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Editoriali/2006/09_Settembre/15/magd1.shtml
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Zazie-la-peste
2006-09-15 19:22:54 UTC
Permalink
"Marco Marcelli" <***@ELIMINAMI.libero.it> ha scritto nel
messaggio news:450afc2f$0$35072$***@reader4.news.tin.it...
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Editoriali/2006/09_Settembre/15/magd1.sht
ml
ha ragione
ma c'entra un tubo con l'oriana fallace
Marco Marcelli
2006-09-15 21:20:32 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
ma c'entra un tubo con l'oriana fallace
Non e' vero: tutto ruota intorno all'islamismo e al suo integralismo.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Zazie-la-peste
2006-09-16 10:35:58 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Post by Zazie-la-peste
ma c'entra un tubo con l'oriana fallace
Non e' vero: tutto ruota intorno all'islamismo e al suo integralismo.
Allam prende in considerazione eventi e fenomeni ben più complessi, ne
fornisce una spiegazione quantomeno articolata.
In poche parole, non ragiona con il culo.
Ergo, non c''entra nulla con la Fallaci.
Che l'argomento (generico) di base sia lo stesso, capirai.
Albano è musica e Mozart pure.
Allora parliamo di Albano, no?
Z
Marco Marcelli
2006-09-16 11:55:32 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Allora parliamo di Albano, no?
Come sempre estremizzi ogni concetto.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Zazie-la-peste
2006-09-16 12:46:37 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Post by Zazie-la-peste
Allora parliamo di Albano, no?
Come sempre estremizzi ogni concetto.
era per farti capire
Z
Antenore La Bestia
2006-09-17 17:56:51 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Post by Marco Marcelli
Post by Zazie-la-peste
Allora parliamo di Albano, no?
Come sempre estremizzi ogni concetto.
era per farti capire
non hai estremizzato abbastanza

growl
A.
Marco Marcelli
2006-09-17 18:21:54 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Post by Zazie-la-peste
Post by Marco Marcelli
Come sempre estremizzi ogni concetto.
era per farti capire
non hai estremizzato abbastanza
Eccerto. Io son cretino e se non si esagera non colgo.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Leopold V.Sacher Masoch
2006-09-17 18:32:59 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Post by Antenore La Bestia
Post by Zazie-la-peste
Post by Marco Marcelli
Come sempre estremizzi ogni concetto.
era per farti capire
non hai estremizzato abbastanza
Eccerto. Io son cretino e se non si esagera non colgo.
però va detto che hai dei lampi di consapevolezza.


Sacher Masoch
Benedetto Zaccaria
2006-09-15 10:38:54 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Ma non ti rendi conto che sembri fatto? Il "burkino d'oro".... "in aiuto di
Allah".... "musulmani di complemento".... Ma che cazzo dici? CHE CAZZO DICI?
Capito : non vuoi il burkino d'oro.

E allora leggiti l'ultimo articolo di Oriana Fallaci : un po'
lunghetto, ma ti fara' bene.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/09_Settembre/15/falultimopezzo.shtml

Ora mi chiedono: «Che cosa dice, che cosa ha da dire, su quello che è
successo a Londra?». Me lo chiedono a voce, per fax, per email, spesso
rimproverandomi perché finoggi sono rimasta zitta. Quasi che il mio
silenzio fosse stato un tradimento. E ogni volta scuoto la testa,
mormoro a me stessa: cos' altro devo dire?!? Sono quattr' anni che
dico. Che mi scaglio contro il Mostro deciso ad eliminarci fisicamente
e insieme ai nostri corpi distruggere i nostri principii e i nostri
valori. La nostra civiltà. Sono quattr' anni che parlo di nazismo
islamico, di guerra all' Occidente, di culto della morte, di suicidio
dell' Europa. Un' Europa che non è più Europa ma Eurabia e che con la
sua mollezza, la sua inerzia, la sua cecità, il suo asservimento al
nemico si sta scavando la propria tomba. Sono quattr' anni che come
una Cassandra mi sgolo a gridare «Troia brucia, Troia brucia» e mi
dispero sui Danai che come nell' Eneide di Virgilio dilagano per la
città sepolta nel torpore. Che attraverso le porte spalancate
accolgono le nuove truppe e si uniscono ai complici drappelli. Quattr'
anni che ripeto al vento la verità sul Mostro e sui complici del
Mostro cioè sui collaborazionisti che in buona o cattiva fede gli
spalancano le porte. Che come nell' Apocalisse dell' evangelista
Giovanni si gettano ai suoi piedi e si lasciano imprimere il marchio
della vergogna.
Incominciai con «La Rabbia e l' Orgoglio». Continuai con «La Forza
della Ragione». Proseguii con «Oriana Fallaci intervista sé stessa» e
con «L' Apocalisse». E tra l' uno e l' altro la predica «Sveglia,
Occidente, sveglia». I libri, le idee, per cui in Francia mi
processarono nel 2002 con l' accusa di razzismo-religioso e xenofobia.
Per cui in Svizzera chiesero al nostro ministro della Giustizia la mia
estradizione in manette. Per cui in Italia verrò processata con l'
accusa di vilipendio all' Islam cioè reato di opinione. (Reato che
prevede tre anni di galera, quanti non ne riceve l' islamico sorpreso
con l' esplosivo in cantina). Libri, idee, per cui la Sinistra al
Caviale e la Destra al Fois Gras ed anche il Centro al Prosciutto mi
hanno denigrata vilipesa messa alla gogna insieme a coloro che la
pensano come me. Cioè insieme al popolo savio e indifeso che nei loro
salotti viene definito dai radical-chic «plebaglia-di-destra». Sì, è
vero: sui giornali che nel migliore dei casi mi opponevano
farisaicamente la congiura del silenzio ora appaiono titoli composti
coi miei concetti e le mie parole. Guerra-all' Occidente,
Culto-della-Morte, Suicidio-dell' Europa, Sveglia-Italia-Sveglia. Sì,
è vero: sia pur senza ammettere che non avevo torto l' ex segretario
della Quercia ora concede interviste nelle quali dichiara che
questi-terroristi-vogliono-distruggere-i-nostri-valori, che questo-
stragismo-è-di-tipo-fascista-ed-esprime-odio-per-la-nostra-civiltà».
Sì, è vero: parlando di Londonistan, il quartiere dove vivono i ben
settecentomila musulmani di Londra, i giornali che prima sostenevano i
terroristi fino all' apologia di reato ora dicono ciò che dicevo io
quando scrivevo che in ciascuna delle nostre città esiste un' altra
città. Una città sotterranea, uguale alla Beirut invasa da Arafat
negli anni Settanta. Una città straniera che parla la propria lingua e
osserva i propri costumi, una città musulmana dove i terroristi
circolano indisturbati e indisturbati organizzano la nostra morte. Del
resto ora si parla apertamente anche di terrorismo-islamico, cosa che
prima veniva evitata con cura onde non offendere i cosiddetti
musulmani moderati. Sì, è vero: ora anche i collaborazionisti e gli
imam esprimono le loro ipocrite condanne, le loro mendaci esecrazioni,
la loro falsa solidarietà coi parenti delle vittime. Si, è vero: ora
si fanno severe perquisizioni nelle case dei musulmani indagati, si
arrestano i sospettati, magari ci si decide ad espellerli. Ma in
sostanza non è cambiato nulla. Nulla. Dall' antiamericanismo all'
antioccidentalismo al filoislamismo, tutto continua come prima.
Persino in Inghilterra. Sabato 9 luglio cioè due giorni dopo la strage
la BBC ha deciso di non usare più il termine «terroristi»,
termine-che-esaspera-i-toni-della-Crociata, ed ha scelto il vocabolo
«bombers». Bombardieri, bombaroli. Lunedì 11 luglio cioé quattro
giorni dopo la strage il Times ha pubblicato nella pagina dei commenti
la vignetta più disonesta ed ingiusta ch' io abbia mai visto. Quella
dove accanto a un kamikaze con la bomba si vede un generale
anglo-americano con un' identica bomba. Identica nella forma e nella
misura. Sulla bomba, la scritta: «Killer indiscriminato e diretto ai
centri urbani». Sulla vignetta, il titolo: «Spot the difference, cerca
la differenza».
Quasi contemporaneamente, alla televisione americana ho visto una
giornalista del Guardian, il quotidiano dell' estrema sinistra
inglese, che assolveva l' apologia di reato manifestata anche stavolta
dai giornali musulmani di Londra. E che in pratica attribuiva la colpa
di tutto a Bush. Il-criminale, il- più-grande-criminale-della-Storia,
George W. Bush. «Bisogna capirli». Cinguettava «la politica americana
li ha esasperati. Se non ci fosse stata la guerra in Iraq...».
(Giovanotta, l' 11 settembre la guerra in Iraq non c' era. L' 11
settembre la guerra ce l' hanno dichiarata loro. Se n' è
dimenticata?). E contemporaneamente ho letto su Repubblica un articolo
dove si sosteneva che l' attacco alla subway di Londra non è stato un
attacco all' Occidente. E' stato un attacco che i figli di Allah hanno
fatto contro i propri fantasmi. Contro l' Islam «lussurioso» (suppongo
che voglia dire «occidentalizzato») e il cristianesimo
«secolarizzato». Contro i pacifisti indù e
la-magnifica-varietà-che-Allah-ha-creato. Infatti, spiegava, in
Inghilterra i musulmani sono due milioni e nella metropolitana di
Londra non-trovi-un-inglese-nemmeno-a-pagarlo-oro. Tutti in turbante,
tutti in kefiah. Tutti con la barba lunga e il djellabah.
Se-ci-trovi-una-bionda-con-gli-occhi-azzurri-è-una-circassa».
(Davvero?!? Chi l' avrebbe mai detto!!! Nelle fotografie dei feriti
non scorgo né turbanti né kefiah, né barbe lunghe né djellabah. E
nemmeno burka e chador. Vedo soltanto inglesi come gli inglesi che
nella Seconda Guerra Mondiale morivano sotto i bombardamenti nazisti.
E leggendo i nomi dei dispersi vedo tutti Phil Russell, Adrian
Johnson, Miriam Hyman, più qualche tedesco o italiano o giapponese. Di
nomi arabi, finoggi, ho visto soltanto quello di una giovane donna che
si chiamava Shahara Akter Islam).
Continua anche la fandonia dell' Islam «moderato», la commedia della
tolleranza, la bugia dell' integrazione, la farsa del
pluriculturalismo. Vale a dire delle moschee che esigono e che noi gli
costruiamo. Nel corso d' un dibattito sul terrorismo, al consiglio
comunale di Firenze lunedì 11 luglio il capogruppo diessino ha
dichiarato: «E' ora che anche a Firenze ci sia una moschea». Poi ha
detto che la comunità islamica ha esternato da tempo la volontà di
costruire una moschea e un centro culturale islamico simili alla
moschea e al centro culturale islamico che sorgeranno nella diessina
Colle val d' Elsa. Provincia della diessina Siena e del suo
filo-diessino Monte dei Paschi, già la banca del Pci e ora dei Ds. Bé,
quasi nessuno si è opposto. Il capogruppo della Margherita si è detto
addirittura favorevole. Quasi tutti hanno applaudito la proposta di
contribuire all' impresa coi soldi del municipio cioé dei cittadini, e
l' assessore all' urbanistica ha aggiunto che da un punto di vista
urbanistico non ci sono problemi. «Niente di più facile». Episodio dal
quale deduci che la città di Dante e Michelangelo e Leonardo, la culla
dell' arte e della cultura rinascimentale, sarà presto deturpata e
ridicolizzata dalla sua Mecca. Peggio ancora: continua la Political
Correctness dei magistrati sempre pronti a mandare in galera me e
intanto ad assolvere i figli di Allah. A vietarne l' espulsione, ad
annullarne le (rare) condanne pesanti, nonché a tormentare i
carabinieri o i poliziotti che con loro gran dispiacere li arrestano.
Milano, pomeriggio dell' 8 luglio cioé il giorno dopo la strage di
Londra. Il quarantaduenne Mohammed Siliman Sabri Saadi, egiziano e
clandestino, viene colto senza biglietto sull' autobus della linea 54.
Per effettuare la multa i due controllori lo fanno scendere e scendono
con lui. Gli chiedono un documento, lui reagisce ingaggiando una
colluttazione. Ne ferisce uno che finirà all' ospedale, scappa
perdendo il passaporto, ma la Volante lo ritrova e lo blocca.
Nonostante le sue resistenze, dinanzi a una piccola folla lo ammanetta
e nello stesso momento ecco passare una signora che tutta stizzita
vuole essere ascoltata come testimone se il poverino verrà processato
ed accusato di resistenza. I poliziotti le rispondono
signora-ci-lasci-lavorare, e allora lei allunga una carta di identità
dalla quale risulta che è un magistrato. Sicché un po' imbarazzati ne
prendono atto poi portano Mohammed in questura e qui... Bé, invece di
portarlo al centro di permanenza temporanea dove (anziché in galera)
si mettono i clandestini, lo lasciano andare invitandolo a presentarsi
la prossima settimana al processo cui dovrà sottoporsi per resistenza
all' arresto e lesioni a pubblico ufficiale. Lui se ne va, scompare
(lo vedremo mai più?) e indovina chi è la signora tutta stizzita
perché lo avevano ammanettato come vuole la prassi.
La magistrata che sette mesi fa ebbe il suo piccolo momento di
celebrità per aver assolto con formula piena tre musulmani accusati di
terrorismo internazionale e per aver aggiunto che in Iraq non c' è il
terrorismo, c' è la guerriglia, che insomma i tagliateste sono
Resistenti. Sì, proprio quella che il vivace leghista Borghezio definì
«una vergogna per Milano e per la magistratura». E indovina chi anche
oggi la loda, la difende, dichiara ha-fatto-benissimo. I diessini, i
comunisti, e i soliti verdi. Continua anche la panzana che l' Islam è
una religione di pace, che il Corano predica la misericordia e l'
amore e la pietà. Come se Maometto fosse venuto al mondo con un
ramoscello d' ulivo in bocca e fosse morto crocifisso insieme a Gesù.
Come se non fosse stato anche lui un tagliateste e anziché orde di
soldati con le scimitarre ci avesse lasciato san Matteo e san Marco e
san Luca e san Giovanni intenti a scrivere gli Evangeli. Continua
anche la frottola dell' Islam vittima-dell' Occidente. Come se per
quattordici secoli i musulmani non avessero mai torto un capello a
nessuno e la Spagna e la Sicilia e il Nord Africa e la Grecia e i
Balcani e l' Europa orientale su su fino all' Ucraina e alla Russia le
avesse occupate la mia bisnonna valdese. Come se ad arrivare fino a
Vienna e a metterla sotto assedio fossero state le suore di sant'
Ambrogio e le monache Benedettine. Continua anche la frode o l'
illusione dell' Islam Moderato. Con questa, il tentativo di farci
credere che il nemico è costituito da un' esigua minoranza e che
quella esigua minoranza vive in paesi lontani.
Bé, il nemico non è affatto un' esigua minoranza. E ce l' abbiamo in
casa. Ce l' avevamo in casa l' 11 settembre del 2001 cioé a New York.
Ce l' avevamo in casa l' 11 marzo del 2004 cioé a Madrid. Ce l'
avevamo in casa l' 1, il 2, il 3 settembre del medesimo anno a Beslan
dove si divertirono anche a fare il tiro a segno sui bambini che dalla
scuola fuggivano terrorizzati, e di bambini ne uccisero
centocinquanta. Ce l' avevamo in casa il 7 luglio scorso cioé a Londra
dove i kamikaze identificati erano nati e cresciuti. Dove avevano
studiato finalmente qualcosa, erano vissuti finalmente in un mondo
civile, e dove fino alla sera precedente s' eran divertiti con le
partite di calcio o di cricket. Ce l' abbiamo in casa da oltre trent'
anni, perdio. Ed è un nemico che a colpo d' occhio non sembra un
nemico. Senza la barba, vestito all' occidentale, e secondo i suoi
complici in buona o in malafede
perfettamente-inserito-nel-nostro-sistema-sociale. Cioé col permesso
di soggiorno. Con l' automobile. Con la famiglia. E pazienza se la
famiglia è spesso composta da due o tre mogli, pazienza se la moglie o
le mogli le fracassa di botte, pazienza se non di rado uccide la
figlia in blue jeans, pazienza se ogni tanto suo figlio stupra la
quindicenne bolognese che col fidanzato passeggia nel parco. E' un
nemico che trattiamo da amico. Che tuttavia ci odia e ci disprezza con
intensità. Tale intensità che verrebbe spontaneo gridargli: se siamo
così brutti, così cattivi, così peccaminosi, perché non te ne torni a
casa tua? Perché stai qui? Per tagliarci la gola o farci saltare in
aria? Un nemico, inoltre, che in nome dell' umanitarismo e dell' asilo
politico (ma quale asilo politico, quali motivi politici?) accogliamo
a migliaia per volta anche se i Centri di Accoglienza straripano,
scoppiano, e non si sa più dove metterlo. Un nemico che in nome della
«necessità» (ma quale necessità, la necessità di riempire le strade
coi venditori ambulanti e gli spacciatori di droga?) invitiamo anche
attraverso l' Olimpo Costituzionale. «Venite, cari, venite. Abbiamo
tanto bisogno di voi». Un nemico che per partorire non ha bisogno
della procreazione assistita, delle cellule staminali. Il suo tasso di
natalità è così alto che secondo il National Intelligence Council alla
fine di quest' anno la popolazione musulmana in Eurabia risulterà
raddoppiata. Un nemico che le moschee le trasforma in caserme, in
campi di addestramento, in centri di reclutamento per i terroristi, e
che obbedisce ciecamente all' imam (però guai se arresti l' imam.
Peggio ancora, se qualche agente della Cia te lo toglie dai piedi col
tacito consenso dei nostri servizi segreti). Un nemico che in virtù
della libera circolazione voluta dal trattato di Schengen scorrazza a
suo piacimento per l' Eurabia sicché per andare da Londra a Marsiglia,
da Colonia a Milano o viceversa, non deve esibire alcun documento. Può
essere un terrorista che si sposta per organizzare o materializzare un
massacro, può avere addosso tutto l' esplosivo che vuole: nessuno lo
ferma, nessuno lo tocca. (Ma quando in seguito alla strage di Londra
la Francia denuncia il trattato di Schengen e perfino la Spagna
zapatera pensa di imitarla, l' Italia e gli altri paesi europei
rispondono scandalizzati no no). Un nemico che appena installato nelle
nostre città o nelle nostre campagne si abbandona alle prepotenze ed
esige l' alloggio gratuito o semi-gratuito nonché il voto e la
cittadinanza. Tutte cose che ottiene senza difficoltà. Un nemico che
protetto dalla Sinistra al Caviale e dalla Destra al Fois Gras e dal
Centro al Prosciutto ciancia, appunto, di integrazione e
pluriculturalismo ma intanto ci impone le proprie regole e i propri
costumi. Che bandisce il maiale dalle mense delle scuole, delle
fabbriche, delle prigioni. Che aggredisce la maestra o la preside
perché una scolara bene educata ha gentilmente offerto al compagno di
classe musulmano la frittella di riso al marsala cioé «col liquore».
E-attenta-a-non-ripeter-l' oltraggio. Un nemico che negli asili vuole
abolire anzi abolisce il Presepe e Babbo Natale. Che il crocifisso lo
toglie dalle aule scolastiche, lo getta giù dalle finestre degli
ospedali, lo definisce «un cadaverino ignudo e messo lì per spaventare
i bambini musulmani». (Parlo, s' intende, dell' arabo con la
cittadinanza italiana che mi ha denunciato per vilipendio all' Islam.
Che contro di me ha scritto un lercio e sgrammaticato libello dove
elencando quattro sure del Corano chiede ai suoi correligionari di
eliminarmi, che per le sue malefatte non è mai stato o non ancora
processato). Un nemico che in Inghilterra s' imbottisce le scarpe di
esplosivo onde far saltare in aria il jumbo del volo Parigi-Miami.
(Parlo, s' intende, dell' arabo con la cittadinanza inglese che per
puro miracolo beccarono sulla American Airlines).
Un nemico che ad Amsterdam uccide Theo van Gogh colpevole di girare
documentari sulla schiavitù delle musulmane e che dopo averlo ucciso
gli apre il ventre, ci ficca dentro una lettera con la condanna a
morte della sua migliore amica. (Parlo, s' intende, dell' arabo con
cittadinanza olandese che probabilmente anzi spero verrà condannato
all' ergastolo e che al processo ha sibilato alla mamma di Theo: «Io
non provo alcuna pietà per lei. Perché lei è un' infedele»). Il
nemico, infine, per il quale trovi sempre un magistrato clemente cioé
pronto a scarcerarlo. E che i governi eurobei (ndr: non si tratta d'
un errore tipografico, voglio proprio dire eurobei non europei) non
espellono neanche se è clandestino. Continua anche il discorso sul
Dialogo delle due Civiltà. Ed apriti cielo se chiedi qual è l' altra
civiltà, cosa c' è di civile in una civiltà che non conosce neanche il
significato della parola libertà. Che per libertà, hurryya, intende
«emancipazione dalla schiavitù». Che la parola hurryya la coniò
soltanto alla fine dell' Ottocento per poter firmare un trattato
commerciale. Che nella democrazia vede Satana e la combatte con gli
esplosivi, le teste tagliate. Che dei Diritti dell' Uomo da noi tanto
strombazzati e verso i musulmani scrupolosamente applicati non vuole
neanche sentirne parlare. Infatti rifiuta di sottoscrivere la Carta
dei Diritti Umani compilata dall' Onu e la sostituisce con la Carta
dei Diritti Umani compilata dalla Conferenza Araba. Apriti cielo anche
se chiedi che cosa c' è di civile in una civiltà che tratta le donne
come le tratta.
L' Islam è il Corano, cari miei. Comunque e dovunque. E il Corano è
incompatibile con la Libertà, è incompatibile con la Democrazia, è
incompatibile con i Diritti Umani. E' incompatibile col concetto di
civiltà. E visto che ho toccato questo argomento mi ascolti bene,
signor giudice di Bergamo che ha voluto incriminarmi per vilipendio
all' Islam ma che non ha mai incriminato il mio persecutore per
vilipendio al Cristianesimo. Nonché per istigazione all' omicidio. (Il
mio). Mi ascolti e mi condanni pure. Mi infligga pure quei tre anni di
reclusione che i magistrati italiani non infliggono nemmeno ai
terroristi islamici beccati con l' esplosivo in cantina. Il suo
processo è inutile. Finché avrò un filo di fiato io ripeterò ciò che
ho scritto nei miei libri e che riscrivo qui. Non mi sono mai fatta
intimidire, non mi faccio mai intimidire dalle minacce di morte e
dalle persecuzioni, dalle denigrazioni, dagli insulti contro i quali
Lei si è guardato bene dal proteggermi anche come semplice cittadino.
Quindi si figuri se mi faccio intimidire da Lei che mi nega il
costituzionale diritto di pensare ed esprimere la mia opinione. Però,
prima del processo, una curiosità me la deve togliere. Nella cella mi
ci terrà tutta sola o coi carabinieri che lo Stato Italiano mi ha
cortesemente imposto affinché non venga ammazzata come Biagi o come
Theo van Gogh? Glielo chiedo perché il ministro degli Interni dice che
nelle nostre carceri oltre il cinquanta per cento dei detenuti sono
musulmani, e suppongo che di quei carabinieri avrei più bisogno in
galera che a casa mia. (Quanto a voi, signori del Parlamento,
congratulazioni per aver respinto la proposta del ministro della
Giustizia: abolire il reato di opinione. E particolari congratulazioni
all' onorevole di Alleanza Nazionale che oltre ad aver gestito quel
rifiuto ha chiesto di abolire il reato d' apologia del fascismo).
Continua anche l' indulgenza che la Chiesa Cattolica (del resto la
maggiore sostenitrice del Dialogo) professa nei riguardi dell' Islam.
Continua cioé la sua irremovibile irriducibile volontà di sottolineare
il «comune patrimonio spirituale fornitoci dalle tre grandi religioni
monoteistiche». Quella cristiana, quella ebraica, quella islamica.
Tutte e tre basate sul concetto del Dio Unico, tutte e tre ispirate da
Abramo. Il buon Abramo che per ubbidire a Dio stava per sgozzare il
suo bambino come un agnello. Ma quale patrimonio in comune?!?
Allah non ha nulla in comune col Dio del Cristianesimo. Col Dio padre,
il Dio buono, il Dio affettuoso che predica l' amore e il perdono. Il
Dio che negli uomini vede i suoi figli. Allah è un Dio padrone, un Dio
tiranno. Un Dio che negli uomini vede i suoi sudditi anzi i suoi
schiavi. Un Dio che invece dell' amore insegna l' odio, che attraverso
il Corano chiama cani-infedeli coloro che credono in un altro Dio e
ordina di punirli. Di soggiogarli, di ammazzarli. Quindi come si fa a
mettere sullo stesso piano il cristianesimo e l' islamismo, come si fa
a onorare in egual modo Gesù e Maometto?!? Basta davvero la faccenda
del Dio Unico per stabilire una concordia di concetti, di principii,
di valori?!? E questo è il punto che nell' immutata realtà del
dopo-strage di Londra mi turba forse di più. Mi turba anche perché
sposa quindi rinforza quello che considero l' errore commesso da papa
Wojtyla: non battersi quanto avrebbe a mio avviso dovuto contro l'
essenza illiberale e antidemocratica anzi crudele dell' Islam. Io in
questi quattr' anni non ho fatto che domandarmi perché un guerriero
come Wojtyla, un leader che come lui aveva contribuito più di chiunque
al crollo dell' impero sovietico e quindi del comunismo, si mostrasse
così debole verso un malanno peggiore dell' impero sovietico e del
comunismo. Un malanno che anzitutto mira alla distruzione del
cristianesimo. (E dell' ebraismo). Non ho fatto che domandarmi perché
egli non tuonasse in maniera aperta contro ciò che avveniva (avviene)
ad esempio in Sudan dove il regime fondamentalista esercitava
(esercita) la schiavitù. Dove i cristiani venivano eliminati (vengono
eliminati) a milioni. Perché tacesse sull' Arabia Saudita dove la
gente con una Bibbia in mano o una crocetta al collo era (è) trattata
come feccia da giustiziare. Ancora oggi quel silenzio io non l' ho
capito e...
Naturalmente capisco che la filosofia della Chiesa Cattolica si basa
sull' ecumenismo e sul comandamento Ama-il-nemico-tuo-come-te-stesso.
Che uno dei suoi principii fondamentali è almeno teoricamente il
perdono, il sacrificio di porgere l' altra guancia. (Sacrificio che
rifiuto non solo per orgoglio cioè per il mio modo di intendere la
dignità, ma perché lo ritengo un incentivo al Male di chi fa del
male). Però esiste anche il principio dell' autodifesa anzi della
legittima difesa, e se non sbaglio la Chiesa Cattolica vi ha fatto
ricorso più volte. Carlo Martello respinse gli invasori musulmani
alzando il crocifisso. Isabella di Castiglia li cacciò dalla Spagna
facendo lo stesso. E a Lepanto c' erano anche le truppe pontificie. A
difendere Vienna, ultimo baluardo della Cristianità, a romper l'
assedio di Kara Mustafa, c' era anche e soprattutto il polacco
Giovanni Sobienski con l' immagine della Vergine di Chestochowa. E se
quei cattolici non avessero applicato il principio dell' autodifesa,
della legittima difesa, oggi anche noi porteremmo il burka o il
jalabah. Anche noi chiameremmo i pochi superstiti cani-infedeli. Anche
noi gli segheremmo la testa col coltello halal. E la basilica di San
Pietro sarebbe una moschea come la chiesa di Santa Sofia a Istanbul.
Peggio: in Vaticano ci starebbero Bin Laden e Zarkawi. Così, quando
tre giorni dopo la nuova strage Papa Ratzinger ha rilanciato il tema
del Dialogo, sono rimasta di sasso. Santità, Le parla una persona che
La ammira molto. Che Le vuole bene, che Le dà ragione su un mucchio di
cose. Che a causa di questo viene dileggiata coi nomignoli
atea-devota, laica-baciapile, liberal-clericale. Una persona, inoltre,
che capisce la politica e le sue necessità. Che comprende i drammi
della leadership e i suoi compromessi. Che ammira l' intransigenza
della fede e rispetta le rinunce o le prodigalità a cui essa
costringe. Però il seguente interrogativo devo porlo lo stesso: crede
davvero che i musulmani accettino un dialogo coi cristiani, anzi con
le altre religioni o con gli atei come me? Crede davvero che possano
cambiare, ravvedersi, smettere di seminar bombe? Lei è un uomo tanto
erudito, Santità. Tanto colto. E li conosce bene. Assai meglio di me.
Mi spieghi dunque: quando mai nel corso della loro storia, una storia
che dura da millequattrocento anni, sono cambiati e si sono ravveduti?
Oh, neanche noi siamo stati e siamo stinchi di santo: d' accordo.
Inquisizioni, defenestrazioni, esecuzioni, guerre, infamie di ogni
tipo. Nonché guelfi e ghibellini a non finire. E per giudicarci
severamente basta pensare a quel che abbiamo combinato sessanta anni
fa con l' Olocausto. Ma poi abbiamo messo un po' di giudizio,
perbacco. Ci abbiamo dato una pensata e se non altro in nome della
decenza siamo un po' migliorati. Loro, no.
La Chiesa Cattolica ha avuto svolte storiche, Santità. Anche questo
lei lo sa meglio di me. A un certo punto si è ricordata che Cristo
predicava la Ragione, quindi la scelta, quindi il Bene, quindi la
Libertà, e ha smesso di tiranneggiare. D' ammazzare la gente. O
costringerla a dipinger soltanto Cristi e Madonne. Ha compreso il
laicismo. Grazie a uomini di prim' ordine, un lungo elenco di cui Lei
fa parte, ha dato una mano alla democrazia. Ed oggi parla coi tipi
come me. Li accetta e lungi dal bruciarli vivi (io non dimentico mai
che fino a quattro secoli fa il Sant' Uffizio mi avrebbe mandato al
rogo) ne rispetta le idee. Loro, no. Ergo con loro non si può
dialogare. E ciò non significa ch' io voglia promuovere una guerra di
religione, una Crociata, una caccia alle streghe, come sostengono i
mentecatti e i cialtroni. (Guerre di religione, Crociate, io ?!? Non
essendo religiosa, figuriamoci se voglio incitare alle guerre di
religione e alle Crociate. Cacce alle streghe io?!? Essendo
considerata una strega, un' eretica, dagli stessi laici e dagli stessi
liberals, figuriamoci se voglio accendere una caccia alle streghe. Ciò
significa, semplicemente, che illudersi su di loro è contro ragione.
Contro la Vita, contro la stessa sopravvivenza, e guai a concedergli
certe familiarità.
La strage toccherà davvero anche a noi, la prossima volta toccherà
davvero a noi? Oh, sì. Non ne ho il minimo dubbio. Non l' ho mai
avuto. Anche questo lo dico da quattro anni. E aggiungo: non ci hanno
ancora attaccato in quanto avevano bisogno della landing-zone, della
testa di ponte, del comodo avamposto che si chiama Italia. Comodo
geograficamente perché è il più vicino al Medio Oriente e all' Africa
cioè ai paesi che forniscono il grosso della truppa. Comodo
strategicamente perché a quella truppa offriamo buonismo e
collaborazionismo, coglioneria e viltà. Ma presto si scateneranno. Lo
stesso Bin Laden ce lo ha promesso. In modo esplicito, chiaro,
preciso. Più volte. I suoi luogotenenti (o rivali), idem. Lo stesso
Corriere lo dimostra con l' intervista a Saad Al-Faqih, l' esiliato
saudita diventato amico di Bin Laden durante il conflitto coi russi in
Afghanistan, e secondo i servizi segreti americani finanziatore di Al
Qaeda. «E' solo questione di tempo. Al Qaeda vi colpirà presto» ha
detto Al-Faqih aggiungendo che l' attacco all' Italia è la cosa più
logica del mondo. Non è l' Italia l' anello più debole della catena
composta dagli alleati in Iraq? Un anello che viene subito dopo la
Spagna e che è stato preceduto da Londra per pura convenienza. E poi:
«Bin Laden ricorda bene le parole del Profeta.
Voi-costringerete-i-romani-alla-resa. E vuole costringer l' Italia ad
abbandonare l' alleanza con l' America». Infine, sottolineando che
operazioni simili non si fanno appena sbarcati a Lampedusa o alla
Malpensa bensì dopo aver maturato dimestichezza con il paese, esser
penetrati nel suo tessuto sociale: «Per reclutare gli autori
materiali, c' è solo l' imbarazzo della scelta».
Molti italiani non ci credono ancora. Nonostante le dichiarazioni del
ministro degli Interni, a rischio Roma e Milano, all' erta anche
Torino e Napoli e Trieste e Treviso nonché le città d' arte come
Firenze e Venezia, gli italiani si comportano come i bambini per cui
la parola Morte non ha alcun significato. O come gli scriteriati cui
la morte sembra una disgrazia che riguarda gli altri e basta. Nel caso
peggiore, una disgrazia che li colpirà per ultimi. Peggio: credono che
per scansarla basti fare i furbi cioè leccarle i piedi. Ha ragione
Vittorio Feltri quando su Libero scrive che la decadenza degli
occidentali si identifica con la loro illusione di poter trattare
amichevolmente il nemico, nonché con la loro paura. Una paura che li
induce ad ospitare docilmente il nemico, a tentar di conquistarne la
simpatia, a sperare che si lasci assorbire mentre è lui che vuole
assorbire. Questo senza contare la nostra abitudine ad essere invasi,
umiliati, traditi. Come dico nell' «Apocalisse», l' abitudine genera
rassegnazione. La rassegnazione genera apatia. L' apatia genera
inerzia. L' inerzia genera indifferenza, ed oltre a impedire il
giudizio morale l' indifferenza soffoca l' istinto di autodifesa cioè
l' istinto che induce a battersi. Oh, per qualche settimana o qualche
mese lo capiranno sì d' essere odiati e disprezzati dal nemico che
trattano da amico e che è del tutto refrattario alle virtù chiamate
Gratitudine, Lealtà, Pietà. Usciranno sì dall' apatia, dall' inerzia,
dall' indifferenza. Ci crederanno sì agli annunci di Saad al-Faqih e
agli espliciti, chiari, precisi avvertimenti pronunciati da Bin Laden
and Company. Eviteranno di prendere i treni della sotterranea. Si
sposteranno in automobile o in bicicletta. (Ma Theo van Gogh fu
ammazzato mentre si spostava in bicicletta). Attenueranno il buonismo
o il servilismo. Si fideranno un po' meno del clandestino che gli
vende la droga o gli pulisce la casa. Saranno meno cordiali col
manovale che sventolando il permesso di soggiorno afferma di voler
diventare come loro ma intanto fracassa di botte la moglie, le mogli,
e uccide la figlia in blue jeans. Rinunceranno anche alle litanie sui
Viaggi della Speranza, e forse realizzeranno che per non perdere la
Libertà a volte bisogna sacrificare un po' di libertà. Che l'
autodifesa è legittima difesa e la legittima difesa non è una
barbarie. Forse grideranno addirittura che la Fallaci aveva ragione,
che non meritava d' essere trattata come una delinquente. Ma poi
riprenderanno a trattarmi come una delinquente. A darmi di retrograda
xenofoba razzista eccetera. E quando l' attacco verrà, udiremo le
consuete scemenze. Colpa-degli-americani, colpa-di-Bush.
Quando verrà, come avverrà quell'attacco? Oddio, detesto fare la
Cassandra. La profetessa. Non sono una Cassandra, non sono una
profetessa. Sono soltanto un cittadino che ragiona e ragionando
prevede cose che secondo logica accadranno. Ma che ogni volta spera di
sbagliarsi e, quando accadono, si maledice per non aver sbagliato.
Tuttavia riguardo all' attacco contro l' Italia temo due cose: il
Natale e le elezioni. Forse supereremo il Natale. I loro attentati non
sono colpacci rozzi, grossolani. Sono delitti raffinati, ben calcolati
e ben preparati. Prepararsi richiede tempo e a Natale credo che non
saranno pronti. Però saranno pronti per le elezioni del 2006. Le
elezioni che vogliono vedere vinte dal pacifismo a senso unico. E da
noi, temo, non si accontenteranno di massacrare la gente. Perché
quello è un Mostro intelligente, informato, cari miei. Un Mostro che
(a nostre spese) ha studiato nelle università, nei collegi rinomati,
nelle scuole di lusso. (Coi soldi del genitore sceicco od onesto
operaio). Un Mostro che non s' intende soltanto di dinamica, chimica,
fisica, di aerei e treni e metropolitane: s' intende anche di Arte. L'
arte che il loro presunto Faro-di-Civiltà non ha mai saputo produrre.
E penso che insieme alla gente da noi vogliano massacrare anche
qualche opera d' arte. Che ci vuole a far saltare in aria il Duomo di
Milano o la Basilica di San Pietro? Che ci vuole a far saltare in aria
il David di Michelangelo, gli Uffizi e Palazzo Vecchio a Firenze, o il
Palazzo dei Dogi a Venezia? Che ci vuole a far saltare in aria la
Torre di Pisa, monumento conosciuto in ogni angolo del mondo e perciò
assai più famoso delle due Torri Gemelle? Ma non possiamo scappare o
alzare bandiera bianca. Possiamo soltanto affrontare il mostro con
onore, coraggio, e ricordare quel che Churchill disse agli inglesi
quando scese in guerra contro il nazismo di Hitler. Disse: «Verseremo
lacrime e sangue». Oh, sì: pure noi verseremo lacrime e sangue. Siamo
in guerra: vogliamo mettercelo in testa, sì o no?!? E in guerra si
piange, si muore. Punto e basta. Conclusi così anche quattro anni fa,
su questo giornale
Oriana Fallaci


Benedetto Zaccaria
Jacopo Fiesco
2006-09-15 13:02:05 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
E allora leggiti l'ultimo articolo di Oriana Fallaci : un po'
lunghetto, ma ti fara' bene.
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/09_Settembre/15/falultimopezzo.shtml
Il Fallaci pensiero lo conosco. Mi sono letto i suoi 3 libri. E se posso
condividerne una piccola (sottolineo piccola) parte di sostanza, dissento
totalmente sulla forma. E' facile scagliare strali a effetto dietro a una
scrivania, ma poi?
Io preferisco ricordare la Fallaci di tante altre occasioni, non questi
deliri.

J.
dimitri
2006-09-17 09:32:08 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Post by Benedetto Zaccaria
Sei arrivato primo e ti spetta il burkino d'oro.
Patetici, nella loro ansia di correre in aiuto di allah , i musulmani
di complemento.
Ma non ti rendi conto che sembri fatto? Il "burkino d'oro".... "in
aiuto di Allah".... "musulmani di complemento".... Ma che cazzo dici?
CHE CAZZO DICI? Prima di tutto io non credo in nessuna religione.
Ripeto: NESSUNA. Ragiono con la mia testa. Quindi non ci sto a farmi
catalogare alla cazzo dal primo isterico che passa per internet. E,
soprattutto io non corro in aiuto né di Allah, né di di Cristo poiché
non credo né al primo né al secondo.
che poi allah vuol dire dio generico, non è un nome... dire in aiuto di
Allah, sarebbe come dire in aiuto di God in riferimento agli inglesi o di
Gott per i tedeschi... come ha detto il papa, è il Dio di tutti...
D.
Uomo Biscottato
2006-09-15 07:04:23 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Oriana Fallaci e' morta.
L'Italia dei musulmani di complemento (...)
Perbacco, che maniera triviale e sgangherata di ricordare qualcuno che è
morto. Fa dubitare che a te, della morta, importi qualcosa, a parte
l'uso che ne puoi fare.

Io ricorderò Oriana Fallaci, fra altre cose, per il bellissimo libro
sugli astronauti, che da bambino mi fece sognare.
Jacopo Fiesco
2006-09-15 07:16:41 UTC
Permalink
Io ricorderò Oriana Fallaci, fra altre cose, per il bellissimo libro sugli
astronauti, che da bambino mi fece sognare.
Finalmente delle parole sensate.

J.
Marco Marcelli
2006-09-15 09:10:14 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Finalmente delle parole sensate.
Personalmente ho sempre ammirato la Fallaci per il coraggio che
domostrava negli anni '60 e '70, quando certe prese di posizione
femministe erano ancora di la' da venire, e lei se ne assumeva in prima
persona tutto il peso.

L'ho ammirata molto meno quando si mise ad abbaiare contro l'islam, in
un modo che - strano non se ne rendesse conto - faceva il gioco di esso.

Ma sulla sostanza (e non sulla forma) della sua paura, temo di doverle
dare pienamente ragione.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Sal Paradise
2006-09-15 09:32:33 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Oriana Fallaci e' morta.
L'Italia dei musulmani di complemento ( e comunisti effettivi ), la
feccia che opera per metticciare e islamizzare il nostro paese e
l'Occidente europeo, puo' farsi una bella risata, e tirare un respiro
di sollievo : si e' spenta la voce che piu' di altre li metteva
spalle al muro e li prendeva a calci nei denti.
La repubblica degli sgozzatori di ragazzine, di conigli bianchi in
campo bianco assurti al vertice delle istituzioni, quella voce non la
meritava.
Si godano gli sbarchi a Lampedusa, vadano a radere i CpT con
rifondaroli, no global e paciaioli, si beino dei farfugli di prodi,
delle loro coop e delle loro banche.
Si tingano i capelli di biondo.
Noi rendiamo onore a Oriana Fallaci, l'ultima vera e grande italiana.
QUOTO, che Allah l'abbia in gloria!
Zazie-la-peste
2006-09-15 09:33:39 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Noi rendiamo onore a Oriana Fallaci, l'ultima vera e grande italiana.
oggesù
era una buona italiana solo perché ce l'aveva su coi musulmani?
mi sembra poco, per essere un buon italiano
Z
Seneca
2006-09-16 14:24:41 UTC
Permalink
Il Fri, 15 Sep 2006 11:33:39 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
Post by Benedetto Zaccaria
Noi rendiamo onore a Oriana Fallaci, l'ultima vera e grande italiana.
oggesù
era una buona italiana solo perché ce l'aveva su coi musulmani?
mi sembra poco, per essere un buon italiano
Z
Forse l'avresti considerata meglio se ce l'avesse avuta su con gli
ebrei ?

S
Zazie-la-peste
2006-09-16 15:56:28 UTC
Permalink
Post by Seneca
Post by Zazie-la-peste
oggesù
era una buona italiana solo perché ce l'aveva su coi musulmani?
mi sembra poco, per essere un buon italiano
Z
Forse l'avresti considerata meglio se ce l'avesse avuta su con gli
ebrei ?
non mi interessa con chi ce l'avesse su
Non è il tuo nemico che ti definisce, ma il tuo amico
Se alla tua età non hai ancora capito questa semplice cosa, sei proprio
messo molto male
Z
Seneca
2006-09-16 16:16:18 UTC
Permalink
Il Sat, 16 Sep 2006 17:56:28 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
non mi interessa con chi ce l'avesse su
Allora perchè hai scritto che forse ce l'aveva su coi musulmani??
Post by Zazie-la-peste
Non è il tuo nemico che ti definisce, ma il tuo amico
Mi piacerebbe tanto capire cosa significa quest'aforisma. E mi
piacerebbe capire cosa c'entra col fatto che uno ce l'ha su coi
musulmani o con gli ebrei
Post by Zazie-la-peste
Se alla tua età non hai ancora capito questa semplice cosa, sei proprio
messo molto male
La cosa è ...semplicissima (come tutto ciò che scrivi tu del resto) ma
io sono messo malissimo... e se tu o qualcuno dei tuoi amici
musulmanofili me lo spiega sarogliene grato !

S
Benedetto Zaccaria
2006-09-16 17:44:56 UTC
Permalink
Post by Seneca
La cosa è ...semplicissima (come tutto ciò che scrivi tu del resto) ma
io sono messo malissimo... e se tu o qualcuno dei tuoi amici
musulmanofili me lo spiega sarogliene grato !
No, Zazie non e' una MdC (musulmana di complemento) e' solo che
salendo sul ballatoio che da' su di te, ha inciampato e s'e' messa a
cristare peggio del solito.

Devi capirla, e' fatta cosi', prendere o lasciare.

E' da 1622 post che mi attizza di sbieco insultando Santa Oriana da
Firenze per suscitarmi l' incazzo.

Ma ho l'otite bilaterale e ci sento come Beethoven.

Quanto ai miei fratellini musulmani che t'aggio a dì ?

Io spero sempre che qualche capoccione di quelli che studiano dentro i
laboratori scientifici trovi una qualche arma di distruzione di massa
selettiva per gli islamici.........


Benedetto Zaccaria
Zazie-la-peste
2006-09-16 21:21:35 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Post by Seneca
La cosa è ...semplicissima (come tutto ciò che scrivi tu del resto) ma
io sono messo malissimo... e se tu o qualcuno dei tuoi amici
musulmanofili me lo spiega sarogliene grato !
No, Zazie non e' una MdC (musulmana di complemento)
ah ecco
spiegalo al tuo amico che mi pare un po' suonato
Post by Benedetto Zaccaria
e' solo che
salendo sul ballatoio che da' su di te, ha inciampato e s'e' messa a
cristare peggio del solito.
no, è che scrive delle cose indecenti
Che ripeta che gli ebrei non hanno le palle e vado a bastonarlo di persona,
così si accerta concretamente della strampalatezza delle sue idee

Z
Seneca
2006-09-16 23:15:54 UTC
Permalink
Il Sat, 16 Sep 2006 23:21:35 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
Che ripeta che gli ebrei non hanno le palle e vado a bastonarlo di persona,
così si accerta concretamente della strampalatezza delle sue idee
Z
Tu non le hai...neppure quelle degli occhi, perchè non vedi. Spero
invece che al vero momento del confronto (che sarà fra breve) non ci
siano i soliti cagoni locali a contestare e a fermare i soldati. Se
Israele si "Caporettizza", peggio per te e per i tuoi simili che in
Italia strizzano l'occhio alle sinistre. Se invece ritrova lo spirito
di un tempo e gli uomini di una volta, forse una bella svolta alla
storia la potrà dare. Ne va della sua sopravvivenza

S
Zazie-la-peste
2006-09-17 09:18:41 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sat, 16 Sep 2006 23:21:35 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
Che ripeta che gli ebrei non hanno le palle e vado a bastonarlo di persona,
così si accerta concretamente della strampalatezza delle sue idee
Z
Tu non le hai...neppure quelle degli occhi, perchè non vedi. Spero
invece che al vero momento del confronto (che sarà fra breve) non ci
siano i soliti cagoni locali a contestare e a fermare i soldati. Se
Israele si "Caporettizza", peggio per te e per i tuoi simili che in
Italia strizzano l'occhio alle sinistre.
io non strizzo l'occhio a nessuno
Non hai capito una mazza
Sei ormai rincoglionito
E con ciò, passo e chiudo
Z
Seneca
2006-09-17 12:31:53 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 11:18:41 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
io non strizzo l'occhio a nessuno
Non hai capito una mazza
Sei ormai rincoglionito
E con ciò, passo e chiudo
Z
Troppo facile ! O non leggi perchè ti sei rincoglionita (il che è
anche possibile) ...oppure non giudare la macchina quando rispondi
agli articoli su IAMC. Corri gravissimo pericolo se...subito dopo, gli
agenti della stradale facesso la misura del tuo...tasso di buon vino
bianco troppo in fretta assimilato.

S
Zazie-la-peste
2006-09-16 21:23:37 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sat, 16 Sep 2006 17:56:28 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
non mi interessa con chi ce l'avesse su
Allora perchè hai scritto che forse ce l'aveva su coi musulmani??
ho scritto che *non basta* per essere un ottimo italiano.
Rispondevo a Zaccaria che parlava di grandi italiani
Perdi il filo fra un post e l'altro
Post by Seneca
Post by Zazie-la-peste
Non è il tuo nemico che ti definisce, ma il tuo amico
Mi piacerebbe tanto capire cosa significa quest'aforisma.
mi par semplice.
Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, diceva un vecchio adagio.
NON diceva "dimmi con chi non vai e ti dirò chi sei"
Post by Seneca
E mi
piacerebbe capire cosa c'entra col fatto che uno ce l'ha su coi
musulmani o con gli ebrei
ah nulla, sei tu che hai tirato fuori gli ebrei. Ti ossessionano, sembra

Z
sunbather
2006-09-15 12:33:16 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Oriana Fallaci e' morta.
Peccato, come faremo ora senza i suoi articoli così equilibrati,
pacati e ragionevoli?





























:-P
--
Postato da Virgilio Newsgroup: scopri i nuovi gruppi
Eros, foto e video a http://newsgroup.eros.virgilio.it
S.
2006-09-15 18:03:42 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Oriana Fallaci e' morta.
e io godo.
Giorgio Mazzoldi
2006-09-16 10:12:04 UTC
Permalink
Post by S.
Post by Benedetto Zaccaria
Oriana Fallaci e' morta.
e io godo.
Perche'?

Giorgio Mazzoldi

=====================================================

<* Gli occhi sono la luce dell'anima, la musica ne è la voce. *>
Seneca
2006-09-16 12:54:33 UTC
Permalink
Il Fri, 15 Sep 2006 08:46:12 +0200, Benedetto Zaccaria
Post by Benedetto Zaccaria
Noi rendiamo onore a Oriana Fallaci, l'ultima vera e grande italiana.
La Fallaci ha gridato, ha implorato, ha avvertito come ha potuto
dell'immane pericolo che ci sovrasta, Chi l'ha ascoltata? Non si è mai
piegata, non ha mai chiesto perdono, ha sempre messo tutti di fronte
alla realtà. Chi l'ha ascoltata ?
Ora non c'è più e la guerra santa è ancora più vicina. Benedetto XVI
ha detto che la guerra santa non è volontà di Dio, che Dio non può
volere la guerra e che la guerra santa è un peccato dell'uomo. Si è
attirato addosso l'odio palese dei musulmani. Quello nascosto è sempre
esistito. E ora deve chiedere scusa agli uomini e ammettere che Dio
vuole la guerra e quella guerra, quella santa, musulmana per
l'islamizzazione dell'Europa.
Ci sono minaccie di rompere i rapporti diplomatici con la Santa Sede
da parte dei soldati di Dio. Un altro Papa, il suo predecessore si è
scusato per altre guerre sante (per modo di dire) quelle che volevano
riscattare il Santo Sepolcro. Chi chiederà mai scusa a qualcuno delle
follie iraniane, di quelle della sempre più saettante spada dell'Islam
ogni giorno più minacciosa? Chi piangerà questa volta l'olocausto
degli ebrei? Non certamente gli ebrei italiani chè quelli non hanno le
palle. Non più quelli di Israele che ormai hanno accettato di
soccombere e si son fermati per consentire il colpo finale nel più
breve tempo possibile. Chi allora? I soldati di Prodi ? Alla prima
escoriazione torneranno a casa di corsa, seguiti o preceduti dagli
altri. Non ci sarà più nessuno, neppure gli ebrei americani e i non
ebrei americani, ai quali toccò il compito di fermare altre follie
genofobiche di una sessantina d'anni fa.
Forse toccerà ai russi e ai cinesi. La vera nemesi li renderà alleati
e veri padroni dell'occidente. Costerà non meno di 2 miliardi di morti
nella migliore delle ipotesi.
Oriana, mi sembra di sentirti. Ci guardi e ci compiangi dalla tua
dimensione. La civiltà è sull'orlo della catstrofe e tu ora lo sai più
chiaramente di prima.
Ma poi cos'è questa civiltà? Questa misteriosa, astratta parola, come
la definì Kenneth Clark ? Forse sarà civiltà proprio il prossimo
immenso olocausto scelto dai codardi, dai dormienti e da quelli che si
illudono che il loro benessere e quello dei loro figli duri ancora per
molto.
Riposa in pace, almeno tu che hai fatto in tempo ad essere compianta.

Seneca
Zazie-la-peste
2006-09-16 13:16:07 UTC
Permalink
Post by Seneca
Non certamente gli ebrei italiani chè quelli non hanno le
palle.
ce le hai tu le palle?
ma fammi il santo piacere.
Post by Seneca
Non più quelli di Israele che ormai hanno accettato di
soccombere
ah sì?
wishful thinking
aspetta e spera
Post by Seneca
Oriana, mi sembra di sentirti. Ci guardi e ci compiangi dalla tua
dimensione. La civiltà è sull'orlo della catstrofe e tu ora lo sai più
chiaramente di prima.
la tua civiltà sicuramente sì
direi che a forza di insultare il prossimo senza fare un cazzo (leggi: il
lavoro sporco lo lascio fare agli Israeliani mentre io sto a guardare dal
tinello di casa. Dopo di che magari li insulto pure, una bella tiratina
antisemita fa sempre chic) se lo merita anche.

Z
Jacopo Fiesco
2006-09-16 13:56:37 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Post by Seneca
Non più quelli di Israele che ormai hanno accettato di
soccombere
ah sì?
wishful thinking
aspetta e spera
Zazie ti voglio bene! Grande!

J.
Paolo Tramannoni
2006-09-17 00:21:03 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
direi che a forza di insultare il prossimo senza fare un cazzo (leggi: il
lavoro sporco lo lascio fare agli Israeliani mentre io sto a guardare dal
tinello di casa. Dopo di che magari li insulto pure, una bella tiratina
antisemita fa sempre chic) se lo merita anche.
Come dice un mio conoscente neofascista: prima sistemiamo gli arabi,
magari con l'aiuto dell'ebrei. Poi pensiamo all'ebrei.

Ciao,
Paolo
Seneca
2006-09-17 12:33:38 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Come dice un mio conoscente neofascista: prima sistemiamo gli arabi,
magari con l'aiuto dell'ebrei. Poi pensiamo all'ebrei.
Ciao,
Paolo
Dev'essere un fascista...toscano (uno dei pochi) il tuo amico,
altrimente avrebbe scritto : "...poi pensiamo agli ebrei..." :-))

Ciao
S
Uomo Biscottato
2006-09-16 14:56:03 UTC
Permalink
Post by Seneca
Non certamente gli ebrei italiani chè quelli non hanno le
palle. Non più quelli di Israele che ormai hanno accettato di
soccombere
Un mio amico, credo citando qualche comico televisivo, direbbe: "tutti
finocchi con il culo degli altri".
Marco Marcelli
2006-09-16 19:18:10 UTC
Permalink
Post by Seneca
La Fallaci ha gridato, ha implorato, ha avvertito come ha potuto
dell'immane pericolo che ci sovrasta, Chi l'ha ascoltata? Non si è mai
piegata, non ha mai chiesto perdono, ha sempre messo tutti di fronte
alla realtà. Chi l'ha ascoltata ?
E' proprio questo il problema, secondo me.
Ha gridato TROPPO.
Ha usato maniere e termini talmente aggressivi ed esagerati,
specialmente se riferiti al mondo dell'informazione, da relegarla in
qualche modo dalla parte del torto, troppo facile essendo l'associazione
di parole e cincetti cosi' urlati con una fobia personale e financo con
la sua malattia.

Se si fosse espressa in termini piu' "giornalistici" io credo che
avrebbe avuto piu' voce in capitolo di quanta ne abbia avuta, e forse
sarebbe stata ascoltata anche da qualcuno che avrebbe potuto fare qualcosa.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Seneca
2006-09-16 21:37:06 UTC
Permalink
Il Sat, 16 Sep 2006 21:18:10 +0200, Marco Marcelli
Post by Marco Marcelli
Se si fosse espressa in termini piu' "giornalistici" io credo che
avrebbe avuto piu' voce in capitolo di quanta ne abbia avuta, e forse
sarebbe stata ascoltata anche da qualcuno che avrebbe potuto fare qualcosa.
Forse è come dici tu. Non capisco però, come qualcuno che avrebbe
potuto fare qualcosa si sia astenuto dal farlo a causa delle grida
esagerate della Fallaci. Ammettiamo che abbia gridato sgarbatamente e
a voce troppo alta e poco giornalistica come dici tu, quello che
conta, secondo me, è il contenuto e non la maniera con cui si esprime.
Se ha detto in modo sbagliato delle verità, chi non l'ha ascoltata ha
sbagliato doppiamente perchè "non" aver fatto quello che era doveroso
fare può costare molto caro a una bella fetta di umanità. E siccome si
scherza col fuoco e non è un gioco (come ben sai quando ti lamenti
della islamizzazione genevose), mi torna alla memoria un passo della
sacra scrittura: quello di Giovanni il Battista "vox clamantis in
deserto". Urlava nel deserto (intreso come "vuoto") e predicava la via
del signore ma il suo avvertimento fu inascoltato e accadde ciò che
tutti sanno.

Seneca
Zazie-la-peste
2006-09-16 22:06:48 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sat, 16 Sep 2006 21:18:10 +0200, Marco Marcelli
Post by Marco Marcelli
Se si fosse espressa in termini piu' "giornalistici" io credo che
avrebbe avuto piu' voce in capitolo di quanta ne abbia avuta, e forse
sarebbe stata ascoltata anche da qualcuno che avrebbe potuto fare qualcosa.
Forse è come dici tu. Non capisco però, come qualcuno che avrebbe
potuto fare qualcosa si sia astenuto dal farlo a causa delle grida
esagerate della Fallaci.
Tranquillo che nessuno si è astenuto per la Fallaci, ci mancherebbe
Post by Seneca
Ammettiamo che abbia gridato sgarbatamente e
a voce troppo alta e poco giornalistica come dici tu, quello che
conta, secondo me, è il contenuto e non la maniera con cui si esprime.
Anche il contenuto, non è che sia articolato, è roba veramente a un livello
da prima elementare
Tieni, leggiti il discorso del Papa, qui sì che parliamo di roba seria
http://www.benedikt-in-bayern.de/archiv/iMA023/iMA02331120.PDF
Post by Seneca
Se ha detto in modo sbagliato delle verità, chi non l'ha ascoltata ha
sbagliato doppiamente perchè "non" aver fatto quello che era doveroso
fare può costare molto caro a una bella fetta di umanità. E siccome si
scherza col fuoco e non è un gioco (come ben sai quando ti lamenti
della islamizzazione genevose), mi torna alla memoria un passo della
sacra scrittura: quello di Giovanni il Battista "vox clamantis in
deserto". Urlava nel deserto (intreso come "vuoto") e predicava la via
del signore ma il suo avvertimento fu inascoltato e accadde ciò che
tutti sanno.
ma leggiti il Papa, leggiti
Z
Seneca
2006-09-16 23:24:02 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 00:06:48 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
ma leggiti il Papa, leggiti
Z
Non capisco il tedesco. Comunque mi basta quello che ha riportato il
Corriere della Sera e la televisione, sia araba (tradotta dal mio
ospite) che anglo-americana e francese.

Mi piacerebbe invece che tu mi dicessi cosa ha scritto la stampa
israeliana del Papa, dei cristiani occidentali che sono andati (con la
loro fede contraria alla guerra santa) a dare una mano anche a loro,
dopo che si son fermati alle sponde del fiume libanese.

Seneca
Zazie-la-peste
2006-09-17 09:23:18 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sun, 17 Sep 2006 00:06:48 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
ma leggiti il Papa, leggiti
Z
Non capisco il tedesco. Comunque mi basta quello che ha riportato il
Corriere della Sera e la televisione, sia araba (tradotta dal mio
ospite) che anglo-americana e francese.
come al solito, il tuo livello da prima elementare è esiziale
Ti basta?
Beh, fai male perché quello che è stato riportato
1. non corrisponde al vero
2. è, nella migliore delle ipotesi, estremamente semplificatorio e travisato
3. non da' una benché minima idea della complessità e dell'acume del
discorso del Papa.
Invece di leggere wikipedia e di guardare la tv per poi blaterare su
usenet, leggiti qualcosa di utile
Il discorso lo trovi anche in italiano sul sito del Vaticano, di facilissima
accessibilità
Post by Seneca
Mi piacerebbe invece che tu mi dicessi cosa ha scritto la stampa
israeliana del Papa, dei cristiani occidentali che sono andati (con la
loro fede contraria alla guerra santa) a dare una mano anche a loro,
dopo che si son fermati alle sponde del fiume libanese.
La stampa israeliana non ha mai detto nulla del Papa.
Anzi
Ah, certo che se uno come fonte ha wikipedia e l'amico libanese, posso solo
immaginare che pappa frullata può avere nel cervello
Z
PS chi è che darebbe una mano a Israele?
MA LOL
Sciacquati la bocca prima di nominare Israele.
Seneca
2006-09-17 12:51:35 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 11:23:18 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
come al solito, il tuo livello da prima elementare è esiziale
Ti basta?
Invece di demonizzare (sembra tu non sappia fare altro) quello che
scrivo io, perchè non spieghi tu, con parole tue, quello che non
riesco a spiegare io??
Post by Zazie-la-peste
Ah, certo che se uno come fonte ha wikipedia e l'amico libanese, posso solo
immaginare che pappa frullata può avere nel cervello
L'amico libanese è laureato alla Sorbonne, se lo vuoi sapere. Ma
siccome è libanese e tu sei "tollerante" è per forza un'analfabeta. Tu
dove ti sei laureata ? Nelle cantine del Lambrusco?????
Post by Zazie-la-peste
PS chi è che darebbe una mano a Israele?
MA LOL
I soldatini di Prodi, tanto per citarne alcuni. Quelli di Chirac in
arrivo e anche i 1000 cinesi (e sono i più preparati) e qualche russo
che anche Putin si appresta a inviare. E sai perchè ? Perchè i tuoi
amici di Israele si son cagati sotto e si son fermati perchè
contestati da una forte opposizione, comparsa per la prima volta,
nelle loro strade. E poi il governo dei tuoi amici lo ha posto come
condizione per ritirarsi (giustamente, visto che nessuno ha l'autorità
di disarmare hesbollah.) Bene ne riparleremo alla prossima, e spero
ultima puntata, fra non molto.
E usa Alka Seltzer prima di scrivere...può aiutarti !
Post by Zazie-la-peste
Sciacquati la bocca prima di nominare Israele.
Dopo il modo come ne hai parlato tu che ti sei "data" per non fare il
servizio militare, che sei stata presa a pietrate nei quartieri
ortodossi di Tel Aviv, ( vedi racconti di Luca Logi), dopo che hai
scritto peste e corna di Sharon e poi gli elogi, cosa vuoi aggiungere,
pallida figlia di Albione a stento "corretta" da Bacco, sulla
ricchezza e povertà di Israele?

S
Zazie-la-peste
2006-09-17 13:49:39 UTC
Permalink
Post by Seneca
Post by Zazie-la-peste
Ah, certo che se uno come fonte ha wikipedia e l'amico libanese, posso solo
immaginare che pappa frullata può avere nel cervello
L'amico libanese è laureato alla Sorbonne, se lo vuoi sapere.
UHHH allora sì che è fico
Post by Seneca
Ma
siccome è libanese e tu sei "tollerante" è per forza un'analfabeta.
potrebbe anche essere finlandese o peruviano
Se è la tua unica fonte è troppo poco
Post by Seneca
dove ti sei laureata ? Nelle cantine del Lambrusco?????
no, io ho solo la seconda elementare
Ma prima di cianciare mi leggo l'articolo del Papa fino in fondo.
Tu no, vai a chiedere agli amici laureati
Tu sì che la sai lunga
Post by Seneca
Post by Zazie-la-peste
PS chi è che darebbe una mano a Israele?
MA LOL
I soldatini di Prodi, tanto per citarne alcuni.
ma sei fuso
Se credi che quelli aiutino alcunché, sei veramente rimbambito
Post by Seneca
Quelli di Chirac in
arrivo e anche i 1000 cinesi (e sono i più preparati) e qualche russo
che anche Putin si appresta a inviare. E sai perchè ? Perchè i tuoi
amici di Israele si son cagati sotto e si son fermati perchè
contestati da una forte opposizione, comparsa per la prima volta,
nelle loro strade.
Non si sono cagati sotto
Sono i "benpensanti" come te e quelli al pari tuo che li demonizzano che li
hanno costretti a smettere.
E comunque un bel lavoretto l'hanno fatto.
Mentre tu dormicchiavi davanti allo schermo TV del tuo tinello.
Post by Seneca
Post by Zazie-la-peste
Sciacquati la bocca prima di nominare Israele.
Dopo il modo come ne hai parlato tu che ti sei "data" per non fare il
servizio militare,
Io?
il servizio militare?
Lol, ma che dici, io non ho la nazionalità israeliana, come potrei fare
il servizio militare?
(e oltretutto credi a tutto quello che scrivo, anche quando racconto
barzellette. Sei spassoso)
Post by Seneca
che sei stata presa a pietrate nei quartieri
ortodossi di Tel Aviv, ( vedi racconti di Luca Logi),
Mai stata presa a pietrate, (non io) chiedi a Logi (e poi non so come
potrebbe Logi conoscere la mia vita, ma insomma chiediglielo pure)
Fra l'altro i quartierei ultraortodossi sono a Gerusalemme e non a Tel Aviv
Sbagli perfino città,
figuriamoci il resto
Post by Seneca
dopo che hai
scritto peste e corna di Sharon e poi gli elogi,
sì, perché solo i cretini non cambiano opinione
Post by Seneca
cosa vuoi aggiungere,
pallida figlia di Albione a stento "corretta" da Bacco, sulla
ricchezza e povertà di Israele?
Nulla
eri tu che ti auguravi la morte di qualcuno, tempo fa?
Se non ricordo male.

Z
Seneca
2006-09-17 23:52:47 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 15:49:39 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
E comunque un bel lavoretto l'hanno fatto.
Mentre tu dormicchiavi davanti allo schermo TV del tuo tinello.
Sorry....non possiedo un tinello....credo che sia un arredo tutto
milanese....molto....ma molto chic, che di più non si può ! Non è per
me :-))

S.
Benedetto Zaccaria
2006-09-16 22:52:53 UTC
Permalink
Post by Seneca
Forse è come dici tu.
No.

Gli ultimi libri della Fallaci ( che non sono solo un'invettiva, ma un
vero e proprio grido di allarme, un lancinante violento richiamo ai
nostri valori mai cosi' minacciati, sia dall'Islam che dal pensiero
debole e dalla mollezza dell'Occidente ) hanno avuto lo straordianrio
successo che hanno avuto e venduto milioni e milioni di copie in tutto
il mondo, proprio perche' molti hanno ricevuto e recepito la
drammaticita' del messaggio.

Che e' arrtivato e ha colto nel segno : ha fatto piu' lei da sola, con
la sua passione e il suo sconfinato amore per la sua terra e la sua
civilta' che non centinaia di molli pseudo intellettuali un po'
vigliacchi un po' tanto conformisti ma tanto educatini e perbenino,
come piace ai molli e debosciati metarfosizzati di casa nostra.

Ma quel messaggio non era diretto a loro, era diretto alle persone
vere che ancora conservano un briciolo di dignita' e di coglioni e che
non si scandalizzano, col mignolino alzato, di qualche parolaccia.

E ce ne sono ancora tante per fortuna, vecchio mio.

Forse non qui, ma chissenefrega.


Benedetto Zaccaria
Seneca
2006-09-16 23:31:05 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 00:52:53 +0200, Benedetto Zaccaria
Post by Benedetto Zaccaria
Gli ultimi libri della Fallaci ( che non sono solo un'invettiva, ma un
vero e proprio grido di allarme, un lancinante violento richiamo ai
nostri valori mai cosi' minacciati, sia dall'Islam che dal pensiero
debole e dalla mollezza dell'Occidente ) hanno avuto lo straordianrio
successo che hanno avuto e venduto milioni e milioni di copie in tutto
il mondo, proprio perche' molti hanno ricevuto e recepito la
drammaticita' del messaggio.
Che e' arrtivato e ha colto nel segno : ha fatto piu' lei da sola, con
la sua passione e il suo sconfinato amore per la sua terra e la sua
civilta' che non centinaia di molli pseudo intellettuali un po'
vigliacchi un po' tanto conformisti ma tanto educatini e perbenino,
come piace ai molli e debosciati metarfosizzati di casa nostra.
Ma quel messaggio non era diretto a loro, era diretto alle persone
vere che ancora conservano un briciolo di dignita' e di coglioni e che
non si scandalizzano, col mignolino alzato, di qualche parolaccia.
E ce ne sono ancora tante per fortuna, vecchio mio.
Forse non qui, ma chissenefrega.
Benedetto Zaccaria
Concordo totalmente. E non mi è mai capitato di vedere il Corriere
della sera dedicare 16 pagine in occasione della morte di uno
scrittore, come ha fatto per la Fallaci.
Mi dispiace solo non averla mai conosciuta di persona, anche se grandi
amici miei, come Vanni Sartori e Gualtiero Jacopetti avendo invece
goduto di questo privilegio, mi hanno descritto così bene la sua
personalità e il suo carattere che mi sembra di averla conosciuta
davvero.

Ciao

Seneca
Moosbrugger
2006-09-17 10:59:54 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
No.
Gli ultimi libri della Fallaci ( che non sono solo un'invettiva, ma un
vero e proprio grido di allarme, un lancinante violento richiamo ai
nostri valori mai cosi' minacciati, sia dall'Islam che dal pensiero
debole e dalla mollezza dell'Occidente ) hanno avuto lo straordianrio
successo che hanno avuto e venduto milioni e milioni di copie in tutto
il mondo, proprio perche' molti hanno ricevuto e recepito la
drammaticita' del messaggio.
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.

M.
Marco Marcelli
2006-09-17 11:10:12 UTC
Permalink
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal pensiero
debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
Penso si riferisca all'Occidente tout-court.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Zazie-la-peste
2006-09-17 11:31:45 UTC
Permalink
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
te lo dico io quali valori
Il primo, unico e fondamentale: la libertà di espressione, e cioé il primo
emendamento USA
Non si può far satira (vignette Maometto), il Papa non può esprimersi in un
discorso *teologico* in una facoltà *teologica* cattolica, sennò si ammazza
subito una suora (in Somalia) e si brucia qualche chiesa.
Io non tollero che la libertà di espressione venga minimanete messa in
dubbio con la violenza.
Siamo al punto che tutti qui chiedono al Papa di scusarsi perché sennò
quelli s'incazzano.
Ma che s'incazzino, ma vogliamo scherzare?
No, dico, se qualcuno fa una vignetta satirica su Prodi, o dice che pensa
che Prodi sia scemo, allora Prodi va e gli brucia la casa?
Ma siamo fuori?????????????

Una nota a latere.
L'Italia è il paese occidentale in cui la politica ha più commistione con la
religione.
Non è uno stato veramente laico.
Però, se il Papa dice la sua, viene aggredito dalla stampa italiana più che
in qualsiasi altro paese.
In poche parole, l'Italia accetta e incoraggia il fatto che il Vaticano si
occupi di questioni politiche, cosa che la Spagna ad esempio non accetta
(l'Italia disdegna il "libera Chiesa in libero Stato"), ma quando il Papa
parla di teologia e solo di quella, senza sfiorare argomenti politici
(leggere il suo testo per credere), allora lo fanno a pezzi.
Stando così le cose, questo paese di buffoni cosa vuoi che faccia?
Siamo al paradosso che la libertà di parola viene difesa da un religioso, e
sbeffeggiata dai laici di sinistra.
Ma è un controsenso pazzesco!
Una vera buffonata.
(all'estero non pensano che il papa debba scusarsi, specie nei paesi non
cattolici....

http://www.timesonline.co.uk/article/0,,2088-2361364,00.html

http://observer.guardian.co.uk/world/story/0,,1874274,00.html
A
Marco Marcelli
2006-09-17 11:40:06 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Siamo al punto che tutti qui chiedono al Papa di scusarsi perché sennò
quelli s'incazzano.
Ma che s'incazzino, ma vogliamo scherzare?
Purtroppo e' QUESTO l'immenso problema che tanti fanno finta di non
vedere: ormai il livello di odio nell'islam per l'Occidente (e non mi si
venga a parlare di islamici moderati: dove cacchio sono 'sti moderati?
Perche' non scendono in piazza per rimarcare che loro con queste
violenze non c'entrano?) e' tale che non aspettano che il minimo
pretesto per scatenarsi.

Siamo ormai alla bestialita'.

E un papa cattolico deve SCUSARSI per aver detto che nel passato le
religioni, compreso l'islamismo, usavano la violenza.

Ma scherziamo?
Continuo a temere che, avanzando cosi' le cose, le soluzioni finali
convergano sempre piu' ad una.....
Post by Zazie-la-peste
Una nota a latere.
-cut-
Post by Zazie-la-peste
Stando così le cose, questo paese di buffoni cosa vuoi che faccia?
Quoto.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Moosbrugger
2006-09-17 11:54:33 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Purtroppo e' QUESTO l'immenso problema che tanti fanno finta di non
vedere: ormai il livello di odio nell'islam per l'Occidente (e non mi si
venga a parlare di islamici moderati: dove cacchio sono 'sti moderati?
Perche' non scendono in piazza per rimarcare che loro con queste
violenze non c'entrano?)
Perchè, appunto sono moderati. E' una battuta, ovviamente, ma
non proprio solo una battuta.

M.
Seneca
2006-09-17 13:08:40 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 13:40:06 +0200, Marco Marcelli
Post by Marco Marcelli
E un papa cattolico deve SCUSARSI per aver detto che nel passato le
religioni, compreso l'islamismo, usavano la violenza.
Il Papa cattolico non si è scusato nè si scuserà (malgrado "Al
Masser") la TV egiziana lo abbia appena affermato.
Il Papa cattolico all'Angelus di oggi ha spiegato in parole più chiare
il senso del suo discorso che prevedeva fin dal principio il colloquio
inter-religioso, la non accettabilità della jihad (guerra santa) in
nome di Dio che non può per sua natura volere il male, quindi la
guerra anche se difendere o imporre la religione. Avrebbe potuto
aggiungere i pensieri di Sant'Agostino, ma non l'ha fatto perchè chi
sa cosa si sarebbe capito. Difatti diceva il grande santo che l'uomo
ha più potere di Dio, perchè l'uomo col suo libero arbitrio, può
scegliere di fare il male, mentre Dio per sua natura e sostanza può
solo volere il bene. Vallo a spiegare agli hesbollah o ai talebani o
peggio ai pasdaran e al loro capo Mammuth.

S
Moosbrugger
2006-09-17 11:52:53 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
te lo dico io quali valori
CUT

Zazie, scusa, è ovvio che questi sarebbero i valori che io avrei
condiviso se fossero stati al centro dei libri della Fallaci,
come sostiene Cesarone. Magari c'erano, eh, io i libri della
Fallaci non li ho letti. Però, guarda caso, mi pare che della
libertà di espressione e delle libertà civili in generale, del
primo emendamento, del laicismo ecc. ecc. non freghi una mazza a
nessuno, mentre il messaggio che è arrivato è "fanculo all'Islam
e agli islamici". Dei valori dell' Occidente fregancazzo a nessuno.

M.
Seneca
2006-09-17 13:10:25 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 13:52:53 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
mentre il messaggio che è arrivato è "fanculo all'Islam
e agli islamici".
Glielo hai mandato tu? Non certo il Papa di Roma !

S.
Moosbrugger
2006-09-17 15:39:40 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sun, 17 Sep 2006 13:52:53 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
mentre il messaggio che è arrivato è "fanculo all'Islam
e agli islamici".
Glielo hai mandato tu? Non certo il Papa di Roma !
E chi parlava del Papa ? Mi riferivo ai libri della Fallaci.

M.
Zazie-la-peste
2006-09-17 13:45:32 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
te lo dico io quali valori
CUT
Post by Zazie-la-peste
Zazie, scusa, è ovvio che questi sarebbero i valori che io avrei
condiviso se fossero stati al centro dei libri della Fallaci,
come sostiene Cesarone. Magari c'erano, eh, io i libri della
Fallaci non li ho letti. Però, guarda caso, mi pare che della
libertà di espressione e delle libertà civili in generale, del
primo emendamento, del laicismo ecc. ecc. non freghi una mazza a
nessuno, mentre il messaggio che è arrivato è "fanculo all'Islam
e agli islamici". Dei valori dell' Occidente fregancazzo a nessuno.
scusami, io non parlavo della Fallaci
Mi riferivo al discorso del Papa.
Che è molto arguto.
La Fallaci non li ha sollevati (fra l'altro il Papa solleva vari problemi,
non uno solo. Le diverse visioni di Dio, la religione e la ragione, il logos
nella cultura cristiana, la tolleranza nel credo religioso, eccetera).
Tutto questo è un po' troppo complicato per la Fallaci e i suoi sostenitori.
Qui c'è gente che non ragiona, qui c'è gente che sputa addosso a chiunque
senza pensarci su due minuti.
La Fallaci era una di quelli. Poco importa che sputasse nella direzione
giusta - se vogliamo metterla così - era una che sì e no irretiva quelli a
livello di certa gente che scrive nei NG, appunto.
Le questioni sollevate dal Papa sono invece molto interessanti, soprattutto
perché poste con molta arguzia e finezza. A questo punto diventa imbattibile
sul piano logico formale.
Siccome comunque quelli bruciano e ammazzano, tanto vale incastrarli con la
ragione, visto che con la violenza ci si metterebbe al loro livello
(e molti lo auspicano).
Mi stupisco che certi problemi vengano sollevati da un religioso, mentre i
laici se ne stanno zitti e intimoriti all'idea che qualcuno si *offenda*.
Mah. Giustamente, nessuno si è mai offeso per la Fallaci. Ma per il Papa è
scoppiato l'inferno.
I musulmani mica sono scemi. Sanno riconoscere gli attacchi veramente
efficaci.
E quello del Papa (che fra l'altro credo non fosse nemmeno pensato come un
attacco, ma come una riflessione) lo è davvero. Perché costringe a
riflettere su argomenti dei quali essi non vogliono sentir parlare.
In questo senso, la Fallaci non ha mai invitato nessuno a riflettere.
Era appunto venerata da gente che di solito è incapace di formulare un
pensiero compiuto (detto ciò, non sto dando affatto dello scemo a Cesare,
lui certe cose le scrive per provocazione. Ma altri no, ruttano invece di
riflettere)
Z
Moosbrugger
2006-09-17 15:58:44 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
scusami, io non parlavo della Fallaci
Mi riferivo al discorso del Papa.
Che è molto arguto.
La Fallaci non li ha sollevati (fra l'altro il Papa solleva vari problemi,
non uno solo. Le diverse visioni di Dio, la religione e la ragione, il logos
nella cultura cristiana, la tolleranza nel credo religioso, eccetera).
Tutto questo è un po' troppo complicato per la Fallaci e i suoi sostenitori.
Qui c'è gente che non ragiona, qui c'è gente che sputa addosso a chiunque
senza pensarci su due minuti.
La Fallaci era una di quelli. Poco importa che sputasse nella direzione
giusta - se vogliamo metterla così - era una che sì e no irretiva quelli a
livello di certa gente che scrive nei NG, appunto.
Le questioni sollevate dal Papa sono invece molto interessanti, soprattutto
perché poste con molta arguzia e finezza. A questo punto diventa imbattibile
sul piano logico formale.
Siccome comunque quelli bruciano e ammazzano, tanto vale incastrarli con la
ragione, visto che con la violenza ci si metterebbe al loro livello
(e molti lo auspicano).
Mi stupisco che certi problemi vengano sollevati da un religioso, mentre i
laici se ne stanno zitti e intimoriti all'idea che qualcuno si *offenda*.
Mah. Giustamente, nessuno si è mai offeso per la Fallaci. Ma per il Papa è
scoppiato l'inferno.
I musulmani mica sono scemi. Sanno riconoscere gli attacchi veramente
efficaci.
E quello del Papa (che fra l'altro credo non fosse nemmeno pensato come un
attacco, ma come una riflessione) lo è davvero. Perché costringe a
riflettere su argomenti dei quali essi non vogliono sentir parlare.
In questo senso, la Fallaci non ha mai invitato nessuno a riflettere.
Era appunto venerata da gente che di solito è incapace di formulare un
pensiero compiuto (detto ciò, non sto dando affatto dello scemo a Cesare,
lui certe cose le scrive per provocazione. Ma altri no, ruttano invece di
riflettere)
Z
Direi che sono abbastanza d'accordo. Anch'io ho letto il
discorso del Papa, e l'ho trovato molto ma molto ben scritto, e
soprattutto privo di qualsivoglia offesa per il mondo islamico.
Ho fatto il confronto con un'intervista all'ayatollah Montazeri
che ho letto ieri in un blog. Tieni presente che Montazeri in
Iran è considerato un religioso dissidente, ed è tenuto
praticamente agli arresti domiciliari, sebbene con grande
discrezione visto che è ultranovantenne. Beh, il confronto fra
la profondità dei due pensieri, pur nella diversità delle
situazioni (lectio magistralis una, intervista estemporanea
l'altra), è semplicemente imbarazzante per l'alto religioso
sciita : tanto di cappello a Ratzinger, che dimostra una
preparazione e una passione filosofica a prova di bomba.
Dove non sono molto d'accordo è sul fatto che gli islamici siano
incazzati perchè il discorso del Papa li costringe a riflettere
: IMHO sono incazzati semplicemente perchè riconoscono al Papa
un'autorità morale e intellettuale che certo non riconoscono
agli intellettuali veri e propri, in primis quelli dei loro
paesi, e i discorsi dei quali li lasciano abbastanza indifferenti.

Ciao

M.
Benedetto Zaccaria
2006-09-17 16:25:59 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 17:58:44 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
: IMHO sono incazzati semplicemente perchè riconoscono al Papa
un'autorità morale e intellettuale che certo non riconoscono
agli intellettuali veri e propri, in primis quelli dei loro
paesi, e i discorsi dei quali li lasciano abbastanza indifferenti.
Le masse sono incazzate perche' gli hanno detto di incazzarsi, magari
raccontando loro qualche colossale palla.

I capataz religiosi non so, direi che c'hanno provato.

So che si stanno disincazzando velocemente (Turchia docet) perche' si
sono accorti che darsi martellate nei coglioni fa molto male.

Cmq mentre la reazione islamica era prevedibile ed ampiamente scontata
non capisco, francamente la sortita del NYT.

Ma l'avranno lette le parole del Papa oppure e' stato il vecchio
riflesso pavloviano anticattolico ?




Benedetto Zaccaria
Seneca
2006-09-18 00:00:20 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 18:25:59 +0200, Benedetto Zaccaria
Post by Benedetto Zaccaria
Le masse sono incazzate perche' gli hanno detto di incazzarsi, magari
raccontando loro qualche colossale palla.
I capataz religiosi non so, direi che c'hanno provato.
So che si stanno disincazzando velocemente (Turchia docet) perche' si
sono accorti che darsi martellate nei coglioni fa molto male.
E' stato esattamente così. Basta guardare le espressioni dei
manifestanti e le faccie stolide dei bambini presi a portabandiera per
capirlo.
Post by Benedetto Zaccaria
Cmq mentre la reazione islamica era prevedibile ed ampiamente scontata
non capisco, francamente la sortita del NYT.
Guarda che le cazzate del NYT sono proverbiali. Ultimamente ne ha
fatte a catena.

S
Zazie-la-peste
2006-09-17 17:12:03 UTC
Permalink
Post by Moosbrugger
Dove non sono molto d'accordo è sul fatto che gli islamici siano
incazzati perchè il discorso del Papa li costringe a riflettere
: IMHO sono incazzati semplicemente perchè riconoscono al Papa
un'autorità morale e intellettuale che certo non riconoscono
agli intellettuali veri e propri, in primis quelli dei loro
paesi, e i discorsi dei quali li lasciano abbastanza indifferenti.
Beh, quel propagandista fecciarolo fanatico di Tariq Ramadan ha colto nel
segno, commentando il discorso del Papa.
Facendola semplice, il Papa parla dell'incontro fra il razionalismo, la
cultura greca, l'Illuminismo e il Cristianesimo.
Perlando di come la ragione si fonde con la fede, parlando del Logos e del
discorso su d-o e di D-o, egli fa chiaramente capire che in questo consiste
la storia del cattolicesimo, nel suo divenire e nel suo pensarsi.
Ora, Ramadan ha giustamente rilevato che si può desumere che l'Islam è privo
di tutto questo (specie di ciò che il Papa chiama la *ragione*), ed è questa
la ragione che lo rende una religione *immota*, statica, che non si evolve
mai perché l'immobilismo è nella sua stessa natura.
Qui Ramadan vede giusto.
A latere la storia della jihad, ma il fondo è proprio questo, e Ramadan ci
ha visto lo sfoggio di una cultura complessa, ma che si pone dei problemi, e
per questo va avanti.
Non che il Papa abbia detto che l'Islam è immobile, ma è chiaro che la
conclusione alla quale giunge Ramadan è quella giusta
Z
Moosbrugger
2006-09-17 17:50:25 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Beh, quel propagandista fecciarolo fanatico di Tariq Ramadan ha colto nel
segno, commentando il discorso del Papa.
Facendola semplice, il Papa parla dell'incontro fra il razionalismo, la
cultura greca, l'Illuminismo e il Cristianesimo.
Perlando di come la ragione si fonde con la fede, parlando del Logos e del
discorso su d-o e di D-o, egli fa chiaramente capire che in questo consiste
la storia del cattolicesimo, nel suo divenire e nel suo pensarsi.
Ora, Ramadan ha giustamente rilevato che si può desumere che l'Islam è privo
di tutto questo (specie di ciò che il Papa chiama la *ragione*), ed è questa
la ragione che lo rende una religione *immota*, statica, che non si evolve
mai perché l'immobilismo è nella sua stessa natura.
Qui Ramadan vede giusto.
A latere la storia della jihad, ma il fondo è proprio questo, e Ramadan ci
ha visto lo sfoggio di una cultura complessa, ma che si pone dei problemi, e
per questo va avanti.
Non che il Papa abbia detto che l'Islam è immobile, ma è chiaro che la
conclusione alla quale giunge Ramadan è quella giusta
BTW, per quanto ne so dell'Islam, è l'unica conclusione alla
quale si può giungere logicamente viste le premesse dottrinali.
Se l'Islam non incontra il Logos greco (e ancora non l'ha fatto
nè si può supporre che lo faccia *da un punto di vista interno
alla religione islamica*, come per il cattolicesimo il Vangelo
di Giovanni) è destinato a rimanere una religione
intrinsecamente fondamentalista, ma questo incontro potrebbe
significare lo snaturamento della sua essenza. Per questo
giustamente qualcuno diceva che non esiste Islam moderato, ma
solo buoni e cattivi musulmani. E' veramente un grosso problema,
e solo in parte potrei dire che non è un mio problema, visto che
con persone di religione islamica ci troviamo e ci troveremo
sempre più a convivere.

M.
Marco Marcelli
2006-09-17 18:05:50 UTC
Permalink
Per questo giustamente
qualcuno diceva che non esiste Islam moderato, ma solo buoni e cattivi
musulmani.
Hai centrato il problema, Moos.
Cosa siano i cattivi musulmani lo sappiamo; quello che invece tutti
credono di sapere, e non sanno, e' cosa siano i BUONI musulmani,
specialmente se rapportati a noi.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Moosbrugger
2006-09-17 18:19:13 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Per questo giustamente qualcuno diceva che non esiste Islam moderato,
ma solo buoni e cattivi musulmani.
Hai centrato il problema, Moos.
Cosa siano i cattivi musulmani lo sappiamo; quello che invece tutti
credono di sapere, e non sanno, e' cosa siano i BUONI musulmani,
specialmente se rapportati a noi.
Marco, ovviamente mi riferivo a "buoni" o "cattivi" musulmani in
senso islamico per giudicarne la maggiore o minore aderenza ai
dettami di questa religione, esattamente come si direbbe nello
stesso senso "buon cristiano" o "cattivo cristiano".

M.
Marco Marcelli
2006-09-17 18:25:49 UTC
Permalink
Marco, ovviamente mi riferivo a "buoni" o "cattivi" musulmani in senso
islamico per giudicarne la maggiore o minore aderenza ai dettami di
questa religione, esattamente come si direbbe nello stesso senso "buon
cristiano" o "cattivo cristiano".
Moos, e' ESATTAMENTE quello che intendevo io.
Dal punto di vista islamico.
Un BUON musulmano, per un musulmano, cos'e'? E' qualcosa che puo' andare
d'accordo con la filosofia occidentale?
Io sono certo di no.

Il CATTIVO musulmano, poi, sempre per i musulmani, puo' anche essere
(non solo) colui che viene ammazzato perche' attratto dal mondo occidentale.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Moosbrugger
2006-09-17 19:02:47 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Marco, ovviamente mi riferivo a "buoni" o "cattivi" musulmani in senso
islamico per giudicarne la maggiore o minore aderenza ai dettami di
questa religione, esattamente come si direbbe nello stesso senso "buon
cristiano" o "cattivo cristiano".
Moos, e' ESATTAMENTE quello che intendevo io.
Dal punto di vista islamico.
Ah, ok. Pardon. Però allora la tua idea che "sappiamo cos'è un
cattivo musulmano" (o uno buono) mi pare un po' ottimistica.

M.
Zazie-la-peste
2006-09-17 18:28:20 UTC
Permalink
"Moosbrugger" <***@yahoo.it> ha scritto nel messaggio news:HUfPg.27058$***@tornado.fastwebnet.it...
Zazie-la-peste ha scritto:
CUT
Post by Zazie-la-peste
Non che il Papa abbia detto che l'Islam è immobile, ma è chiaro che la
conclusione alla quale giunge Ramadan è quella giusta
BTW, per quanto ne so dell'Islam, è l'unica conclusione alla
quale si può giungere logicamente viste le premesse dottrinali.
direi proprio di sì!
Post by Zazie-la-peste
Se l'Islam non incontra il Logos greco (e ancora non l'ha fatto
nè si può supporre che lo faccia *da un punto di vista interno
alla religione islamica*, come per il cattolicesimo il Vangelo
di Giovanni) è destinato a rimanere una religione
intrinsecamente fondamentalista, ma questo incontro potrebbe
significare lo snaturamento della sua essenza.
perfetto
Post by Zazie-la-peste
Per questo
giustamente qualcuno diceva che non esiste Islam moderato, ma
solo buoni e cattivi musulmani. E' veramente un grosso problema,
e solo in parte potrei dire che non è un mio problema, visto che
con persone di religione islamica ci troviamo e ci troveremo
sempre più a convivere.
vedi che però il papa aveva colto nel segno?
Per forza che s'incazzano
Anche se solo pochi han capito
La maggioranza è gente, come dice Zaccaria, alla quale comandano di andare
in piazza a bruciar fantocci e chiese.
Z

M.
Jacopo Fiesco
2006-09-17 16:37:11 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
scusami, io non parlavo della Fallaci
Mi riferivo al discorso del Papa.
Che è molto arguto.
CUT
Post by Zazie-la-peste
Era appunto venerata da gente che di solito è incapace di formulare un
pensiero compiuto (detto ciò, non sto dando affatto dello scemo a Cesare,
lui certe cose le scrive per provocazione. Ma altri no, ruttano invece di
riflettere)
Bel post col quale fondamentalmente concordo. Rimangono però in piedi due
fatti: primo che la Fallaci rischia di essere ricordata per i suoi deliri
degli ultimi anni più che per tutto quello che ha fatto, il che è abbastanza
triste. Secondo che se la religione fosse vissuta come percezione e fatto
privato il mondo sarebbe molto ma molto migliore.

J.
Zazie-la-peste
2006-09-17 17:12:51 UTC
Permalink
Post by Jacopo Fiesco
Post by Zazie-la-peste
scusami, io non parlavo della Fallaci
Mi riferivo al discorso del Papa.
Che è molto arguto.
CUT
Post by Zazie-la-peste
Era appunto venerata da gente che di solito è incapace di formulare un
pensiero compiuto (detto ciò, non sto dando affatto dello scemo a Cesare,
lui certe cose le scrive per provocazione. Ma altri no, ruttano invece di
riflettere)
Bel post col quale fondamentalmente concordo. Rimangono però in piedi due
fatti: primo che la Fallaci rischia di essere ricordata per i suoi deliri
degli ultimi anni più che per tutto quello che ha fatto, il che è abbastanza
triste. Secondo che se la religione fosse vissuta come percezione e fatto
privato il mondo sarebbe molto ma molto migliore.
concordo assolutamente.
Z
Seneca
2006-09-17 13:01:26 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 13:31:45 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
te lo dico io quali valori
Il primo, unico e fondamentale: la libertà di espressione, e cioé il primo
emendamento USA
Non si può far satira (vignette Maometto), il Papa non può esprimersi in un
discorso *teologico* in una facoltà *teologica* cattolica, sennò si ammazza
subito una suora (in Somalia) e si brucia qualche chiesa.
Io non tollero che la libertà di espressione venga minimanete messa in
dubbio con la violenza.
Siamo al punto che tutti qui chiedono al Papa di scusarsi perché sennò
quelli s'incazzano.
Ma che s'incazzino, ma vogliamo scherzare?
No, dico, se qualcuno fa una vignetta satirica su Prodi, o dice che pensa
che Prodi sia scemo, allora Prodi va e gli brucia la casa?
Ma siamo fuori?????????????
Come hai fatto a compilare un ragionamento una volta tanto giusto e
sensato???

S.
Zazie-la-peste
2006-09-17 13:46:26 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sun, 17 Sep 2006 13:31:45 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
te lo dico io quali valori
Il primo, unico e fondamentale: la libertà di espressione, e cioé il primo
emendamento USA
Non si può far satira (vignette Maometto), il Papa non può esprimersi in un
discorso *teologico* in una facoltà *teologica* cattolica, sennò si ammazza
subito una suora (in Somalia) e si brucia qualche chiesa.
Io non tollero che la libertà di espressione venga minimanete messa in
dubbio con la violenza.
Siamo al punto che tutti qui chiedono al Papa di scusarsi perché sennò
quelli s'incazzano.
Ma che s'incazzino, ma vogliamo scherzare?
No, dico, se qualcuno fa una vignetta satirica su Prodi, o dice che pensa
che Prodi sia scemo, allora Prodi va e gli brucia la casa?
Ma siamo fuori?????????????
Come hai fatto a compilare un ragionamento una volta tanto giusto e
sensato???
Seneca, io credo che tu abbia una certa qual stanchezza post vacanziera, in
questi giorni...
Z
Seneca
2006-09-17 12:59:27 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 12:59:54 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
M.
Mi pare abbastanza facile. I valori minacciati dall'Islam sono tutti
quelli che non sono valori islamici (fatwa, jihad e sharia incluse)

Il pensiero debole e molle dell'Occidente è quello espresso dagli
attuali governi, ambigui, sinistri (cioè di sinistra), doppio
giochisti, che imperversano in Europa , Inghilterra esclusa.

I valori non molli (ma non sono occidentali) son quelli della Cina e
della Russia e in un certo senso, ma molto più blando, quelli degli
USA, Canada, Australia)

S
Zazie-la-peste
2006-09-17 13:47:33 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sun, 17 Sep 2006 12:59:54 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
M.
Mi pare abbastanza facile. I valori minacciati dall'Islam sono tutti
quelli che non sono valori islamici (fatwa, jihad e sharia incluse)
Il pensiero debole e molle dell'Occidente è quello espresso dagli
attuali governi, ambigui, sinistri (cioè di sinistra), doppio
giochisti, che imperversano in Europa , Inghilterra esclusa.
Seneca, ti annuncio (e spero che il tuo amico fico libanese te lo confermi)
che Germania e Francia sono contrarie alla Turchia in Europa mentre la GB è
favorevole.
Commentami questa
Z
Seneca
2006-09-18 00:27:20 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 15:47:33 +0200, "Zazie-la-peste" <zaziesempre
Post by Zazie-la-peste
Seneca, ti annuncio (e spero che il tuo amico fico libanese te lo confermi)
che Germania e Francia sono contrarie alla Turchia in Europa mentre la GB è
favorevole.
Commentami questa
Z
Il mio amico fico-libanese traduce solo quello che ascolta su Al
Jazeera. E' una cortesia che mi fa in cambio dell'ospitalità. Mi
guardo bene dal tormentarlo con richieste para-teologiche che
riguardano i rapporti siro maroniti o siro melchiti nei confronti
dell'Islam. Mi ha spiegato invece con molta cognizione di causa il
rapporto copto-musulmano, che potrebbe sembrare non interessante se la
religione copta non fosse quella della grande Russia.
Pare che non sia invece possibile definire alcun punto d'incontro fra
il buddismo cinese e l'Islam. Questo perchè la cancellazione che fu
fatta prima, durante e dopo la rivoluzione culturale è da considerarsi
definitiva. Si pensa che questo stato di cose, con la mancanza di
freni inibitori moral-religiosi, rappresenti la molla principale dello
sviluppo boommistico e espansionistico cinese, che fra non molto, dopo
aver provocato fallimenti a catena nel mondo occidentale. ormai
piegato ai suoi piedi (anche Prodi l'ha detto "
svegliatevi...ragasuoli...che siamo in ritardo....) sarà quello che
spezzerà la spada islamica con argomenti che ai mercanti arabi
piaceranno moltissimo.

Quanto alla Turchia mi risulta che quelli che son contrari sono i
francesi e gli olandesi che hanno rigettato la costituzione. La
Germania ne ha 5 milioni in casa, fa con la Turchia affari d'oro, non
vedo perchè dovrebbe esser contraria. Forse potrebbe andare a
colonizzarli, tanto in Turchia parlano tutti tedesco. Comunque cita
qualche fonte.
La GB non mi proccupa. Si sa che quando c'è qualche casino
internazionale ci si ficca sempre. Ricordi quando amministrava la
Palestina per mandato della Società delle Nazioni?

S
Moosbrugger
2006-09-17 15:46:02 UTC
Permalink
Post by Seneca
Il Sun, 17 Sep 2006 12:59:54 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Mi piacerebbe capire a quali "valori minacciati dall'Islam, dal
pensiero debole e dalla mollezza dell'Occidente" ti riferisci.
M.
Mi pare abbastanza facile. I valori minacciati dall'Islam sono tutti
quelli che non sono valori islamici (fatwa, jihad e sharia incluse)
Il pensiero debole e molle dell'Occidente è quello espresso dagli
attuali governi, ambigui, sinistri (cioè di sinistra), doppio
giochisti, che imperversano in Europa , Inghilterra esclusa.
I valori non molli (ma non sono occidentali) son quelli della Cina e
della Russia e in un certo senso, ma molto più blando, quelli degli
USA, Canada, Australia)
E' una risposta talmente vaga da non essere una risposta. *Io*
lo so benissimo quali sono i valori della civiltà occidentale
che *io* vorrei difendere, e so benissimo quali di questi valori
non sono generalmente applicati nei paesi islamici. Quelli che
fra le altre cose ha espresso Zazie. Ciò che vorrei cortesemente
sapere è : quali sono i valori occidentali la messa in
discussione dei quali avrebbe determinato tanto del successo dei
libri della Fallaci presso i suoi lettori, come sostiene Cesare
? Spero che ora sia più chiaro.

M.
Seneca
2006-09-18 01:04:46 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 17:46:02 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
E' una risposta talmente vaga da non essere una risposta. *Io*
lo so benissimo quali sono i valori della civiltà occidentale
che *io* vorrei difendere, e so benissimo quali di questi valori
non sono generalmente applicati nei paesi islamici. Quelli che
fra le altre cose ha espresso Zazie. Ciò che vorrei cortesemente
sapere è : quali sono i valori occidentali la messa in
discussione dei quali avrebbe determinato tanto del successo dei
libri della Fallaci presso i suoi lettori, come sostiene Cesare
? Spero che ora sia più chiaro.
M.
Eri stato chiaro anche prima. Non è questo il problema. Tu sai
benissimo quali sono i valori della civiltà occidentale.Lo sappiamo
tutti (se siamo in buona fede) Sono esattamente il contrario dei
valori musulmani.
Non è costruttivo parlare di logica, di filosofia, del "logos" di
teorie per la comprensibilità di Dio o della sua traduzione in arabo o
in altre lingue e della convivenza fra religioni. Questo può esser
valido con ogni altra religione, ma non con l'Islam, che non è una
religione, ma l'espressione del male puro, della morte, della
vendetta, della schiavitù e della fede in un Dio che vuole la guerra
santa con i suoi soldati scelti.
I valori della nostra civilità sono valori etici, morali,
intellettuali, artistici. Noi crediamo nella libertà, nell'uguaglianza
fra uomo e donna, etc. etc., tutto quello che anche tu sai.
Loro sono pecore irreggimentate che reagiscono come dei replicanti o
dei cloni ai comandi dei loro crudelissimi burrattinai. Si fanno
saltare in aria a comando. Considerano le donne come esseri inferiori.
Non danno spazio alla libertà altrui e alla religione altrui. Oggi
hanno bruciato qualche chiesetta delle poche che ci sono fra loro.
Vogliono ed ottengono però le loro moschee da noi. Prova a far
celebrare una Messa nella penisola arabica? Anche nella laica Tunisia,
domenica scorsa sono andato a Messa alle 9 del mattino, dove sotto lo
sguardo vigile di diversi poliziotti è consentito quel rito cattolico
una sola volta alla settimana , a porte aperte, perchè gli Iman hanno
imposto che debba essere così, controllando dall'esterno quello che di
"satanico" può accadere in una chiesa cattolica. La Messa può solo
esser celebrata in lingua francese ed è tollerata la presenza di un
solo prete nella capitale, che è un polacco, il quale per combinazione
era in aereo con me ed ho avuto modo di conoscere nel viaggio di
andata.
Che altro tipo di valori possono esistere fra i musulmani? Dimmelo tu.
Io non ne conosco.
E che importanza può avere sapere quali sono i valori che hanno reso
celebri i libri della Fallaci? Nessuna. Perchè i valori espressi dalla
Fallaci sono quelli comuni a tutto il mondo occidentale. Sono i valori
della civilità. Solo che lei li ha raccontati col suo stile, col suo
sangue, col suo impeto, con la sua rabbia. La stessa "rabbia e
orgoglio" con cui descrisse la distruzione delle torri gemelle. E
questo è piaciuto alla gente ed ha venduto milioni di copie. Tutto
quì, non c'è nessun mistero sotto.
E per non essere frainteso ripeto:
Non riconosco alcun valore etico, morale, scientifico e religioso ai
musulmani, moderati o estremisti che siano.
Per quanto riguarda l'arte non mi piace la loro musica . L'arte
figurativa non esiste. L'architettura tranne pochi capolavori che si
contano sulla punta delle dita, come Isfahan o Shiraz e magari anche
l'Alhambra di Granada, trovo il resto uguale e monotono da sempre.
Nulla si rinnova e nei loro stucchi si legge inesorabilmente e senza
fine la famosa frase " La, Ilà, Illalah, Mohamed Rasul Hallah".
Ciò detto, aggiungo che se non avessero in mente di cambiare o
distruggere la nostra civilità, per me potrebbero continuare a vivere
nei loro deserti da bravi beduini nomadi a cammellati, como sono
sempre stati, riproducendosi fra loro ma alla larga dal nostro mondo.
E dico questo perchè chi è arrivato a disprezzare la sacralità della
vita non merita un posto in uno spazio umano e civile.
Quanto poi al petrolio e al gas che si trova nei loro territori, è un
altro problema. Cerchiamo le alternative. Sicuramente ci sono.

S.
Cesare Cioni
2006-09-17 11:49:10 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Post by Seneca
Forse è come dici tu.
No.
Gli ultimi libri della Fallaci ( che non sono solo un'invettiva, ma un
vero e proprio grido di allarme, un lancinante violento richiamo ai
nostri valori mai cosi' minacciati, sia dall'Islam che dal pensiero
debole e dalla mollezza dell'Occidente ) hanno avuto lo straordianrio
successo che hanno avuto e venduto milioni e milioni di copie in tutto
il mondo, proprio perche' molti hanno ricevuto e recepito la
drammaticita' del messaggio.
La Fallaci ha fatto il gioco dei fondamentalisti. Ha accettato di andare
sul loro terreno, quello dello scontro tra religioni e civilità: quello
in cui loro sono più forti, perché più numerosi, più motivati, più
disposti a tutto. Non potendo sterminarli (neanche se volessimo), mentre
a loro basta n attacco ogni tanto per farci perdere la luce della
ragione e farci rinunciare ai nostri principi (che sono i loro veri
nemici), in uno scontro diretto siamo destinati a soccombere. l3unica
nostra speranza è trovare il modo di convivere, e con il tempo
(generazioni, probabilmente) e con l'esempio incrinare i loro, di
principi.

Dite che ragionare serve a poco? Se in casa tua c'è un bestione di due
metri, intacctivito e con una catena, lo scontro fisico è sicuramente la
soluzione peggiore. Bisogna cercare di parlargli, in qualche modo
calmarlo, fargli perdere tempo, distrarlo dal suo obiettivo...


Cesare
Marco Marcelli
2006-09-17 12:48:53 UTC
Permalink
Post by Cesare Cioni
Dite che ragionare serve a poco? Se in casa tua c'è un bestione di due
metri, intacctivito e con una catena, lo scontro fisico è sicuramente la
soluzione peggiore. Bisogna cercare di parlargli, in qualche modo
calmarlo, fargli perdere tempo, distrarlo dal suo obiettivo...
Oppure cercare di ucciderlo ("Nessuno" docet...)
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Marco Marcelli
2006-09-17 09:19:48 UTC
Permalink
Post by Seneca
Se ha detto in modo sbagliato delle verità, chi non l'ha ascoltata ha
sbagliato doppiamente
Nella societa' mediatica in cui viviamo dire verita' in modo sbagliato
equivale a dire bugie.
L'Oriana l'ho conosciuta solo attraverso un documentario a lei dedicato
e trasmesso l'anno scorso. Mi colpi' una personalita' cosi' dura e
diretta, ma capii anche perche' in tanti l'avessero messa all'indice.

Non dico certo che abbiano fatto bene: dico solo che capisco perche' sia
successo.

Su quello che denunciava, troppe volte ho fatto il parallelo tra
l'Europa e l'Impero Romano alla fine del quarto secolo (disfacimento,
rilassamento, imbarbarimento): non lo faro' piu', tanto e' inutile.

Perche' una cosa e' certa: ora stiamo parlando degli islamici, ma dei
centramericani e dei cinesi, perche' non parla nessuno?

Fra trent'anni i discendenti di Leonardo e Michelangelo si chiameranno
Ahmed, Cin-Cian e Miguel.

Allegria.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Seneca
2006-09-17 13:12:05 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 11:19:48 +0200, Marco Marcelli
Post by Marco Marcelli
Post by Seneca
Se ha detto in modo sbagliato delle verità, chi non l'ha ascoltata ha
sbagliato doppiamente
Nella societa' mediatica in cui viviamo dire verita' in modo sbagliato
equivale a dire bugie.
L'Oriana l'ho conosciuta solo attraverso un documentario a lei dedicato
e trasmesso l'anno scorso. Mi colpi' una personalita' cosi' dura e
diretta, ma capii anche perche' in tanti l'avessero messa all'indice.
Non dico certo che abbiano fatto bene: dico solo che capisco perche' sia
successo.
Su quello che denunciava, troppe volte ho fatto il parallelo tra
l'Europa e l'Impero Romano alla fine del quarto secolo (disfacimento,
rilassamento, imbarbarimento): non lo faro' piu', tanto e' inutile.
Perche' una cosa e' certa: ora stiamo parlando degli islamici, ma dei
centramericani e dei cinesi, perche' non parla nessuno?
Fra trent'anni i discendenti di Leonardo e Michelangelo si chiameranno
Ahmed, Cin-Cian e Miguel.
Allegria.
Marco, impara a quotare, io non ho mai scritto quello che tu riporti !

Seneca
Marco Marcelli
2006-09-17 13:53:38 UTC
Permalink
Post by Seneca
Marco, impara a quotare, io non ho mai scritto quello che tu riporti !
Cosa stai dicendo??
L'hai scritto ierisera alle 23:37
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Seneca
2006-09-18 01:07:23 UTC
Permalink
Il Sun, 17 Sep 2006 15:53:38 +0200, Marco Marcelli
Post by Marco Marcelli
Post by Seneca
Marco, impara a quotare, io non ho mai scritto quello che tu riporti !
Cosa stai dicendo??
L'hai scritto ierisera alle 23:37
Marco, con tutto il rispetto, non ho scritto quel post. Se lo trovi
riportami l'originale. L'ho letto per la prima volta scritto da te.
sorry

Seneca
Danny Rose
2006-09-17 13:44:08 UTC
Permalink
Post by Seneca
Chi piangerà questa volta l'olocausto
degli ebrei?
Mi auguro non ci sia più alcun olocausto da piangere. Nel senso che chi
tocca gli Ebrei se ne deve pentire subito. Non so se hai visto Munich. Ecco,
io mi sono identificato, fra gli altri, nel personaggio che dice questa
battuta.

Non certamente gli ebrei italiani chè quelli non hanno le
Post by Seneca
palle.
Non credere. Li conosci così bene? A me non pare.

dR
Seneca
2006-09-18 01:25:33 UTC
Permalink
Post by Danny Rose
Post by Seneca
Chi piangerà questa volta l'olocausto
degli ebrei?
Mi auguro non ci sia più alcun olocausto da piangere. Nel senso che chi
tocca gli Ebrei se ne deve pentire subito. Non so se hai visto Munich. Ecco,
io mi sono identificato, fra gli altri, nel personaggio che dice questa
battuta.
Non ho ancora visto il film, malgrado abbia il DVD. Ho letto che non
vale gran che.
Post by Danny Rose
Non certamente gli ebrei italiani chè quelli non hanno le
Post by Seneca
palle.
Non credere. Li conosci così bene? A me non pare.
dR
Ne conosco abbastanza. Spero di sbagliarmi, ma molti di loro sono
stati quelli che per primi hanno criticato il fatto che Israele si sia
difesa entrando in Libano col disegno di annientare gli Hesbollah. Ma
purtroppo non ha finito il lavoro e questo si rivelerà uno dei più
grandi errori strategici commessi da Israele. Questo armistizio, senza
disamo degli Hesbollah, affidato a pochi soldati libanesi, male armati
con tank ancora della seconda guerra mondiale, aiutati dagli
italiani, francesi etc, non lascia prevedere nulla di buono. Ieri
hanno beccato un camion carico di armi proveniente dall'Iran alla
frontiera siro-libanese e lo hanno sequestrato. Ma quanti altri ne
entreranno? Tu sei ottimista. Io no. Forse perchè di guerre ne ho
viste diverse e questa puzza di una trappola come quella di aver
fermato il generale Schwarzkopf quando stava per beccare Saddan al
tempo di Bush padre.
Cambiando discorso volevo dirti che ho visto in DVD il secondo film di
Kubrick, Il bacio dell'assassino, ma mi ha deluso. E' stranamente
pieno anche di errori formali tipo salti di asse etc. L'hai visto?
Come lo spieghi? Hai visto il primo, Paura e Desiderio, che invece non
riesco a trovare ?

Ciao

Seneca
m***@adelphia.net
2006-09-17 15:06:38 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Oriana Fallaci e' morta.
.
Post by Benedetto Zaccaria
Benedetto Zaccaria
Mi dispiace. Era una donna coraggiosa che con la sua retorica violenta
cercava di aprirci gli occhi. Grazie Oriana!

Leggo in un giornale italiano di ieri,(quoto a memoria perche' non ho
l'articolo sotto mano) a proposito del discorso del Papa:

"Dobbiamo capire che il Maometto sanguinario, che sguaina la spada per
convertire con la forza, e' una cosa del passato e non ritornera' mai
piu'"

A questo proposito, vorrei ricordare un solo nome: Darfur. Ma anche
Tailandia, Cecenia, Filippine etc.
E' vero, L'Europa si sta facendo islamizzare senza colpo ferire, in
modo, per la maggior parte, incruento ma cosa avverra' quando, in un
paio di decenni, saranno la maggioranza o quasi? Vedremo allora che
cosa ne sara' delle minoranze cristiane, ebree e atee, che professano
liberta' di pensiero,di espressione,di religione.
Se non sbaglio la signora Zazie e' ebrea: spero che sappia nuotare....
:)

Marisa
Seneca
2006-09-18 01:35:52 UTC
Permalink
Post by m***@adelphia.net
A questo proposito, vorrei ricordare un solo nome: Darfur. Ma anche
Tailandia, Cecenia, Filippine etc.
Nelle Filippine, al tempo di Marcos, i musulmani erano il 7% della
popolazione e vivevano nelle isole Sulu e a Mindanao. Oggi sono
cresciuti del 3% perchè anche le donne presdentesse, compresa
l'attuale Gloria Arroyo hanno mantenuto le stesse strategie collaudate
dai Marcos. Il problema è l' Indonesia, il più grande arcipelago del
mondo (13.000 isole) dove i musulmani sono circa 240 milioni. Per ora
sono abbastanza tranquilli e il culto della morte, del suicidio, degli
uomini bomba non ha ancora attecchito come in altre parti. Però ci
sono.
In Tailandia le scaramuccie sono limitate al sud e la minoranza
musulmana non ce la fara mai a sradicare la religione buddista così
profondamente e intensamente vissuta in quel paese.
Post by m***@adelphia.net
E' vero, L'Europa si sta facendo islamizzare senza colpo ferire, in
modo, per la maggior parte, incruento ma cosa avverra' quando, in un
paio di decenni, saranno la maggioranza o quasi? Vedremo allora che
cosa ne sara' delle minoranze cristiane, ebree e atee, che professano
liberta' di pensiero,di espressione,di religione.
Non aspettarti una risposta su questo gruppo. Quì son quasi tutti
contenti che questo accada....

Seneca

Continua a leggere su narkive:
Loading...