Discussione:
OT - Esterofilia ?
(troppo vecchio per rispondere)
Benedetto Zaccaria
2006-04-17 16:38:12 UTC
Permalink
La moda - instaurata dai sinistri e quando capita ripresa anche dai
destri - di esibire trionfalisticamente esemplari condanne di giornali
esteri sui fattacci italiani, non e' esterofilia.

E'semplice complesso d'inferiorita' e becero provincialismo.

Che il Financial Times adesso condanni le ricette di Prodi a me, che
Prodi detesto, non me ne puo' fregare di meno.

E siccome so dirigere uno Stabilimento Petrolifero e forse tracciare
qualche rotta marina, ma di economia so una sega, non m'impanco a
giudicare.

Penso e ritengo che da noi abbiamo cervelli in grado di far marciare
l'Azienda Italia anche senza calarci le brache davanti a un
giornalista britannico sia che dica che Berlusconi e' una grandissima
merda sia che lo dica di Prodi.

Capisco di essere in stretta minoranza, ma tant'e.





Benedetto Zaccaria
Giovanni Lagnese
2006-04-17 16:54:31 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
La moda - instaurata dai sinistri e quando capita ripresa anche dai
destri - di esibire trionfalisticamente esemplari condanne di giornali
esteri sui fattacci italiani, non e' esterofilia.
E'semplice complesso d'inferiorita' e becero provincialismo.
Che il Financial Times adesso condanni le ricette di Prodi a me, che
Prodi detesto, non me ne puo' fregare di meno.
E siccome so dirigere uno Stabilimento Petrolifero e forse tracciare
qualche rotta marina, ma di economia so una sega, non m'impanco a
giudicare.
Penso e ritengo che da noi abbiamo cervelli in grado di far marciare
l'Azienda Italia anche senza calarci le brache davanti a un
giornalista britannico sia che dica che Berlusconi e' una grandissima
merda sia che lo dica di Prodi.
Capisco di essere in stretta minoranza, ma tant'e.
Quoto.



GL
Danny Rose
2006-04-17 19:13:56 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
anche senza calarci le brache davanti a un
giornalista britannico
L'hai letto l'articolo? E' abbastanza specialistico, sui media ne è stata
data un'idea decisamente semplicistica.

dR
piero
2006-04-17 21:23:38 UTC
Permalink
Post by Danny Rose
Post by Benedetto Zaccaria
anche senza calarci le brache davanti a un
giornalista britannico
L'hai letto l'articolo? E' abbastanza specialistico, sui media ne è stata
data un'idea decisamente semplicistica.
Beh, il FT è il primo media estero che dice le cose come stanno: Prodi e la
sue eterogenea
e risicata coalizione, largamente rappresentata dai comunisti inveterati,
non porteranno nessuna parte.

Anche un bambino sarebbe giunto alle stesse conclusioni del FT.
Luca Logi
2006-04-17 19:49:12 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Che il Financial Times adesso condanni le ricette di Prodi a me, che
Prodi detesto, non me ne puo' fregare di meno.
E siccome so dirigere uno Stabilimento Petrolifero e forse tracciare
qualche rotta marina, ma di economia so una sega, non m'impanco a
giudicare.
Penso e ritengo che da noi abbiamo cervelli in grado di far marciare
l'Azienda Italia anche senza calarci le brache davanti a un
giornalista britannico sia che dica che Berlusconi e' una grandissima
merda sia che lo dica di Prodi.
Uno dei pochi lussi che mi posso permettere è quello di leggere tre
volte alla settimana l'International Herald Tribune (abitudine presa in
viaggio, quando giornali italiani non se ne trovano) e quasi tutte le
settimane l'Economist (che si trova veramente dappertutto).

Dopo un po' di tempo, però, ci si rende conto di alcune cose.

1. Per duri che possano essere con Prodi e Berlusconi, non sono meno
duri con i loro politici. Se il Manifesto osasse pubblicare le vignette
su Bush che pubblica il New York Times (dipinto come un bambino che
gioca con il cavalluccio a dondolo mentre zio Cheney è il vero adulto
della famiglia), tutti sarebbero scandalizzati e leverebbero alti lai di
antiamericanismo e di offesa alla dignità della prima democrazia del
mondo. E' che, francamente parlando, in Italia c'è una certa allergia
alla critica.

2. Osservo un curioso fenomeno: che certe notizie che leggo per esempio
sull'Economist, le ritrovo mediamente dopo due settimane sull'inserto
del lunedi del corriere della sera. Due settimane sembra essere il tempo
medio per metabolizzare e tradurre un articolo.

Però, con il tempo, mi sono reso conto di un altro fenomeno: che se un
concetto compare sull'Economist (conosco meno il Financial Times, ma il
meccanismo sarà per forza analogo), non è perchè l'articolista sia un
aruspice che interpreta dall'alto della sua saggezza i segni divini, ma
è perchè operatori politici e finanziari ne stanno discutendo come dato
di fatto da due settimane. L'Economist non è il faro che indica la via,
è il riassunto di quello che dicono (o sembrano dire) tutti.

Per cui, se oggi il Financial Times dice di scommettere sulla ceduta dei
titoli di stato italiani, non devi prenderlo tanto come un commento
sull'Italia, quanto piuttosto l'osservazione che con ogni probabilità
hedge fund inglesi e americani lo stanno già facendo da settimane se non
da mesi, e non è un caso che da un po' di tempo si tenga sotto
sorveglianza la differenza fra tassi di interesse italiani e tedeschi
per titoli di analoghe caratteristiche - esiste una intera classe di
operatori finanziari che campano su differenze di un centesimo di punto
percentuale, e stai tranquillo che nulla passa inosservato.

Sul discorso del Financial Times ho, a naso, due riserve: la prima, che
se tutti gli speculatori adottano la stessa tattica, il prezzo sul
mercato si muove fino ad annullarla - per cui in generale le tattiche
speculative annunciate sui massimi quotidiani sono già al loro
capolinea. Seconda riserva, tutti gli osservatori lamentano negli ultimi
mesi movimenti dei tassi delle obbligazioni non facilmente
comprensibili. Il rischio di prendere una cantonata è grande, così come
è grande il rischio che i paesi che vengono presi a metro di misura come
Germania e USA si rivelino non stare molto meglio di noi.
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
Schillogeno
2006-04-17 22:04:50 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
Per cui, se oggi il Financial Times dice di scommettere sulla ceduta dei
titoli di stato italiani, non devi prenderlo tanto come un commento
sull'Italia, quanto piuttosto l'osservazione che con ogni probabilità
hedge fund inglesi e americani lo stanno già facendo da settimane se non
da mesi, e non è un caso che da un po' di tempo si tenga sotto
sorveglianza la differenza fra tassi di interesse italiani e tedeschi
per titoli di analoghe caratteristiche - esiste una intera classe di
operatori finanziari che campano su differenze di un centesimo di punto
percentuale, e stai tranquillo che nulla passa inosservato.
Prova pratica: guardate l'andamento dei Fondi Monetari e
Obbligazionari Medio Lungo Termine nell'ultimo anno e specialmente da
dicembre sin qui.
Il tutto con tre e due rialzi dei tassi della BCE.

Schillogeno
-----------
"A composer is a guy who goes around forcing his will on
unsuspecting air molecules,often with the assistance of
unsuspecting musicians." Frank Zappa, 1940-1993.
Zazie-la-peste
2006-04-18 09:14:25 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
Per cui, se oggi il Financial Times dice di scommettere sulla ceduta dei
titoli di stato italiani, non devi prenderlo tanto come un commento
sull'Italia, quanto piuttosto l'osservazione che con ogni probabilità
hedge fund inglesi e americani lo stanno già facendo da settimane se non
da mesi, e non è un caso che da un po' di tempo si tenga sotto
sorveglianza la differenza fra tassi di interesse italiani e tedeschi
per titoli di analoghe caratteristiche - esiste una intera classe di
operatori finanziari che campano su differenze di un centesimo di punto
percentuale, e stai tranquillo che nulla passa inosservato.
quoto assolutamente.
E' ovvio che l'articolo fa riferimento a quello
Post by Luca Logi
Sul discorso del Financial Times ho, a naso, due riserve: la prima, che
se tutti gli speculatori adottano la stessa tattica, il prezzo sul
mercato si muove fino ad annullarla - per cui in generale le tattiche
speculative annunciate sui massimi quotidiani sono già al loro
capolinea. Seconda riserva, tutti gli osservatori lamentano negli ultimi
mesi movimenti dei tassi delle obbligazioni non facilmente
comprensibili. Il rischio di prendere una cantonata è grande, così come
è grande il rischio che i paesi che vengono presi a metro di misura come
Germania e USA si rivelino non stare molto meglio di noi.
quoto anche questo
Z
Pulipulipulifailpulcino
2006-04-18 10:21:08 UTC
Permalink
Il 18 Apr 2006, 11:14, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
quoto assolutamente.
E' ovvio che l'articolo fa riferimento a quello
cut

ahiahiahi, zazie. Non è che tu debba sentirti obbligata a capirci qualcosa.



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Zazie-la-peste
2006-04-18 17:03:56 UTC
Permalink
Post by Pulipulipulifailpulcino
Il 18 Apr 2006, 11:14, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
quoto assolutamente.
E' ovvio che l'articolo fa riferimento a quello
cut
ahiahiahi, zazie. Non è che tu debba sentirti obbligata a capirci qualcosa.
io non capisco
ma chiedo a chi capisce e poi riferisco
:-)
Z
Pulipulipulifailpulcino
2006-04-18 17:46:35 UTC
Permalink
Il 18 Apr 2006, 19:03, "Zazie-la-peste"
Post by Pulipulipulifailpulcino
Post by Pulipulipulifailpulcino
Il 18 Apr 2006, 11:14, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
quoto assolutamente.
E' ovvio che l'articolo fa riferimento a quello
cut
ahiahiahi, zazie. Non è che tu debba sentirti obbligata a capirci
qualcosa.
io non capisco
ma chiedo a chi capisce e poi riferisco
:-)
allora ti informi presso chi non capisce.
F+T



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Danny Rose
2006-04-18 18:57:15 UTC
Permalink
Post by Pulipulipulifailpulcino
allora ti informi presso chi non capisce.
Dai, spiegaci. Siamo tutt'occhi e tutt'orecchi.

dR
Giorgio
2006-04-18 18:59:07 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
La moda - instaurata dai sinistri e quando capita ripresa anche dai
destri - di esibire trionfalisticamente esemplari condanne di giornali
esteri sui fattacci italiani, non e' esterofilia.
E'semplice complesso d'inferiorita' e becero provincialismo.
quoto.
ICSDCS
2006-04-18 21:01:14 UTC
Permalink
On Mon, 17 Apr 2006 18:38:12 +0200, Benedetto Zaccaria
Post by Benedetto Zaccaria
La moda - instaurata dai sinistri e quando capita ripresa anche dai
destri - di esibire trionfalisticamente esemplari condanne di giornali
esteri sui fattacci italiani, non e' esterofilia.
E'semplice complesso d'inferiorita' e becero provincialismo.
Purtroppo ciò accade con la complicità di buona parte dell'Italia
stessa. In generale, nel resto d'Europa, l'orgoglio nazionale e
l'amore per la propria terra sono più forti delle divisioni politiche.
La competizione politica e l'ambizione di potere si fermano di fronte
agli insulti o alle critiche rivolti al proprio paese, e tutte le
parti politiche fanno in tali casi squadra unica. In Italia questo non
accade, perché la violenza e il desiderio di potere della sinistra
sono più forti del del patriottismo, e sono disposti a sacrificare il
proprio orgoglio nazionale e popolare ogni volta che sia possibile
fare uno sgambetto alla parte politica avversa tanto detestata.
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere e fa
letteralmente dire quello che vuole contro Berlusconi ed il suo
governo, arrivando al paradosso di molti giornalisti stranieri che
neppure mettono mai piede in Italia (o lo fanno raramente, più come
turisti che altro) e che si accontentano di scrivere sui loro giornali
i trafiletti che la stessa sinistra italiana prepara per loro (questa
è cosa nota da anni). Poi, fatto ciò, Prodi si rivolge al centrodestra
dicendo che quest'ultimo ha diviso il paese.

ICS
v i n i x ©
2006-04-18 21:46:36 UTC
Permalink
On Tue, 18 Apr 2006 23:01:14 +0200, ICSDCS
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere e fa
letteralmente dire quello che vuole contro Berlusconi ed il suo
governo
Non credo affatto che la sinistra controlli le redazioni estere.
Penso che la situazione sia un po' più articolata.

Per prima cosa c'è sempre un po' il gusto giornalistico di parlare
male degli altri. E poi c'è l'anomalia Berlusconi, perché il Berlusca
è sicuramente un'anomalia. Il fatto però è che tangentopoli ha reso
l'italia politicamente assolutamente anomala e all'estero questo
aspetto non viene affatto colto. Inoltre non concepiscono il fatto che
Berlusconi sia proprietario di tre canali TV. Ma non sanno cos'è
davvero la RAI e cosa succede nella televisione di stato quando
mettono alla presidenza gente come Zaccaria. Non lo concepiscono
perché è francamente inconcepibile.

Poi c'è la nostra sinistra. Guarda che ora la madre di tutte le
nefandezze è Berlusconi. Ma prima era Craxi e prima ancora Andreotti.
E Leone e Cossiga e così via. E Reagan era deficiente e la Tatcher
idiota e Bush è deficiente ... E Montanelli era un cretino. E Buzzati
un obrobrio.
Si può anche ragionare sul fatto che Calderoli non sia una cima, ma se
te lo viene a raccontare uno con la conformazione cranica di Fabio
Mussi ...

ciao
ICSDCS
2006-04-18 23:12:34 UTC
Permalink
Post by v i n i x ©
Non credo affatto che la sinistra controlli le redazioni estere.
Penso che la situazione sia un po' più articolata.
Ho usato il termine sbagliato "(controlla") per velocità di scrittura.
Diciamo che "suggerisce" a giornali "amici" ciò che essi devono dire
per sputtanare Berlusconi e il suo governo, in modo che questo sia
screditato il più possibile a livello internazionale e che l'eco di
questo discredito arrivi anche in Italia, influenzi l'opinione
pubblica ( "Visto, anche in Germania dicono che...") e possa essere
usata come arma durante la campagna elettorale (come infatti è
accaduto). Resta un dato di fatto che solo Moosbrugger non vede: a
scrivere sull'Italia nei giornali esteri è spesso gente che non ha mai
messo piede in Italia e che per scrivere si basa solo su quanto già
appare nei principali quotidiani italiani (che guarda caso, benché
siano tutti censurati dal regime di Berlusconi, sono di
centrosinistra)

ics
Luca Logi
2006-04-19 05:50:21 UTC
Permalink
Post by v i n i x ©
Si può anche ragionare sul fatto che Calderoli non sia una cima, ma se
te lo viene a raccontare uno con la conformazione cranica di Fabio
Mussi ...
Su quella triste succursale della Pravda che è ormai il corriere della
sera c'era un articolino su Calderoli, partendo dalla calderoliana
constatazione che la legge elettorale era una porcata.

Non mi ricordo più chi fosse l'articolista, ma faceva notare la
differenza fra una porcheria - che è una schifezza, ma può capitare a
tutti di fare una schifezza - ed una porcata, che è una schifezza ma
fatta apposta. E Calderoli ha fatto (parole sue) una porcata.

Quindi il problema non è se Calderoli sia intelligente - e non lo è. Il
problema è che, oltre ad essere stupido, è anche in cattiva fede. Per
cui fare un po' di attenzione a paragonarlo ad altri personaggi che
hanno messo molto meno entusiasmo nel danneggiare coscientemente
l'Italia.
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
v i n i x ©
2006-04-19 06:23:45 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
Quindi il problema non è se Calderoli sia intelligente - e non lo è. Il
problema è che, oltre ad essere stupido, è anche in cattiva fede. Per
cui fare un po' di attenzione a paragonarlo ad altri personaggi che
hanno messo molto meno entusiasmo nel danneggiare coscientemente
l'Italia.
Rilevo che regalare un'ampia maggioranza di deputati al centrosinistra
a fronte di un'esigua maggioranza di voti viene considerato un danno
cosciente all'Italia. Potrei pure essere d'accordo.

ciao
Marco Marcelli
2006-04-19 07:57:12 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
Non mi ricordo più chi fosse l'articolista, ma faceva notare la
differenza fra una porcheria - che è una schifezza, ma può capitare a
tutti di fare una schifezza - ed una porcata, che è una schifezza ma
fatta apposta. E Calderoli ha fatto (parole sue) una porcata.
Non c'e' bisogno di scomodare il lessico: Calderoli ha espresso
chiaramente il suo pensiero a Matrix (la trasmissione di Mentana)
chiarendo molto bene il fatto di aver fatto APPOSTA una legge elettorale
ignobile.

E che un Ministro della Repubblica faccia ed ammetta una cosa simile e'
proprio da mondo delle favole.

M
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Zazie-la-peste
2006-04-19 07:56:54 UTC
Permalink
Post by v i n i x ©
Non credo affatto che la sinistra controlli le redazioni estere.
Penso che la situazione sia un po' più articolata.
Per prima cosa c'è sempre un po' il gusto giornalistico di parlare
male degli altri. E poi c'è l'anomalia Berlusconi, perché il Berlusca
è sicuramente un'anomalia. Il fatto però è che tangentopoli ha reso
l'italia politicamente assolutamente anomala e all'estero questo
aspetto non viene affatto colto. Inoltre non concepiscono il fatto che
Berlusconi sia proprietario di tre canali TV. Ma non sanno cos'è
davvero la RAI e cosa succede nella televisione di stato quando
mettono alla presidenza gente come Zaccaria. Non lo concepiscono
perché è francamente inconcepibile.
Poi c'è la nostra sinistra. Guarda che ora la madre di tutte le
nefandezze è Berlusconi. Ma prima era Craxi e prima ancora Andreotti.
E Leone e Cossiga e così via. E Reagan era deficiente e la Tatcher
idiota e Bush è deficiente ... E Montanelli era un cretino. E Buzzati
un obrobrio.
Si può anche ragionare sul fatto che Calderoli non sia una cima, ma se
te lo viene a raccontare uno con la conformazione cranica di Fabio
Mussi ...
finalmente un intervento decoroso.
Z
Moosbrugger
2006-04-18 22:01:42 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere e fa
letteralmente dire quello che vuole contro Berlusconi ed il suo
governo, arrivando al paradosso di molti giornalisti stranieri che
neppure mettono mai piede in Italia (o lo fanno raramente, più come
turisti che altro) e che si accontentano di scrivere sui loro giornali
i trafiletti che la stessa sinistra italiana prepara per loro (questa
è cosa nota da anni).
Ma tu ci credi veramente a quello che scrivi o fai così per
vedere se qualcuno ci casca ?

M.
Benedetto Zaccaria
2006-04-18 22:22:57 UTC
Permalink
Il Wed, 19 Apr 2006 00:01:42 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Ma tu ci credi veramente a quello che scrivi o fai così per
vedere se qualcuno ci casca ?
Non so lui.

Io si.




Benedetto Zaccaria
Moosbrugger
2006-04-18 22:44:40 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Il Wed, 19 Apr 2006 00:01:42 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Ma tu ci credi veramente a quello che scrivi o fai così per
vedere se qualcuno ci casca ?
Non so lui.
Io si.
Ok, ci sono cascato ;-)

M.
T.d.F. - Viceré di Ogigia
2006-04-19 13:42:54 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Non so lui.
Io si.
Questo si era capito.
ICSDCS
2006-04-18 23:07:00 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 00:01:42 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Ma tu ci credi veramente a quello che scrivi o fai così per
vedere se qualcuno ci casca ?
chiedo scusa: ho rubato un'idea di Giuliano Ferrara e l'ho fatta
passare per mia. E' cmq anche per me un dato di fatto che in molte
redazioni di giornali all'estero si scrivono articoli sull'Italia
basandosi solo su quanto già scritto sui principali quotidiani
italiani, che guarda caso sono tutti di centrosinistra. Questo
fenomeno è palpabile con estrema chiarezza anche dalla Svizzera.

ICS
Moosbrugger
2006-04-19 06:33:39 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
chiedo scusa: ho rubato un'idea di Giuliano Ferrara e l'ho fatta
passare per mia. E' cmq anche per me un dato di fatto che in molte
redazioni di giornali all'estero si scrivono articoli sull'Italia
basandosi solo su quanto già scritto sui principali quotidiani
italiani, che guarda caso sono tutti di centrosinistra. Questo
fenomeno è palpabile con estrema chiarezza anche dalla Svizzera.
Con tutto il rispetto : ammesso e non concesso che ciò sia vero,
o come dice Logi è in atto una cospirazione planetaria contro
Berlusconi, o i giornalisti stranieri hanno l'anello al naso e
la sveglia al collo, o certi quotidiani sono ritenuti più
affidabili di altri. Vedi tu quale ipotesi ti pare più verosimile.

M.
Luca Logi
2006-04-19 07:24:36 UTC
Permalink
Post by Moosbrugger
Con tutto il rispetto : ammesso e non concesso che ciò sia vero,
o come dice Logi è in atto una cospirazione planetaria contro
Berlusconi, o i giornalisti stranieri hanno l'anello al naso e
la sveglia al collo, o certi quotidiani sono ritenuti più
affidabili di altri. Vedi tu quale ipotesi ti pare più verosimile.
Guarda, la spiegazione è molto semplice: i quotidiani stranieri sono
abituati a criticare con una certa costanza i governi - sia i loro che
quelli degli altri. Ripeto: le vignette su Bush che pubblicano i
quotidiani americani sarebbero considerate lesa maestà in Italia; in
America sono accettate quotidianamente.

In Italia, viceversa, c'è l'allergia alla critica; sia a destra che a
sinistra; per cui il giornalista che critica viene considerato un nemico
prezzolato, un traditore, un cospiratore. Nel caso di Berlusconi, poi,
questa allergia alla critica è a livelli tali da costituire ormai, più
che un caso politico, un caso terapeutico.

E' chiaro che se il modello di giornalista dev'essere quel Carlo
Rossella che, dovendo pubblicare da direttore di Panorama una foto di
Berlusconi in tribunale, ebbe cura di farla ritoccare dai grafici
aggiungendo quel cuoio capelluto che nella realtà era assente, allora si
può anche credere che i giornalisti stranieri siano tutti comunisti e
cospiratori.
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
T.d.F. - Viceré di Ogigia
2006-04-19 13:42:55 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
In Italia, viceversa, c'è l'allergia alla critica; sia a destra che a
sinistra
Vero.
Post by Luca Logi
Nel caso di Berlusconi, poi,
questa allergia alla critica è a livelli tali da costituire ormai, più
che un caso politico, un caso terapeutico.
Molto vero. I tempi del ricovero coatto sono maturi da un pezzo.
ICSDCS
2006-04-19 15:12:20 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 08:33:39 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Con tutto il rispetto : ammesso e non concesso che ciò sia vero,
o come dice Logi è in atto una cospirazione planetaria contro
Berlusconi, o i giornalisti stranieri hanno l'anello al naso e
la sveglia al collo, o certi quotidiani sono ritenuti più
affidabili di altri. Vedi tu quale ipotesi ti pare più verosimile.
Esistono -ed è un dato di fatto che solo chi dorme non vede-
giornalisti di redazioni di giornali esteri vicini al centrosinistra
nei rispettivi paesi che scrivono sull'Italia e sul suo governo senza
cognizione di causa, senza una vera ed accurata analisi della
situazione, in moltissimi casi. Come fanno? Si basano su quanto
sentono da politici e quotidiani italiani di centrosinistra, senza
nemmeno la cura di verificare la veridicità dei fatti o di informarsi
presso fonti differenti (se non altro per valutare anche le opinioni
della controparte). Lo sputtanamento a Berlusconi e al suo governo
diventa così una moda, con la sorda compiacenza della sinistra
italiana, che antepone il disprezzo per gli antagonisti politici all'
orgoglio nazionale (caso unico in tutta Europa, e forse in tutto il
mondo), e gode silenziosa di fronte allo sputtanamento del proprio
paese, che anzi contribuisce essa stessa a creare. Poi, mentre fa
questo, viene a raccontare che il centrodestra è causa di divisioni
nazionali. E questo è un ennesimo capolavoro di lucidità e coerenza.

ICS
Moosbrugger
2006-04-19 16:58:04 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
Esistono -ed è un dato di fatto che solo chi dorme non vede-
giornalisti di redazioni di giornali esteri vicini al centrosinistra
nei rispettivi paesi che scrivono sull'Italia e sul suo governo senza
cognizione di causa, senza una vera ed accurata analisi della
situazione, in moltissimi casi.
Allora, visto che io sto dormendo, fammi nomi, cognomi e testate
giornalistiche, per piacere.


Come fanno? Si basano su quanto
Post by ICSDCS
sentono da politici e quotidiani italiani di centrosinistra, senza
nemmeno la cura di verificare la veridicità dei fatti o di informarsi
presso fonti differenti (se non altro per valutare anche le opinioni
della controparte).
Interessante. Tu come lo sai ? Hai fonti di prima mano ? Te lo
ha detto tuo cuggino ? Ti sarà quindi facilissimo sputtanarli,
immagino. Io so che giornali tipo l'Economist o lo Herald
Tribune sono considerati discretamente autorevoli in campo
internazionale, magari qualche cagata la spareranno anche loro
visto che nessuno è infallibile ma questa idea che i loro
corrispondenti siano dei deficienti imboccati dalle veline dei
DS mi pare un po'...grossina, per così dire. Ovviamente non
parlo del Sun e delle chiappe della Merkel.

M.



Lo sputtanamento a Berlusconi e al suo governo
Post by ICSDCS
diventa così una moda, con la sorda compiacenza della sinistra
italiana, che antepone il disprezzo per gli antagonisti politici all'
orgoglio nazionale (caso unico in tutta Europa, e forse in tutto il
mondo), e gode silenziosa di fronte allo sputtanamento del proprio
paese, che anzi contribuisce essa stessa a creare. Poi, mentre fa
questo, viene a raccontare che il centrodestra è causa di divisioni
nazionali. E questo è un ennesimo capolavoro di lucidità e coerenza.
ICSDCS
2006-04-20 12:02:42 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 18:58:04 +0200, Moosbrugger
Post by Moosbrugger
Interessante. Tu come lo sai ? Hai fonti di prima mano ? Te lo
ha detto tuo cuggino ?
senti, all'estero ci vivo. E' da anni che leggo qua e là giornali
tedeschi, svizzeri e inglesi che riportano spesso quasi letteralmente
articoli di Repubblica. Dai un'occhiata qua:

http://www.liberali.it/pagine/elezioni_regionali/berlusconi_e_stampa_estera.htm

è del 2000, ma ancor più attuale, se si pensa che il governo
Berlusconi non aveva dato ancora grosse prove di presunta
"incapacità", eppure...Insomma, certi dubbi sulla stampa estera mi
sembrano leciti ancora oggi.

ics
T.d.F. - Viceré di Ogigia
2006-04-19 13:42:55 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
chiedo scusa: ho rubato un'idea di Giuliano Ferrara e l'ho fatta
passare per mia.
Se proprio devi commettere un furto ruba qualcosa di decente ... un po' di
dignità ...
ICSDCS
2006-04-19 14:49:41 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 13:42:55 GMT, "T.d.F. - Viceré di Ogigia"
Post by T.d.F. - Viceré di Ogigia
Se proprio devi commettere un furto ruba qualcosa di decente ... un po' di
dignità ...
se rubare neuroni fosse possibile e dignitoso, lo farei per te e i
tuoi compagni, se ciò servisse a rendervi più lucidi, logici,
obiettivi ed intellettualmente onesti.

ICS
T.d.F. - Viceré di Ogigia
2006-04-19 15:05:19 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
se rubare neuroni fosse possibile e dignitoso, lo farei per te e i
tuoi compagni, se ciò servisse a rendervi più lucidi, logici,
obiettivi ed intellettualmente onesti.
Per fortuna siamo quello che siamo. Mi viene da vomitare all'idea che
potremmo essere lucidi, logici, obiettivi e intellettualmente onesti come
te.
ICSDCS
2006-04-19 15:11:04 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 15:05:19 GMT, "T.d.F. - Viceré di Ogigia"
Post by T.d.F. - Viceré di Ogigia
Per fortuna siamo quello che siamo. Mi viene da vomitare all'idea che
potremmo essere lucidi, logici, obiettivi e intellettualmente onesti come
te.
il vomito è reciproco. E non certo per le tue (vostre) idee politiche
(che sono assolutamente legittime).

ICS
Captain James T. Kirk
2006-04-19 18:11:56 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
se rubare neuroni fosse possibile e dignitoso, lo farei per te e i
tuoi compagni, se ciò servisse a rendervi più lucidi, logici,
obiettivi ed intellettualmente onesti.
Ma ti rendi conto che per te onesta' intellettuale equivale
a stendersi a tappetino davanti al berluska? E a dargli
ragione anche se ti venisse a dire - come sta per fare,
visto il super-io che si ritrova - che il cammello passa
dalla cruna di un ago?
Io di questa "onesta' intellettuale" non so davvero che farmene.
--
....................
Capitano Kirk
....................
ICSDCS
2006-04-19 18:54:07 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 20:11:56 +0200, "Captain James T. Kirk"
Post by Captain James T. Kirk
Ma ti rendi conto che per te onesta' intellettuale equivale
a stendersi a tappetino davanti al berluska? E a dargli
ragione anche se ti venisse a dire - come sta per fare,
visto il super-io che si ritrova - che il cammello passa
dalla cruna di un ago?
Io di questa "onesta' intellettuale" non so davvero che farmene.
io non do ragione a Berlusconi. Semplicemente noto disonestà
intellettuale da parte di chi sta a sinistra. Tutta la campagna
elettorale della sinistra è stata impostata su menzogne su quanto
fatto dal governo di centrodestra, su false informazioni, su
demagogie, strumentalizzazioni (durante tutti gli anni di governo) e
sul tentativo di far credere che eventuali difficoltà economiche dei
cittadini dipendano strettamente da Berlusconi. Fini ha più volte e
abilmente smentito Rutelli e Fassino su queste questioni. Criticare
questo atteggiamento non significa difendere Berlusconi, il quale è
altrettanto ridicolo quando paventa il pericolo comunista per il bene
della democrazia.

ICS
Marco Marcelli
2006-04-19 19:08:41 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
Tutta la campagna
elettorale della sinistra è stata impostata su menzogne su quanto
fatto dal governo di centrodestra, su false informazioni, su
demagogie, strumentalizzazioni (durante tutti gli anni di governo) e
sul tentativo di far credere che eventuali difficoltà economiche dei
cittadini dipendano strettamente da Berlusconi.
Scusa, Leo, ma Berlusconi sostiene che siamo tutti ricchi e
felici (testuale, eh, non sto interpretando), che l'economia
va bene e che ci sono molti disoccupati in meno.

L'italiano che in Italia CI VIVE si guarda intorno e vede
che i prezzi sono alle stelle, ma gli stipendi no, che i
servizi sono al minimo storico, che l'industria ha 400 mila
posti di lavoro IN MENO.... e poi non deve incavolarsi a
sentire certe cose? Le menzogne sarebbero di chi deve vivere
con 900 euro al mese e si sente dire che e' ricco?
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
ICSDCS
2006-04-19 22:28:24 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 21:08:41 +0200, Marco Marcelli
Post by Marco Marcelli
Scusa, Leo, ma Berlusconi sostiene che siamo tutti ricchi e
felici (testuale, eh, non sto interpretando), che l'economia
va bene e che ci sono molti disoccupati in meno.
Berlusconi esagera. Ha ragione Fini a correggerlo. Ma ha ragione anche
quando critica la sinistra, secondo la quale questo governo avrebbe
creato una rovina senza apportare nulla di positivo. Come ha detto
Zazie in altro post, l'Italia è in crisi da molti anni, ben da prima
che arrivasse Berlusconi, ed è passata attraverso governi di sinistra
che non hanno prodotto alcuna crescita. E' per questo, ti ricordo, che
il paese sbandò prepotentemente a destra nel 2001 e diede la propria
fiducia al centrodestra.
Post by Marco Marcelli
L'italiano che in Italia CI VIVE si guarda intorno e vede
che i prezzi sono alle stelle, ma gli stipendi no,
il dislivello si è creato purtroppo per via dell'Euro. Stessa cosa ho
potuto notare in effetti in Germania e Spagna, dove i prezzi sono
aumentati in modo tangibile. Credo possa confermarlo anche il Doge.
Il cambio Lira-Euro l'ha fatto Prodi. COmunque gli stipendi sono
aumentati per alcuni milioni di persone, così come le pensioni. E si è
estesa a 12 milioni di persone la no tax area:

http://www.forza-italia.it/speciali/riforme_famiglia.htm

RIFORMA DEL FISCO. LE NOVITA' INTRODOTTE DAL GOVERNO BERLUSCONI: no
tax area, riduzione aliquote, abolizione della tassa di successione e
donazione.
Abolita la tassa sulle successioni e sulle donazioni, PER IL CETO
MEDIO.
Un contribuente su tre non deve pagare più le tasse. Prima della
Riforma i contribuenti esenti erano circa 2,5 milioni. Oggi sono 12,5
milioni, di cui 727.000 pensionati.
Nel 2003 nasce la no tax area. Il 95,7% dei benefici della no tax area
sono concentrati sui redditi sotto i 25 mila euro. Nel 2005, la no tax
area raddoppia: arriva a 7.500 euro. Ed i benefici raggiungono 15,6
milioni di contribuenti.
Raddoppio a 516,46 euro della detrazione dell'IRPEF per ciascun figlio
a carico. La detrazione sale a 774,69 euro per ogni figlio con
disabilità (prima non c'era differenza).
Per una famiglia a basso reddito con coniuge e 2 figli a carico,
l'insieme delle deduzioni familiari e la no tax area portano a 14.000
euro la quota di esenzione fiscale. Finalmente un fisco vicino alle
famiglie, che aiuta chi ha veramente bisogno.
Lo Stato chiede meno tasse agli italiani per 13,7 miliardi di euro: un
punto di pil.

RIFORMA DELLE PENSIONI E AUMENTO DELLE PENSIONI SOCIALI.

Dal gennaio 2002, è stata innalzata a 516 euro al mese (un milione di
lire) la pensione di circa 1.835.000 pensionati. Ora è di 551 euro.
I lavoratori del settore privato che ritardano il pensionamento,
ottengono, fino al 31/12/2007, un bonus in busta paga del 32,7% della
retribuzione lorda che, essendo esentasse, potrà comportare un
beneficio netto oltre il 45,5%.
Dal 2008 l'età minima per la pensione di anzianità sale da 57 a 60
anni (con 35 anni di contributi).
Dal 2008 decolla la previdenza complementare grazie alla riforma del
TFR.
Nel 2004 l'INPS ha avuto un saldo attivo di 5MLD di euro, finalmente
anche i giovani avranno la certezza di avere una adeguata copertura
previdenziale.
Post by Marco Marcelli
che i
servizi sono al minimo storico,
i servizi a me sembrano identici a quelli di pochi anni fa
Post by Marco Marcelli
che l'industria ha 400 mila
posti di lavoro IN MENO....
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=83057
Post by Marco Marcelli
e poi non deve incavolarsi a
sentire certe cose? Le menzogne sarebbero di chi deve vivere
con 900 euro al mese e si sente dire che e' ricco?
hai ragione a dire che è dura, in Italia, vivere con 1000 euro al
mese. Se gli italiani non fossero quasi tutti proprietari di case (per
lo più ereditate) non potrebbero più vivere (gli affitti sono
carissimi). Ma di una cosa sono convinto: se in questi 5 anni avesse
governato Prodi, gli stipendi ora sarebbero identici. E' pura
demagogia (e altrettanto indimostrabile come la mia precedente
affermazione) sostenere il contrario.

ICS

p.s. spero che Prodi vorrà, tra le altre, togliere l'irap, l'imposta
che lui stesso ha creato e che è stata giudicata come "illegale" dalla
stessa comunità europea. Ma mi pare di aver capito che non lo farà.
Marco Marcelli
2006-04-20 07:46:22 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
il dislivello si è creato purtroppo per via dell'Euro. Stessa cosa ho
potuto notare in effetti in Germania e Spagna, dove i prezzi sono
aumentati in modo tangibile. Credo possa confermarlo anche il Doge.
Veramente nelle mie scorribande estive in Austria e Germania ho notato
l'esatto contrario: la conversione 1 euro = 1 marco non e' stata fatta
(contrariamente a quella 1 euro = 1000 lire, che e' sotto gli occhi di
tutti); cio' significa che NON e' un problema tecnico, ma gestionale, e il
governo italiano che ha gestito l'euro l'ha fatto MALISSIMO.
Post by ICSDCS
http://www.forza-italia.it/speciali/riforme_famiglia.htm
Francamente al tuo posto citerei fonti un po' piu' attendibili...:-)

Comunque, vedi, non e' che io NEGHI che il governo abbia fatto ANCHE
qualcosa di valido.

Ci mancherebbe.

Ma questo "qualcosa di valido" e' sempre stato minoritario rispetto alle
esigenze personali del guru. Ti riporto uno stralcio di una lettera che io
stesso ho spedito ad un amico (quindi non c'e' copyright da salvare! :-))
che dovrebbe esemplificarti il mio pensiero.

_______


Quello che mi ha dolorosamente colpito e' una questione piu' di
principio che reale: il constatare (al di la' di chi e' meglio, peggio, di
inciuci prossimi venturi e di ribaltoni) che i valori di ONESTA',
TRASPARENZA, COERENZA, CORRETTEZZA, da sempre del tutto disattesi nella
pratica dai politici di tutte le fazioni ma almeno non ancora nella
teoria, siano stati stavolta dichiarati UFFICIALMENTE DECADUTI.

Non sono piu' valori, neanche in teoria.

Prima se ne riempivano la bocca tutti, e tutti facevano poi chi piu' chi
meno il cavolo che volevano; c'era sempre pero' la speranza che finalmente
gli italiani votassero quello VERAMENTE onesto e disinteressato. Da adesso
e' inutile anche parlarne: gli italiani, votando in massa un faccendiere
colluso e disonesto, e SAPENDO CHE LO E', hanno di fatto pensionato questi
valori.

E credimi: penso questo IN ASSOLUTO, non in relazione alla parte
politica. Nella realta' dei fatti sono equidistante da destra e sinistra,
condividendo buona parte dell'una e dell'altra ideologia. Ma e' proprio il
mio essere che si ribella al concetto: un uomo che ha fatto del denaro e
del suo potere l'unica religione possibile, che dice solo quello che gli
torna comodo per poi disdirlo se si accorge che i risultati non sono
quelli sperati, che e' quello che e' grazie solo alla sua furbizia e non
certo alla sua capacita' o onesta', ecco, questo mi UMILIA profondamente.

Come essere umano, e NON come italiano di destra o di sinistra o di
centro.

Non ne faccio un affare di bottega, un campanile simil-calcistico che
sarebbe anche ridicolo.

Per me e' una grave questione di principio: secoli di evoluzione del
pensiero e di conquiste culturali e di principio sono state prese a pesci
in faccia.

Marco
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
ICSDCS
2006-04-20 12:13:18 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Post by ICSDCS
il dislivello si è creato purtroppo per via dell'Euro. Stessa cosa ho
potuto notare in effetti in Germania e Spagna, dove i prezzi sono
aumentati in modo tangibile. Credo possa confermarlo anche il Doge.
Veramente nelle mie scorribande estive in Austria e Germania ho notato
l'esatto contrario: la conversione 1 euro = 1 marco non e' stata fatta
(contrariamente a quella 1 euro = 1000 lire, che e' sotto gli occhi di
tutti); cio' significa che NON e' un problema tecnico, ma gestionale, e il
governo italiano che ha gestito l'euro l'ha fatto MALISSIMO.
io sono andato in Spagna diverse volte prima e dopo l'avvento
dell'euro, e mi sono recato in medesimi locali prima e dopo, trovando
i prezzi raddoppiati. Per la Germania, mi riferisco invece soprattutto
a quella del sud, dove a me (e non solo a me) le cose sembrano
aumentate tutte. Conosco diverse persone vicino a Zurigo, che andavano
regolarmente a fare la spesa in Germania, e da un po' di lamentano
tutte dell'aumento di prezzi.
Post by Marco Marcelli
Post by ICSDCS
http://www.forza-italia.it/speciali/riforme_famiglia.htm
Francamente al tuo posto citerei fonti un po' piu' attendibili...:-)
in questo caso era attendibile, visti i dati esposti. Ma per quanto
riguarda tasse, pensioni, e assunzioni, rifatti allora all'istat. Mica
voglio beatificare Berlusconi, ma che la no tax area sia passata da 2
a 12 milioni di Italiani è un fatto, così come lo è che siano
aumentate le pensioni per 1.800.000 pensionati arrivando a quel minimo
di un milione al mese promesso (556 euro). E sull'aumento
dell'occupazione, che viene riconosciuto in tutta europa, ti ho
fornito dati istat. Leggili. Caro mio, sei tu che sei cieco fino a
negare alcune evidenze positive. E' questa falsità che mi risulta
davvero irritante. Con soggetti come te non so cosa fare, perché mi
spiazzate, dal momento che sembrate non saper neppure leggere. Non
riuscirei neppure a convincerti che 1+1=2, se questa informazione
venisse da Berlusconi. Sei tu ad avere un problema di mancanza di
obiettività. Fattene una ragione, e amen.

ICS
Marco Marcelli
2006-04-20 12:55:50 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
Con soggetti come te non so cosa fare, perché mi
spiazzate, dal momento che sembrate non saper neppure leggere.
Non e' che tu lo sappia fare poi meglio.
Lo avessi fatto avresti continuato nella lettura della mia mail e non
avresti detto questo cumulo di cavolate.

M
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Benedetto Zaccaria
2006-04-20 15:31:00 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Come essere umano, e NON come italiano di destra o di sinistra o di
centro
Intervengo solo in qualita' di destinatario della mail, alla quale
voglio completare qui la risposta gia' data.

Io non ho votato,annullando la scheda,per tutta una serie di
motivi,che, forse, possono riassumersi nel rifiuto di un modello di
societa' "finto", un agghiacciante mix di reality e mariacostanzo che
non sono, purtroppo,solo trasmissioni TV, ma atteggiamenti che ritrovo
nella gente,specie nei giovani,ma non solo, e nei rapporti quotidiani
col prossimo.

Chi mi conosce,di persona o attraverso le mie sgangheratezze da
niusgruppo,sa, per esempio, cosa io pensi della immigrazione (specie
islamica), della menata dei "valori condivisi", del G8 genovese, della
magistratura schierata e via vomitando.

Ma devo dire che mi trovo ampiamente piu' a mio agio con Simone, il
besagnino di Casablanca,devoto musulmano con tanto di sure coraniche
appese nel negozio sopra al ritratto di Ciampi che gli ho, su sua
richiesta, procurato, o col suo ironico e azzimatissimo fratello Aziz,
che di fronte ai rampanti nuovi mostri partoriti dalla mediaset di
maria costanzo : quelli per me sono i veri alieni.

Tanto per dirne una.

O i tanti furbetti dei tanti quartierini che in qualche mese hanno
alzato milionate di eurini esentasse, e la loro parlata, i loro
specifici tratti antropologici, le loro identiche ammucchiate di yacht
nelle identiche cale, con le identiche strafighe di lusso e gli
identici giornalisti (?) al seguito ad immortalarne le imprese (c'e'
da rimpiangere quel Savoia che quando gli facevano girare i coglioni
la chiudeva a fucilate).

O la corte dei politici new entry che piu' new entry di cosi' si muore
e i loro *duelli* televisivi(per tacere dei penosi comizi) burini
imbranati che tentano ridicolmente la via dell'arroganza come
soluzione dialettica o di facciata ( e andassero almeno a lezione da
D'Alema che il signore si che se ne intende ).

O ministri semplicemente stupidi, ma di una stupidita' che ti fulmina,
ti stordisce, come Martino, il padre della coglioneria ministeriale, e
via peteggiando, potrei andare avanti sino a notte.

Detto questo...amico mio, cambia tu le parole, se credi sia necessario
(ma non lo e') o i nomi, e puoi fare l'identico schizzo della
controparte.

Piu' saccenti, qualcuno piu' presentabile,col sorrisetto di
compatimento stampato in faccia che non sai mai se e' un dono di
natura o scuola di partito, verbosamente intorcinati peggio del
Ferrara, supponenti maestrini d'ipocrisia o trucidi odiatori
professionisti...no, non potevo votare neppure quelli.

Un onesto vaffan....e via, questo il mio voto piu' amaro, dopo mezzo
secolo di dilingente e puntigliosa presenza alle urne.

Allegri !

















Benedetto Zaccaria
Marco Marcelli
2006-04-20 15:38:36 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Detto questo...amico mio, cambia tu le parole, se credi sia necessario
(ma non lo e') o i nomi, e puoi fare l'identico schizzo della
controparte.
Quoto. Sono assolutamente d'accordo con te.
Questo e' il nostro male, e con l'aria che tira il venirne fuori e' sempre
piu' improbabile.

M

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antenore La Bestia
2006-04-20 10:49:38 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
il dislivello si è creato purtroppo per via dell'Euro. Stessa cosa ho
potuto notare in effetti in Germania e Spagna, dove i prezzi sono
aumentati in modo tangibile. Credo possa confermarlo anche il Doge.
Confermo a metà. Gli aumenti dei prezzi ci sono stati per via di
tanti, troppi furbacchioni. Almeno in italia sono state promulgate
delle normative su come andavano convertiti i prezzi. In germania
hanno semplicemente arrotondato, tanto per fare un esempio, i 29
pfennig (circa 300 lire) di un sms in 19 eurocent (quasi 380 lire).

Ma dare la colpa all'euro per se mi sembra una corbelleria, sorry.
Per il resto, in diverse cose sono anche d'accordo con te.
Post by ICSDCS
p.s. spero che Prodi vorrà, tra le altre, togliere l'irap, l'imposta
che lui stesso ha creato e che è stata giudicata come "illegale" dalla
stessa comunità europea.
Della quale é stato commissario.

Quando Prodi é stato comissario europeo, c'era da vergognarsi
ad essere italiani, e tutte le volte che sono stato a parlare con
funzionari a Bruxelles mi veniva da piangere (ad esempio, sono
stati installati portinai italiani, che probabilmente pigliano il
doppio di un professore ordinario, praticamente in ogni palazzo
governativo, nelle cui caffetterie Illy ha il monopolio del caffé).
Queste cose i giornali italiani le hanno taciute.

Se la sinistra ha vinto all'estero, almeno in Europa, é perché
Berlusconi ci ha fatto fare le sue figuracce dopo. E la memoria
degli elettori é corta.
Post by ICSDCS
Ma mi pare di aver capito che non lo farà.
growl
A.
kink64
2006-04-20 11:05:19 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Quando Prodi é stato comissario europeo, c'era da vergognarsi
ad essere italiani, e tutte le volte che sono stato a parlare con
funzionari a Bruxelles mi veniva da piangere (ad esempio, sono
stati installati portinai italiani, che probabilmente pigliano il
doppio di un professore ordinario, praticamente in ogni palazzo
governativo, nelle cui caffetterie Illy ha il monopolio del caffé).
i portinai erano già tutti italiani prima di Prodi (me lo ricordo da
una volta che mi toccò fare una via crucis da portineria a portineria
per aver dimenticato la carta d'identità non so più in che palazzo).
Post by Antenore La Bestia
growl
A.
s
Zazie-la-peste
2006-04-20 11:27:39 UTC
Permalink
Post by kink64
i portinai erano già tutti italiani prima di Prodi (me lo ricordo da
una volta che mi toccò fare una via crucis da portineria a portineria
per aver dimenticato la carta d'identità non so più in che palazzo).
come volevasi dimostrare

Z
Zazie-la-peste
2006-04-20 11:26:26 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Quando Prodi é stato comissario europeo, c'era da vergognarsi
ad essere italiani, e tutte le volte che sono stato a parlare con
funzionari a Bruxelles mi veniva da piangere (ad esempio, sono
stati installati portinai italiani, che probabilmente pigliano il
doppio di un professore ordinario, praticamente in ogni palazzo
governativo, nelle cui caffetterie Illy ha il monopolio del caffé).
Queste cose i giornali italiani le hanno taciute.
ma per cortesia, ma perché parli con supponenza di cose che ignori?
Ho vissuto anni a Bruxelles, quando di Prodi manco c'era l'ombra
I portinai della Commissione sono *sempre* stati TUTTI italiani, così come
gli usceri (con qualche greco, che anche loro non scherzano in quanto a
piazzamenti di favore).
L'inciucio italico alla commisione funziona da decenni.
Compresi gli spacci comunitari, dove gli italiani si beccano tocchi di
decine di kili di parmigiano reggiano a qualche centesimo.
Persino alla Scuola Europea, che ho frequentato (si tratta, per chi non lo
sapesse, della scuola internazionale per i figli dei funzionari della
Comunità e del Parlamento Europeo, sita a Bruxelles) i bidelli erano tutti
italiani.
Anche il medico dell'infermeria scolastica era italiano.
Il direttore invece era tedesco, guarda caso.
(NB Prodi era ancora da venire, ovviamente)
Ti consiglio di non sparar scemenze sul funzionamento della Commissione e su
Bruxelles, perché è un campo che conosco assai bene, per averci appunto
bazzicato per anni e anni
Z
Antenore La Bestia
2006-04-20 13:56:03 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
ma per cortesia, ma perché parli con supponenza di cose che ignori?
Ho vissuto anni a Bruxelles, quando di Prodi manco c'era l'ombra
I portinai della Commissione sono *sempre* stati TUTTI italiani, così come
gli usceri (con qualche greco, che anche loro non scherzano in quanto a
piazzamenti di favore).
Ok, allora spiegami perché, senza che io avessi chiesto nulla,
l'uscere della commissione di scienze e tecnologie mi ha detto
"Prodi ci ha portato qui, prima lavoravo all'IRI".
Battutina innocente?

growl
A.
Benedetto Zaccaria
2006-04-20 14:26:34 UTC
Permalink
Il 20 Apr 2006 06:56:03 -0700, "Antenore La Bestia"
Post by Antenore La Bestia
Ok, allora spiegami perché, senza che io avessi chiesto nulla,
l'uscere della commissione di scienze e tecnologie mi ha detto
"Prodi ci ha portato qui, prima lavoravo all'IRI".
Battutina innocente?
Turn over ?


Benedetto Zaccaria
kink64
2006-04-20 15:44:54 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Ok, allora spiegami perché, senza che io avessi chiesto nulla,
l'uscere della commissione di scienze e tecnologie mi ha detto
"Prodi ci ha portato qui, prima lavoravo all'IRI".
Battutina innocente?
allora non ha portato i portinai italiani, ha portato i portinai
italiani dell'IRI.
Post by Antenore La Bestia
growl
A.
s
Danny Rose
2006-04-20 16:21:20 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Persino alla Scuola Europea, che ho frequentato (si tratta, per chi non lo
sapesse, della scuola internazionale per i figli dei funzionari della
Comunità e del Parlamento Europeo, sita a Bruxelles) i bidelli erano tutti
italiani.
A quanto pare noi ci prendiamo i bidelli, gli altri i professori. Chissà le
forniture di banchi, lavagne e gessi....
Post by Zazie-la-peste
Anche il medico dell'infermeria scolastica era italiano.
Qui inizierei a preoccuparmi.

In cucina (ci sarà pur stata la mensa) chi ci stava?

dR :-)
T.d.F. - Viceré di Ogigia
2006-04-19 13:42:53 UTC
Permalink
"Moosbrugger" <***@yahoo.it> ha scritto nel messaggio news:8fd1g.20266$***@tornado.fastwebnet.it...

Ma tu ci credi veramente a quello che scrivi o fai così per
vedere se qualcuno ci casca ?

Lui se la vede proprio questa internazionale socialista della carta
stampata, con Enzo Biagi in poltrona che detta ordini alla stampa mondiale
mentre accarezza una gatto persiano bianco tipo N. 1 della Spektre
Luca Logi
2006-04-19 05:50:21 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere
una cospirazione a livello planetario, insomma
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
Zazie-la-peste
2006-04-19 08:00:43 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere
e gli ebrei controllano la finanza mondiale.
Z
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
Benedetto Zaccaria
2006-04-19 12:55:51 UTC
Permalink
Il Wed, 19 Apr 2006 10:00:43 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
Cantano, Zazie, cantano.

Tutto ti devo insegnare ?





Benedetto Zaccaria
Zazie-la-peste
2006-04-19 13:10:44 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
Il Wed, 19 Apr 2006 10:00:43 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
Cantano, Zazie, cantano.
Tutto ti devo insegnare ?
vero
ma anche ballano, però
A
mario r.p.
2006-04-19 13:19:46 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Post by Benedetto Zaccaria
Il Wed, 19 Apr 2006 10:00:43 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
Cantano, Zazie, cantano.
Tutto ti devo insegnare ?
vero
ma anche ballano, però
A
e suonano pure il piano molto bene

e se vogliamo aggiungere una curiosita', di notte non si vedono :-)
(Sembra ovvio? prova a guidare di notte in africa :-))
--
ciao
mario :-)
ICSDCS
2006-04-19 14:47:54 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 10:00:43 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
e gli ebrei controllano la finanza mondiale.
Z
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
unorismo inutile. Pensare che chi scrive nelle redazioni estere di
molti giornali vicini al centrosinistra lo faccia dopo accurata presa
di coscienza ed analisi della realtà italiana, ed in modo indipendente
dalle dichiarazioni di politici e quotidiani italiani di
centrosinistra, è roba da favole. A chi crede questo io non dico che
gli ebrei controllano la finanza mondiale e che i negri ballano bene;
dico che nel mio giardino c'è Dumbo l'elefantino volante, e se mi
venite a trovare vi faccio fare un giro. Buon sonno a tutti, e sogni
d'oro.

ICS
Zazie-la-peste
2006-04-19 15:09:30 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
On Wed, 19 Apr 2006 10:00:43 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
e gli ebrei controllano la finanza mondiale.
Z
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
unorismo inutile.
LOL
Post by ICSDCS
Pensare che chi scrive nelle redazioni estere di
molti giornali vicini al centrosinistra lo faccia dopo accurata presa
di coscienza ed analisi della realtà italiana, ed in modo indipendente
dalle dichiarazioni di politici e quotidiani italiani di
centrosinistra, è roba da favole.
ah questo è probabilmente verissimo
MA non è quello che hai scritto tu
TU hai scritto
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere
Come dire che Fassino decide quello che scrive Le Monde o l'Economist
Una roba da far ghignare persino un vaccaro, se permetti
Un conto è ascoltare quello che dicono i politici italiani, un conto è farsi
dettare gli articoli da Fabio Mussi, ma Rotfl
Post by ICSDCS
A chi crede questo io non dico che
gli ebrei controllano la finanza mondiale e che i negri ballano bene;
tu infili luoghi comuni uno dietro l'atro poi ritrai quando ti sbertucciano.
Sto ancora aspettando un commento all tua sublime frase di cui sopra
Z
ICSDCS
2006-04-19 15:23:18 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 17:09:30 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
ah questo è probabilmente verissimo
MA non è quello che hai scritto tu
TU hai scritto
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere
ho subito detto che in effetti ho usato il verbo "controllare" in modo
inappropriato, per la fretta nello scrivere, ed ho spiegato (ben prima
del tuo post, già ieri) in modo più chiaro e definito quel che
intendessi dire. Spiegazioni ulteriori da te assoltamente ignorate,
ciò che mi crea solo perdita di tempo per dover aggiungere altri
chiarimenti superflui.
Post by Zazie-la-peste
Come dire che Fassino decide quello che scrive Le Monde o l'Economist
Una roba da far ghignare persino un vaccaro, se permetti
Un conto è ascoltare quello che dicono i politici italiani, un conto è farsi
dettare gli articoli da Fabio Mussi, ma Rotfl
non è - **ovviamente**- quello che intendevo dire, e infatti mi sono
immediatamente messo a chiarire cosa intendessi. E' ovvio che Fassino
non detta gli articoli a Le Monde. La disonestà intellettuale tua e di
altri sta anche nell'ignorare volutamente e forzatamente i chiarimenti
che gli interlocutori forniscono, quando invitati a farlo, o quando
possano (e capita a tutti, certo) di essersi espressi male o di aver
usato un termine in modo non consono.
Post by Zazie-la-peste
tu infili luoghi comuni uno dietro l'atro poi ritrai quando ti sbertucciano.
Sto ancora aspettando un commento all tua sublime frase di cui sopra
Saranno luoghi comuni, ma i compagnetti evidentemente li ignorano.
E non mi sono ritratto. Anzi, ho spiegato ulteriormente cosa
intendessi dire. E ora, dopo averlo fatto (ed ora il senso dovrebbe
essere chiaro anche ai cerebrolesi) lo riconfermo senza alcuna remora.

ICS
Zazie-la-peste
2006-04-19 15:38:21 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
non è - **ovviamente**- quello che intendevo dire,
oh beh, prendo atto
Post by ICSDCS
e infatti mi sono
immediatamente messo a chiarire cosa intendessi. E' ovvio che Fassino
non detta gli articoli a Le Monde. La disonestà intellettuale tua e di
altri sta anche nell'ignorare volutamente e forzatamente i chiarimenti
che gli interlocutori forniscono, quando invitati a farlo, o quando
possano (e capita a tutti, certo) di essersi espressi male o di aver
usato un termine in modo non consono.
senti un po', ci vuole tanto ad ammettere che hai scritto una cazzata?
Sei tu che ti sei dovuto correggere, e adesso distribuisci patenti di
malafede in giro?
Ma sei curioso, sai?
Post by ICSDCS
Post by Zazie-la-peste
tu infili luoghi comuni uno dietro l'atro poi ritrai quando ti sbertucciano.
Sto ancora aspettando un commento all tua sublime frase di cui sopra
Saranno luoghi comuni, ma i compagnetti evidentemente li ignorano.
ma chi sono i compagnetti?
Post by ICSDCS
E non mi sono ritratto. Anzi, ho spiegato ulteriormente cosa
intendessi dire. E ora, dopo averlo fatto (ed ora il senso dovrebbe
essere chiaro anche ai cerebrolesi) lo riconfermo senza alcuna remora.
ma fai come ti pare.
Continuo a credere che vivi in un mondo di fantasia.
I giornali esteri hanno sparato a zero su Berlusconi e spareranno a zero
anche su Prodi, non ti credere.
Questo senza aver certo bisogno di esser *pilotati* né dalla destra né dalla
sinistra nostrane.
La buffonaggine italica, da una parte come dall'altra, non ha bisogno di
portavoci nazionali per farsi conoscere per quello che è.
Che tu non l'abbia manco capito è un segno palese del quanto siamo buffoni
per davvero, se pensiamo che per additarci come pulcinella mondiali gli
stranieri abbiano bisogno di esser "pilotati", ma lol.
Z
ICSDCS
2006-04-19 16:17:16 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 17:38:21 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
senti un po', ci vuole tanto ad ammettere che hai scritto una cazzata?
Sei tu che ti sei dovuto correggere, e adesso distribuisci patenti di
malafede in giro?
Ma sei curioso, sai?
io non ho scritto una cazzata. Io ho solo usato un verbo in modo non
appropriato, per dire quel che intendevo dire. E mi sono poco tempo
dopo corretto, ristabilendo in modo più chiaro quel che volevo
sostenere. E ribadisco, alla luce di queste spiegazioni ulteriori,
quel che appunto volevo sostenere. Se avessi detto che Giove è un
satellite della Terra, e fossi stato in questo smentito, allora
ammetterei con facilità di aver detto una cazzata. Non è mica un
problema riconoscere le proprie cazzate, se qualcuno *dimostra*
davvero il contrario. Ma per Dio, farmi un processo su un verbo mal
usato, e ignorando completamente quel che ho subito dopo chiarito, mi
sembra francamente eccessivo da un lato, dall'altro disonesto sul
piano del dialogo, che dovrebbe essere fatto appunto per scambiarsi
idee, dopo averle naturalmente intese. Il punto è che qui nessuno,
fino a prova contraria, ha ancora smentito quel che ho sostenuto molto
chiaramente (e che comunque non sono il solo a sostenere), al di là di
un singolo verbo iniziale che poteva dare effettivamente adito ad
interpretazioni errate del mio pensiero. Minchia che pedante che
sei...
Post by Zazie-la-peste
Che tu non l'abbia manco capito è un segno palese del quanto siamo buffoni
per davvero, se pensiamo che per additarci come pulcinella mondiali gli
stranieri abbiano bisogno di esser "pilotati", ma lol.
Il fatto di essere additati come Pulcinella mondiali, pur possedendo
il 60% del patrimonio artistico del mondo, pur avendo prodotto alcune
delle più importanti novità tecniche degli ultimi 300 anni, pur avendo
una delle migliori cucine del mondo, pur producendo alcune delle più
note automobili del mondo, pur possedendo cervelli che si distinguono
in tutto il mondo in campo medico, chimico, fisico, nonché artistico,
e pur vivendo (voi) in uno dei paesi più belli e più produttivi del
mondo (l'Italia è ancora, credo, la sesta potenza industriale del
pianeta) è responsabilità tutta nostra, e nasce da un malcostume
culturale diffuso soprattutto a sinistra: quello di autosputtanarsi in
modo eccessivo e plateale davanti agli altri. Quando Prodi, Fassino e
Rutelli inizieranno a dare il buon esempio, e anteporranno l'orgoglio
e la dignità nazionale alla propria volontà di potere, saranno in meno
a vedere l'Italia come Pulcinella e il paese sarà più rispettato e
valorizzato anche all'estero. Quando i politici italiani impareranno
ad essere più uniti in nome del paese, ed insorgeranno assieme di
fronte alla presunzione di cui l'Italia spesso è oggetto all'estero,
invece che darsi colpetti di gomito compiaciuti, sarà un primo passo
verso un effettivo miglioramento, almeno verso la conquista di un po'
più di dignità.

ICS
Zazie-la-peste
2006-04-19 17:14:41 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
On Wed, 19 Apr 2006 17:38:21 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
senti un po', ci vuole tanto ad ammettere che hai scritto una cazzata?
Sei tu che ti sei dovuto correggere, e adesso distribuisci patenti di
malafede in giro?
Ma sei curioso, sai?
io non ho scritto una cazzata. Io ho solo usato un verbo in modo non
appropriato, per dire quel che intendevo dire. E mi sono poco tempo
dopo corretto, ristabilendo in modo più chiaro quel che volevo
sostenere. E ribadisco, alla luce di queste spiegazioni ulteriori,
quel che appunto volevo sostenere. Se avessi detto che Giove è un
satellite della Terra, e fossi stato in questo smentito, allora
ammetterei con facilità di aver detto una cazzata. Non è mica un
problema riconoscere le proprie cazzate, se qualcuno *dimostra*
davvero il contrario. Ma per Dio, farmi un processo su un verbo mal
usato, e ignorando completamente quel che ho subito dopo chiarito, mi
sembra francamente eccessivo da un lato, dall'altro disonesto sul
piano del dialogo, che dovrebbe essere fatto appunto per scambiarsi
idee, dopo averle naturalmente intese. Il punto è che qui nessuno,
fino a prova contraria, ha ancora smentito quel che ho sostenuto molto
chiaramente (e che comunque non sono il solo a sostenere), al di là di
un singolo verbo iniziale che poteva dare effettivamente adito ad
interpretazioni errate del mio pensiero. Minchia che pedante che
sei...
Post by Zazie-la-peste
Che tu non l'abbia manco capito è un segno palese del quanto siamo buffoni
per davvero, se pensiamo che per additarci come pulcinella mondiali gli
stranieri abbiano bisogno di esser "pilotati", ma lol.
Il fatto di essere additati come Pulcinella mondiali, pur possedendo
il 60% del patrimonio artistico del mondo, pur avendo prodotto alcune
delle più importanti novità tecniche degli ultimi 300 anni,
no, scusa, ma non vedo cosa c'entra il patrimonio artistico con l'essere
buffoni
Post by ICSDCS
pur avendo
una delle migliori cucine del mondo, pur producendo alcune delle più
note automobili del mondo, pur possedendo cervelli che si distinguono
in tutto il mondo in campo medico, chimico, fisico, nonché artistico,
e pur vivendo (voi) in uno dei paesi più belli e più produttivi del
mondo (l'Italia è ancora, credo, la sesta potenza industriale del
pianeta) è responsabilità tutta nostra, e nasce da un malcostume
culturale diffuso soprattutto a sinistra: quello di autosputtanarsi in
modo eccessivo e plateale davanti agli altri.
guarda, sinceramente non credo proprio, anche qui, che ci sia bisogno di
destra o sinistra.
Post by ICSDCS
Quando Prodi, Fassino e
Rutelli inizieranno a dare il buon esempio, e anteporranno l'orgoglio
e la dignità nazionale alla propria volontà di potere,
beh, credo che Prodi alla guida della UE non abbia certo leso il buon nome
del paese.
Post by ICSDCS
saranno in meno
a vedere l'Italia come Pulcinella e il paese sarà più rispettato e
valorizzato anche all'estero.
ovviamente tu non hai letto cosa diceva la stampa estera di Berlusconi.
Persino i miei amici di detra stranieri mi dicevano "ma cosa ve ne fate di
quel buffone?"
Come vedi, la questione destra-sinistra sta solo nella tua testolina,
incapace di vedere la realtà così come è.
Post by ICSDCS
Quando i politici italiani impareranno
ad essere più uniti in nome del paese, ed insorgeranno assieme di
fronte alla presunzione di cui l'Italia spesso è oggetto all'estero,
invece che darsi colpetti di gomito compiaciuti, sarà un primo passo
verso un effettivo miglioramento, almeno verso la conquista di un po'
più di dignità.
no caro mio.
Buffone viene chiamato chi buffone è.
Quando all'estero dicono che pizza mafia e spaghetti, non hanno torto.
L'Italia non ha nulla da offrire oggi se non quelle cose lì.
E non venirmi a parlare di industrie e tecnologia, che esportiamo solo
mutande e mocassini di lusso.
Il motivo della decadenza italiana non è nè la sinistra né la destra ma
l'assenza di capacità di modernizzarsi, di innovare.
Il popolo delle partitine iva del cazzo non possiede nemmeno un'industria
farmaceutica a livello mondiale.
Il piccolissimo paese nel quale vivi tu ne possiede ben tre.
Leader nel mondo.

Ho l'impressione che tu non sia minimamente capace di valutare le situazioni
reali.
La realtà è un dato di fatto che sembra esserti completamente estraneo, e
non è la prima volta che lo noto.
Sei ancora dietro ad arrovellarti su questioni destra-sinistra, su bla bla
elettorali, su cagate mostruose.
Non conta nulla, né la destra né la sinistra.
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Questo nulla ha a che vedere con destra o sinistra, ma con la mentalità
buffona di un popolo che vuole un welfare da Svezia, ma non vuole pagare le
tasse, che non vuole sbattersi, ma avere il lavoro a tempo indeterminato
blindato dai sindacati, che vuole i gingilli tecnologici, ma esporta solo
Versace, che si lamenta del nepotismo, ma cerca sempre di farsi raccomandare
da Picone.
Un paese nel quale da vent'anni la classe dirigente ha sempre dato il peggio
di sè.
E poi ci si aspetta che gli altri non commentino?
Z
Moosbrugger
2006-04-19 17:53:14 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
no caro mio.
Buffone viene chiamato chi buffone è.
Quando all'estero dicono che pizza mafia e spaghetti, non hanno torto.
L'Italia non ha nulla da offrire oggi se non quelle cose lì.
E non venirmi a parlare di industrie e tecnologia, che esportiamo solo
mutande e mocassini di lusso.
Il motivo della decadenza italiana non è nè la sinistra né la destra ma
l'assenza di capacità di modernizzarsi, di innovare.
Il popolo delle partitine iva del cazzo non possiede nemmeno un'industria
farmaceutica a livello mondiale.
Il piccolissimo paese nel quale vivi tu ne possiede ben tre.
Leader nel mondo.
Ho l'impressione che tu non sia minimamente capace di valutare le situazioni
reali.
La realtà è un dato di fatto che sembra esserti completamente estraneo, e
non è la prima volta che lo noto.
Sei ancora dietro ad arrovellarti su questioni destra-sinistra, su bla bla
elettorali, su cagate mostruose.
Non conta nulla, né la destra né la sinistra.
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Questo nulla ha a che vedere con destra o sinistra, ma con la mentalità
buffona di un popolo che vuole un welfare da Svezia, ma non vuole pagare le
tasse, che non vuole sbattersi, ma avere il lavoro a tempo indeterminato
blindato dai sindacati, che vuole i gingilli tecnologici, ma esporta solo
Versace, che si lamenta del nepotismo, ma cerca sempre di farsi raccomandare
da Picone.
Un paese nel quale da vent'anni la classe dirigente ha sempre dato il peggio
di sè.
E poi ci si aspetta che gli altri non commentino?
Indovina ? Quoto tutto.

M.
Zazie-la-peste
2006-04-19 18:05:54 UTC
Permalink
Post by Moosbrugger
Indovina ? Quoto tutto.
Non so se quoterai però quello che sto per scrivere :-)
Penso che questo paese abbia delle grandissime potenzialità.
Mica penso che gli italiani siano intrinsecamente peggio di altri,
figuriamoci, anzi, tutt'altro.
C'è però una cosa che diceva già Dante: Ahi serva Italia, eccetera.
Le dominazioni straniere continue hanno abituato questo popolo ad adattrsi
un po' troppo facilmente a chi lo comanda, sul famoso modello "Franza o
Spagna, purche' se magna".
Per molto, molto meno, i francesi scendono in piazza e fanno stragi.
Vedi i moti studenteschi di questo mese, per un tipo di contratto che sulla
carta è dieci volte meglio dei nostri schifosi co.co.co o co.co.pro (non che
abbiano ragione. Ma non sono d'accordo, e lo fanno capire molto
chiaramente).
C'è una cosa che ammiro nei francesi, ed è questa forza che hanno di non
farsi calpestare e di berciare finché ottengono quello che vogliono.
Persino l'ineffabile Villepin ha dovuto ritrattare e annullare la legge.
Gli italiani sono oggettivamente meglio dei francesi, imho.
Ma senza quell'anelito alla lotta, senza quella determinazione fortissima
all'incazzatura violenta, si sono sempre fatti in*ulare da chi li governava
senza battere ciglio, perchè, si sa, "tengo famiglia, non si sa mai".
Questo è il vero e unico difetto che rovina gli italiani.
Un po' meno "il mio orticello, mio, mio, mio" e un po' più di incazzosità
(giustificata) verso il potere (anche perdendoci qualcosina a breve termine)
non guasterebbe.
Invece siamo sempre alle solite, "piove governo ladro".
E domani si ricomincia.
Z
Marco Marcelli
2006-04-19 18:40:43 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Non so se quoterai però quello che sto per scrivere :-)
-cut-
Post by Zazie-la-peste
Invece siamo sempre alle solite, "piove governo ladro".
E domani si ricomincia.
Sono io che quoto (bisognava litigare per giungere ad
un'assoluta identita' di vedute!).
Anche secondo me il male oscuro dell'Italia sta nella sua
storia.
Una storia fatta di dominazioni, di tentativi di
sopravvivere a questo o quel tiranno, ad una malleabilita'
(necessaria, all'epoca) che con fulgide parole puo' essere
definita "Furbizia Italica" o "Arte di Arrangiarsi", e che
alla resa dei conti e' vilta', propensione al tradimento,
succubita' al potente di turno.

La Francia e' *NAZIONE* da oltre un millennio, noi lo siamo
da poco piu' di un secolo, e la differenza si vede tutta.

Basta andare anche solo oltralpe: per l'austriaco o il
francese la "propria casa" comprende il marciapiede, la
strada, i giardini. Per l'italiano si ferma all'uscio. E
fuori? Spacca, distruggi, rovina, chemmefrega, non e' casa mia.

A questo aggiungi un Vaticano sempre opprimente che ha
sempre contrapposto il terrore atavico dell'aldila' a
qualsiasi azione rivolta contro i suoi interessi temporali.

Quale italiano poteva nascere da tutto questo? E' chiaro:
quello che grida allo scandalo ma se puo' farsi raccomandare
e' nel suo, quello che protesta contro il malcostume ma
passa col rosso e nemmeno capisce di aver fatto un'azione
deprcabile, quello che pur di avere un ordine logico si
butta con la mafia, e cosi' via, si potrebbe continuare per
settimane.

Anche per questo DETESTO il berluska. Egli e' un uomo di
indubbio carattere e carisma, ma ha messo tutto questo a
favore solo di se' stesso, pensionando concetti come
ONESTA', TRASPARENZA, LINEARITA', CORRETTEZZA e promuovendo
ufficialmente l'intrigo, la rissa, il pettegolezzo, il
furto, la delazione.

Avrebbe potuto DAVVERO dare una sterzata decisa ad una
nazione che non chiedeva altro: poi magari poteva ficcarci
pure i propri interessi, perche' no. Ma con il potenziale
che aveva l'aver fatto della politica una mafia personale e'
DOPPIAMENTE criminale, e non glielo perdonero' mai.
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
"Ci sono solo due cose infinite: l'Universo
e la stupidita' umana. Ma sul primo non
sono completamente sicuro" (A.Einstein)
Zazie-la-peste
2006-04-19 19:18:11 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Sono io che quoto (bisognava litigare per giungere ad
un'assoluta identita' di vedute!).
Anche secondo me il male oscuro dell'Italia sta nella sua
storia.
esatto, questo lo penso anch'io
Post by Marco Marcelli
Una storia fatta di dominazioni, di tentativi di
sopravvivere a questo o quel tiranno, ad una malleabilita'
(necessaria, all'epoca) che con fulgide parole puo' essere
definita "Furbizia Italica" o "Arte di Arrangiarsi", e che
alla resa dei conti e' vilta', propensione al tradimento,
succubita' al potente di turno.
credo che sia così, in effetti
L'Italia non è stata fortunata, si può ben dire.
Post by Marco Marcelli
La Francia e' *NAZIONE* da oltre un millennio, noi lo siamo
da poco piu' di un secolo, e la differenza si vede tutta.
sì, infatti il mio paragone era storicamente insostenibile, sono ben
d'accordo.
Post by Marco Marcelli
Basta andare anche solo oltralpe: per l'austriaco o il
francese la "propria casa" comprende il marciapiede, la
strada, i giardini. Per l'italiano si ferma all'uscio. E
fuori? Spacca, distruggi, rovina, chemmefrega, non e' casa mia.
A questo aggiungi un Vaticano sempre opprimente che ha
sempre contrapposto il terrore atavico dell'aldila' a
qualsiasi azione rivolta contro i suoi interessi temporali.
quoto, anche questo ha il suo (enorme) peso
Post by Marco Marcelli
quello che grida allo scandalo ma se puo' farsi raccomandare
e' nel suo, quello che protesta contro il malcostume ma
passa col rosso e nemmeno capisce di aver fatto un'azione
deprcabile, quello che pur di avere un ordine logico si
butta con la mafia, e cosi' via, si potrebbe continuare per
settimane.
Anche per questo DETESTO il berluska. Egli e' un uomo di
indubbio carattere e carisma, ma ha messo tutto questo a
favore solo di se' stesso, pensionando concetti come
ONESTA', TRASPARENZA, LINEARITA', CORRETTEZZA e promuovendo
ufficialmente l'intrigo, la rissa, il pettegolezzo, il
furto, la delazione.
anche questo è verissimo
come darti torto, capisco benissimo ciò che intendi
Post by Marco Marcelli
Avrebbe potuto DAVVERO dare una sterzata decisa ad una
nazione che non chiedeva altro: poi magari poteva ficcarci
pure i propri interessi, perche' no. Ma con il potenziale
che aveva l'aver fatto della politica una mafia personale e'
DOPPIAMENTE criminale, e non glielo perdonero' mai.
capisco, ed hai assolutamente ragione
io ho tendenza a non serbar rancore, per cui l'ho dimenticato dal giorno in
cui ha perso le elezioni
adesso guardo al dopo.
saranno capaci coloro che hanno il potere ora di cambiare questo stato di
cose?
mah
spero solo che non vinca la solita inerzia, la solita arroganza, il solito
nepotismo dei ladruncoli (e anche la sinistra ne è ben dotata, anche se lo
nasconde meglio della destra .-)
Z
Moosbrugger
2006-04-19 20:05:22 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Non so se quoterai però quello che sto per scrivere :-)
Vediamo :-)
Post by Zazie-la-peste
Penso che questo paese abbia delle grandissime potenzialità.
Mica penso che gli italiani siano intrinsecamente peggio di altri,
figuriamoci, anzi, tutt'altro.
C'è però una cosa che diceva già Dante: Ahi serva Italia, eccetera.
Le dominazioni straniere continue hanno abituato questo popolo ad adattrsi
un po' troppo facilmente a chi lo comanda, sul famoso modello "Franza o
Spagna, purche' se magna".
Per molto, molto meno, i francesi scendono in piazza e fanno stragi.
Vedi i moti studenteschi di questo mese, per un tipo di contratto che sulla
carta è dieci volte meglio dei nostri schifosi co.co.co o co.co.pro (non che
abbiano ragione. Ma non sono d'accordo, e lo fanno capire molto
chiaramente).
C'è una cosa che ammiro nei francesi, ed è questa forza che hanno di non
farsi calpestare e di berciare finché ottengono quello che vogliono.
Persino l'ineffabile Villepin ha dovuto ritrattare e annullare la legge.
Gli italiani sono oggettivamente meglio dei francesi, imho.
Ma senza quell'anelito alla lotta, senza quella determinazione fortissima
all'incazzatura violenta, si sono sempre fatti in*ulare da chi li governava
senza battere ciglio, perchè, si sa, "tengo famiglia, non si sa mai".
Questo è il vero e unico difetto che rovina gli italiani.
Un po' meno "il mio orticello, mio, mio, mio" e un po' più di incazzosità
(giustificata) verso il potere (anche perdendoci qualcosina a breve termine)
non guasterebbe.
Invece siamo sempre alle solite, "piove governo ladro".
E domani si ricomincia.
Z
Beh, sono abbastanza d'accordo. Non sono in grado di fare un
paragone con la Francia perchè conosco troppo poco la Francia e
i francesi, e ti dirò sommessamente che fra l'altro la
sociologia spicciola ( "i tedeschi così, gli italiani cosà"
ecc.ecc.) mi pare un esercizio che lascia il tempo che trova
(quindi ideale per IAMC, in effetti ;-). Se si può trovare un
senso nelle caratteristiche di un popolo va IMHO cercato nella
sua storia, come già diceva Marco, e mi pare che la storia degli
italiani la sappiamo tutti. Per quello che più ci interessa, è
evidente che gli italiani non hanno mai avuto una pubblica
amministrazione decente, dei governanti di cui fidarsi,
soprattutto al sud, e da qui deriva gran parte dei nostri mali
quando si tratta di politica, in primis i rapporti
interpersonali a carattere "mafioso" (fra virgolette e non) e la
ricerca del "patronus" pronto a distribuire pensioni e posticini
statali più che del rappresentante attivo e portatore di istanze
di cittadini altrettanto politicamente attivi.

M.
Zazie-la-peste
2006-04-20 09:46:29 UTC
Permalink
Post by Moosbrugger
Beh, sono abbastanza d'accordo. Non sono in grado di fare un
paragone con la Francia perchè conosco troppo poco la Francia e
i francesi, e ti dirò sommessamente che fra l'altro la
sociologia spicciola ( "i tedeschi così, gli italiani cosà"
ecc.ecc.) mi pare un esercizio che lascia il tempo che trova
(quindi ideale per IAMC, in effetti ;-).
in effetti l'ho anche un po' detto che era filosofia molto spicciola.
Però ci sono delle caratteristiche innegabili.
Penso che dire che i tedeschi hanno un deboile per l'organizzazione precisa
non sia lontano dalla verità
Sarà un luogo comune, ma è anche una verità
Post by Moosbrugger
Se si può trovare un
senso nelle caratteristiche di un popolo va IMHO cercato nella
sua storia, come già diceva Marco, e mi pare che la storia degli
italiani la sappiamo tutti. Per quello che più ci interessa, è
evidente che gli italiani non hanno mai avuto una pubblica
amministrazione decente, dei governanti di cui fidarsi,
soprattutto al sud, e da qui deriva gran parte dei nostri mali
quando si tratta di politica, in primis i rapporti
i>nterpersonali a carattere "mafioso" (fra virgolette e non) e la
Post by Moosbrugger
ricerca del "patronus" pronto a distribuire pensioni e posticini
statali più che del rappresentante attivo e portatore di istanze
di cittadini altrettanto politicamente attivi.
sì, beh
Io sono abbastanza contraria ad una visione unilaterale della cosa.
Dire che da una parte c'è il povero misero popolo italiano e dall'altra i
suoi governanti cattivoni mi sembra molto ingenuo.
Siamo in democrazia da più di 50 anni
E questo significa che chi governa l'abbiamo eletto noi.
I cittadini non sono quelle vittime innocenti che vorrebbero far credere.
Come la storia di Mussolini
Prima lo applaudono in Piazza Venezia, poi sputano sul suo cadavere in
Piazzale Loreto
Questo la dice molto lunga sul carattere degli italiani, e non è un luogo
comune, ma storia
Z

M.
Moosbrugger
2006-04-20 10:25:41 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
sì, beh
Io sono abbastanza contraria ad una visione unilaterale della cosa.
Dire che da una parte c'è il povero misero popolo italiano e dall'altra i
suoi governanti cattivoni mi sembra molto ingenuo.
No no, io non ho affatto detto questo ! Ho detto che i rapporti
sono di tipo mafioso o clientelare, e davo per scontato che
vanno bene a tutte e due le parti in causa. E' ovvio per me che
la classe politica non sia altro che l'espressione dei suoi
elettori, in democrazia. Quel tipo di rapporti è in effetti un
retaggio di quando le cose stavano diversamente e molti di
quelli che oggi si chiamano italiani effettivamente *subivano* i
loro governanti, ma non assolvo affatto *oggi* gli elettori di
questo paese.

Ciao

M.
Zazie-la-peste
2006-04-20 11:28:43 UTC
Permalink
Post by Moosbrugger
No no, io non ho affatto detto questo ! Ho detto che i rapporti
sono di tipo mafioso o clientelare, e davo per scontato che
vanno bene a tutte e due le parti in causa. E' ovvio per me che
la classe politica non sia altro che l'espressione dei suoi
elettori, in democrazia. Quel tipo di rapporti è in effetti un
retaggio di quando le cose stavano diversamente e molti di
quelli che oggi si chiamano italiani effettivamente *subivano* i
loro governanti, ma non assolvo affatto *oggi* gli elettori di
questo paese.
ah ok
concordo con questo
Z
Danny Rose
2006-04-20 16:24:17 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
(non che
abbiano ragione. Ma non sono d'accordo, e lo fanno capire molto
chiaramente).
Miseria, zazina. Comincio a preoccuparmi.

dR
Captain James T. Kirk
2006-04-19 18:23:48 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
no, scusa, ma non vedo cosa c'entra il patrimonio artistico con l'essere
buffoni
Consiglio l'amico, che spara a zero rigorosamente DOPO
essersene andato dall'Italia, di guardare qui cosa vuol dire
essere buffoni:

http://video.google.com/videoplay?docid=-1431974856329212499&q=berlusconi&pl=true
--
....................
Capitano Kirk
....................
alecs
2006-04-20 08:10:27 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
no, scusa, ma non vedo cosa c'entra il patrimonio artistico con l'essere
buffoni
Consiglio l'amico, che spara a zero rigorosamente DOPO essersene andato
http://video.google.com/videoplay?docid=-1431974856329212499&q=berlusconi&pl=true
sì, ma c'è anche questo:
http://www.filecabi.net/video/silvio-berlusconi.html

alecs.
ICSDCS
2006-04-20 11:59:44 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 20:23:48 +0200, "Captain James T. Kirk"
Post by Captain James T. Kirk
http://video.google.com/videoplay?docid=-1431974856329212499&q=berlusconi&pl=true
roba vecchia. Per me Berlusconi ha in parte fatto bene. Schulz non era
certo stato corretto con la delegazione italiana. E sul parlamento
europeo ricorda anche le figuracce di Prodi. A suo tempo se ne parlò
in tutta Europa e venne sputtanato da tutti. Ma ha ragione il Doge:
gli italiani hanno la memoria corta.

ICS
Captain James T. Kirk
2006-04-19 18:25:50 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Questo nulla ha a che vedere con destra o sinistra, ma con la mentalità
buffona di un popolo che vuole un welfare da Svezia, ma non vuole pagare le
tasse, che non vuole sbattersi, ma avere il lavoro a tempo indeterminato
blindato dai sindacati, che vuole i gingilli tecnologici, ma esporta solo
Versace, che si lamenta del nepotismo, ma cerca sempre di farsi raccomandare
da Picone.
Hai purtroppo ragione, anche se cosi' dai spago a chi
sostiene che la sinistra gode ad autosputtanarsi.
--
....................
Capitano Kirk
....................
Zazie-la-peste
2006-04-19 18:38:15 UTC
Permalink
Post by Captain James T. Kirk
Hai purtroppo ragione, anche se cosi' dai spago a chi
sostiene che la sinistra gode ad autosputtanarsi.
veramente la sinistra non mi pare molto in vena di autosputtanamento.
Per quanto riguarda i politici, perlomeno.
Per quanto riguarda gli elettori, se quelli di sinistra hanno un senso
critico sviluppato, anche per lamentarsi della propria parte politica, ben
venga.
Forse vuol dire che quell'atavico servilismo tipicamente italico un pelino
comincia a scemare.
Speriamo.
Z
(i francesi hanno un detto: "qui aime bien châtie bien". Chi ama, castiga.
Di solito infatti, si tollerano meno i difetti di chi ci è più vicino,
ripetto ai difetti di chi comunque ci è distante anni luce. Ragione di più
per essere molto critici verso questo nuovo governo, mi sembra)
ICSDCS
2006-04-19 18:36:32 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 19:14:41 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
no, scusa, ma non vedo cosa c'entra il patrimonio artistico con l'essere
buffoni
ho parlato di orgoglio e dignità, e questi passano anche attraverso il
riconoscimento e la consapevolezza della propria storia e di ciò che
si è saputo fare.
Post by Zazie-la-peste
guarda, sinceramente non credo proprio, anche qui, che ci sia bisogno di
destra o sinistra.
credi pure quello che vuoi
Post by Zazie-la-peste
beh, credo che Prodi alla guida della UE non abbia certo leso il buon nome
del paese.
è senza dubbio uno che si comporta come formalmente si compete alla
posizione che assume. La correttezza formale è certo importante, in
quel contesto. Comunque io ricordo anche parecchie critiche a Prodi,
che venne preso in giro da diverse testate estere. Forse in internet
si possono ancora recuperare. Magari te le cerco.
Post by Zazie-la-peste
ovviamente tu non hai letto cosa diceva la stampa estera di Berlusconi.
ma che dici? Se è proprio questo di cui si parla...
Post by Zazie-la-peste
Persino i miei amici di detra stranieri mi dicevano "ma cosa ve ne fate di
quel buffone?"
Come vedi, la questione destra-sinistra sta solo nella tua testolina,
incapace di vedere la realtà così come è.
la realtà si vede in modo differente, e su questo non c'è dubbio. Non
mi interessa santificare Berlusconi. Per me i punti sono
essenzialmente due: le critiche a Berlusconi sono state, fino a questo
momento, le critiche ad un primo ministro di un paese importante,
piaccia o no. A farlo passare per buffone ad ogni costo c'è una buona
volontà della sinistra italiana e della propaganda che sa abilmente
costruire, sia in Italia che all'estero. Dall'altro è fuori dubbio che
Berlusconi in varie circostanze si è mosso pubblicamente senza la
forma che il protocollo (che volendo sa spesso anche di ipocrita)
esige da un un uomo in quella posizione. Ma a gonfiare la situazione
ci ha sempre pensato la sinistra italiana. All'estero invece ci
pensano i giornali tendenzialmente di sinistra a far pubblicità
negativa ad ogni singola mossa di Berlusconi. In pratica ciò che si
ode anche in Svizzera non è altro che una ripetizione più o meno
letterale di ciò che ogni giorno si ripete sui quotidiani di sinistra
italiani, senza nessuno spirito un po' più seriamente ricercatore ed
indagatore. E forse questo sfugge invece alla tua testolina.
Post by Zazie-la-peste
no caro mio.
Buffone viene chiamato chi buffone è.
Quando all'estero dicono che pizza mafia e spaghetti, non hanno torto.
E poi dici a me che sparo luoghi comuni...Questo è sapersi vendere. I
Francesi e gli Inglesi sanno bene come si fa, benché in fondo valgano,
in tutto, molto meno degli italiani.
Post by Zazie-la-peste
L'Italia non ha nulla da offrire oggi se non quelle cose lì.
ma valà...
Post by Zazie-la-peste
E non venirmi a parlare di industrie e tecnologia, che esportiamo solo
mutande e mocassini di lusso.
ma valà...
Post by Zazie-la-peste
Il motivo della decadenza italiana non è nè la sinistra né la destra ma
l'assenza di capacità di modernizzarsi, di innovare.
su questo sono d'accordo con te. Ma avrai visto anche tu che quando in
Italia si prova a modernizzare il paese, o a cambiare qualcosa,
insorgono poteri forti a contestare ogni riforma. E poi, a dir il
vero, bisognerebbe mettersi d'accorso su cosa significhi il termine
"modernizzare" stesso. Per te cosa significa? Cambiare la
costituzione? E in quali termini? Forse dare una nuova forma allo
stato? Federalismo? Sentito quante urla anche solo per questa blanda
devolution? Privatizzazione dell'istruzione? Daiii, non è cosa per gli
Italiani...forse fare qualche riforma al sistema fiscale o sanitario?
Accenna anche solo alla possibilità, e ti dicono che vuoi abolire la
sanità e che i bimbi malati non sapranno più come curarsi. Il problema
non è la mancanza di volontà a fare riforme, ma a fare quelle che
piacciano a te o ad altri, senza che tutti in Italia vi mettiate a
insorgere gridando al regime o alla follia di Berlusconi.
Post by Zazie-la-peste
Il popolo delle partitine iva del cazzo non possiede nemmeno un'industria
farmaceutica a livello mondiale.
Il piccolissimo paese nel quale vivi tu ne possiede ben tre.
Leader nel mondo.
Beh, la Svizzera ha costruito notoriamente la sua forza su poche cose:
orologi, farmaci e banche. Non mi farei comunque un vanto per le case
farmaceutiche, le cui attività sono spesso davvero ai limiti del
mafioso. E ci sono anche molti e più che qualificati medici a
sostenerlo.
Post by Zazie-la-peste
Ho l'impressione che tu non sia minimamente capace di valutare le situazioni
reali.
La valutazione dei dati reali è una questione di punti di vista. Anche
io vorrei una classe politica diversa, più seria, per l'Italia. Ma per
quanto riguarda la capacità di cambiare e riformare, ci sarebbe da
discutere. Sarei curioso di sapere, dal tuo punto di vista, cosa e
come dovrebbe essere cambiato. Per quel che mi riguarda potrei
fornirti una lunga serie di cambiamenti auspicabili, ma sono convinto
che a te parrebbero tutti fuori luogo. Il punto è anche questo: dare
ad una maggioranza la possibilità di cambiare, senza che si creiino
rivoluzioni di piazza. In Italia sembra difficile.
Post by Zazie-la-peste
Sei ancora dietro ad arrovellarti su questioni destra-sinistra, su bla bla
elettorali, su cagate mostruose.
No, questa è solo una parte della discussione: guarda che non ho fatto
altro che replicare a messaggi già postati da altri in thread che non
ho aperto io. Questioni destra-sinistra e dialoghi sul "nano" non sono
stati iniziati da me. Il resto del discorso non l'ho neppure
accennato. Tranquilla che anche io ho le mie idee su come dovrebbe
cambiare la società italiana, ma penso che la maggior parte di esse ti
farebbe venire la pelle d'oca.
Post by Zazie-la-peste
Non conta nulla, né la destra né la sinistra.
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Già, è vero. Ma prova a cambiare qualcosa, e vedi che rivoluzioni di
piazza.

ICS
Zazie-la-peste
2006-04-19 19:11:27 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
Post by Zazie-la-peste
Il motivo della decadenza italiana non è nè la sinistra né la destra ma
l'assenza di capacità di modernizzarsi, di innovare.
su questo sono d'accordo con te.
bene allora taglio il resto
Preferisco partire da ciò su cui concordiamo
Post by ICSDCS
Ma avrai visto anche tu che quando in
Italia si prova a modernizzare il paese, o a cambiare qualcosa,
insorgono poteri forti a contestare ogni riforma.
esatto
Post by ICSDCS
E poi, a dir il
vero, bisognerebbe mettersi d'accorso su cosa significhi il termine
"modernizzare" stesso. Per te cosa significa?
per me significa molte cose.
- modernizzare le infrastrutture ed i trasporti
chiaro che con i notav e le FS blindate dai sindacati...ciccia.
Ma non venirmi a dire che il ponte sullo stretto sarebbe stata una
modernizzazione. Scendi dal ponte e hai delle strade a una corsia della fine
ottocento.
Opera inutile, utile solo per far guadagnare la mafia
Abbiamo le autostrade in mano ai Benetton che imperano, totale monopolio.
Il trasporto su ruote fortemente voluto dalla Fiat, che impedisce il
trasporto su rotaie.
E andrei avanti.
nessuno ha fatto nulla né dx né sx
-Tecnologia e ricerca
lo sai che la Danimarca, che ha solo 6 milioni di abitanti, spende 3 volte
tanto l'Italia in ricerca????
Ho detto già tutto.
Abbiamo un'economia che non va perché NON abbiamo aziende di punta.
Informatica, farmaceutica, biotecnologia, nanotecnologia, automobili (la
Fiat? ma lol, a momenti due anni fa va in malora)
Nulla.
Abbiamo mutande e mocassini.
Come dicevo.
- modernizzare il sistema bancario, introdurre un diritto societario degno
di questo nome.
Utile sarebbe il modello USA
- privatizzazioni
che NON vuol dire monopolio del privato (come è il caso delle
telecomunicazioni) MA libera concorrenza
Che in Italia NON esiste
E Berlusconi NON ha privatizzato nulla.
Le FS, prima cosa da privatizzare.
L'Alitalia, farla fuori, altro che allattarla a miliardi, come proponeva
Maroni, quel genio.
Per molti aspetti questo governo di destra ha fatto una politica degna della
sinistra più becera (quella veterosindacalista, per intenderci)

eccetera, devo continuare?
Post by ICSDCS
Cambiare la
costituzione? E in quali termini? Forse dare una nuova forma allo
stato? Federalismo?
La modernità non la fa la legge.
La fa lo sviluppo tecnologico ed economico.
Post by ICSDCS
Sentito quante urla anche solo per questa blanda
devolution? Privatizzazione dell'istruzione?
no, quella no
Post by ICSDCS
Daiii, non è cosa per gli
Italiani...forse fare qualche riforma al sistema fiscale o sanitario?
nemmeno
ma guarda che si può mantenere il welfare pur avendo mobilità di lavoro e
facoltà di licenziare, ma anche di riassumere facilmente
Il modello danese e svedese sono un successo in questo senso. Parliamo di
società capitaliste, liberali, ma con welfare.
Post by ICSDCS
Accenna anche solo alla possibilità, e ti dicono che vuoi abolire la
sanità e che i bimbi malati non sapranno più come curarsi. Il problema
non è la mancanza di volontà a fare riforme, ma a fare quelle che
piacciano a te o ad altri, senza che tutti in Italia vi mettiate a
insorgere gridando al regime o alla follia di Berlusconi.
no, vedi sopra.
Il modello danese però prevede che ci siano patti sociali con sindacati che
capiscono la situazione e gente onesta che paga le tasse, oltre che avere
anche spirito di adttabilità e iniziativa
Cose che in Italia sono ignote.
Post by ICSDCS
Post by Zazie-la-peste
Il popolo delle partitine iva del cazzo non possiede nemmeno un'industria
farmaceutica a livello mondiale.
Il piccolissimo paese nel quale vivi tu ne possiede ben tre.
Leader nel mondo.
orologi, farmaci e banche.
dici poco.
Post by ICSDCS
Non mi farei comunque un vanto per le case
farmaceutiche, le cui attività sono spesso davvero ai limiti del
mafioso. E ci sono anche molti e più che qualificati medici a
sostenerlo.
ma questo lo so.
Ma giudicando così, allora devi andare a vivere in Burundi, scusa.
Ogni cosa ha il suo prezzo.
Credi che i moderni sistemi di agricoltura non abbiano un prezzo (anche
umano) alto?
L'economia di mercato stessa (quell'economia capitalistica sulla quale
funzioniamo tutti i giorni) va avanti solo perché c'è il cuscinetto dei
paesi poveri, ma che ti credi?
Il mondo ideale purtroppo non esiste
Post by ICSDCS
Post by Zazie-la-peste
Ho l'impressione che tu non sia minimamente capace di valutare le situazioni
reali.
La valutazione dei dati reali è una questione di punti di vista.
anche questo è vero
Post by ICSDCS
Anche
io vorrei una classe politica diversa, più seria, per l'Italia. Ma per
quanto riguarda la capacità di cambiare e riformare, ci sarebbe da
discutere. Sarei curioso di sapere, dal tuo punto di vista, cosa e
come dovrebbe essere cambiato.
l'ho scritto sopra
Mi rendo conto che è un sogno
Post by ICSDCS
Per quel che mi riguarda potrei
fornirti una lunga serie di cambiamenti auspicabili, ma sono convinto
che a te parrebbero tutti fuori luogo. Il punto è anche questo: dare
ad una maggioranza la possibilità di cambiare, senza che si creiino
rivoluzioni di piazza. In Italia sembra difficile.
io credo che certe cose senza rivoluzione non si cambiano
Gli USA son stati creati con una Rivoluzione, lo Stato democratico libero e
moderno pure (quella francese)
Per avere una dichiarazione di diritti dell'uomo ci è voluta una
rivoluzione.
Certe grandi conquiste non si ottengono senza lotta.
Non dico che debba essere per forza sanguinosa, ma decisa sì
Post by ICSDCS
Post by Zazie-la-peste
Sei ancora dietro ad arrovellarti su questioni destra-sinistra, su bla bla
elettorali, su cagate mostruose.
No, questa è solo una parte della discussione: guarda che non ho fatto
altro che replicare a messaggi già postati da altri in thread che non
ho aperto io. Questioni destra-sinistra e dialoghi sul "nano" non sono
stati iniziati da me. Il resto del discorso non l'ho neppure
accennato. Tranquilla che anche io ho le mie idee su come dovrebbe
cambiare la società italiana, ma penso che la maggior parte di esse ti
farebbe venire la pelle d'oca.
magari no
Post by ICSDCS
Post by Zazie-la-peste
Non conta nulla, né la destra né la sinistra.
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Già, è vero. Ma prova a cambiare qualcosa, e vedi che rivoluzioni di
piazza.
Sei sicuro?
Cioè, tanto meglio tanto peggio?
Allora inutile lottare?
Z
Luca Logi
2006-04-19 22:23:02 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
- modernizzare le infrastrutture ed i trasporti
chiaro che con i notav e le FS blindate dai sindacati...ciccia.
In tutta onestà, non mi sentirei di dare la colpa del cattivo stato
delle FS ai sindacati. I sindacati dei ferrovieri sono una rogna per
l'utente, anche per la loro abitudine di scioperare uno per volta, ma la
realtà è che i sindacati dei ferrovieri hanno dovuto inghiottire
parecchie pillole amare, e stare buoni. Per esempio, negli ultimi dieci
anni il numero dei dipendenti è diminuito mentre il numero dei dirigenti
è aumentato (c'era un servizio sul supplemento economico del corriere di
due lunedi fa).

Un problema delle ferrovie, per esempio, è che la UE ha accettato e reso
obbligatorio un modello di organizzazione di stampo thatcheriano (la
separazione fra infrastrutture e vettori) che, nella stessa Gran
Bretagna, si è rivelato fallimentare. Del che i sindacati sono del tutto
innocenti.
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
Zazie-la-peste
2006-04-20 09:48:58 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
Post by Zazie-la-peste
- modernizzare le infrastrutture ed i trasporti
chiaro che con i notav e le FS blindate dai sindacati...ciccia.
In tutta onestà, non mi sentirei di dare la colpa del cattivo stato
delle FS ai sindacati.
tu non te la senti
Ma però ti consiglio di farti una chiaccherata con un impiegato delle FS e
poi cambierai idea
Post by Luca Logi
I sindacati dei ferrovieri sono una rogna per
l'utente, anche per la loro abitudine di scioperare uno per volta, ma la
realtà è che i sindacati dei ferrovieri hanno dovuto inghiottire
parecchie pillole amare, e stare buoni. Per esempio, negli ultimi dieci
anni il numero dei dipendenti è diminuito mentre il numero dei dirigenti
è aumentato (c'era un servizio sul supplemento economico del corriere di
due lunedi fa).
sulla questione dirigenti hai ragione
Ma nota bene che nel reparto manutenzione c'è una legge interna riguardo
alle ore di lavoro
Non si può fare troppo....
Post by Luca Logi
Un problema delle ferrovie, per esempio, è che la UE ha accettato e reso
obbligatorio un modello di organizzazione di stampo thatcheriano (la
separazione fra infrastrutture e vettori) che, nella stessa Gran
Bretagna, si è rivelato fallimentare. Del che i sindacati sono del tutto
innocenti.
I sindacati italiani non sono innocenti di nulla.
Sono la colpa principale della crisi dei lavoratori
Leggiti
Pietro Ichino "A cosa serve il sindacato?"
Nota bene che Ichino è un ex cgil, eh
Non un imprenditore schiavista.
E piantiamola di difendere l'indifendibile.
Z
ICSDCS
2006-04-20 11:55:41 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 21:11:27 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
per me significa molte cose.
- modernizzare le infrastrutture ed i trasporti
chiaro che con i notav e le FS blindate dai sindacati...ciccia.
appunto. E quelli stanno a sinistra.
Post by Zazie-la-peste
Ma non venirmi a dire che il ponte sullo stretto sarebbe stata una
modernizzazione.
No. Per me era davvero una trovata pubblicitaria. Tuttavia sarebbe
stato oggettivamente molto più comodo per qualche migliaio di persone
che viaggiano regolarmente tra Sicilia e Calabria, soprattutto in
certi periodi ad alto flusso.
Post by Zazie-la-peste
Scendi dal ponte e hai delle strade a una corsia della fine
ottocento.
Non mi sono sembrate così male le strade siciliane, a dir il vero.
Appena scesa dal "ponte" (dal traghetto) c'è l'autostrada a 2 corsie
per senso di marcia. Non tanto diverse da quelle del Nord. Tuttavia ho
visitato meno l'interno. Ma non credo siano tanto peggio di quelle
della regione interna appenninica tra emilia e toscana.
Post by Zazie-la-peste
Opera inutile, utile solo per far guadagnare la mafia
non saprei. Dipende da chi ottiene gli appalti. Se non altro
garantirebbe qualche migliaio di posti di lavoro in più per i prossimi
anni. Comunque concordo che non è una priorità per l'Italia, in questo
momento, dunque sa più di spot che altro.
Post by Zazie-la-peste
Abbiamo le autostrade in mano ai Benetton che imperano, totale monopolio.
mi sembra che le società autostradali siano 25. Benetton ha in mano il
30% dell'Autostrade SPA (la quale gestisce 2800 km su 6500 della rete
totale). Comunque questa è la "privatizzazione", e ti faccio notare
che tu la auspichi anche per altre cose, poco più sotto. E' ovvio che
se una società dello stato è in vendita a privati, qualcuno se la
compra.
Post by Zazie-la-peste
-Tecnologia e ricerca
lo sai che la Danimarca, che ha solo 6 milioni di abitanti, spende 3 volte
tanto l'Italia in ricerca????
forse intendi dire in rapporto al Pil? Vero che in Italia la spesa è
bassa. E' sempre stata così, quasi tradizionalmente, più bassa degli
altri paesi europei (fatta eccezione per GB), anche in anni passati e
precedenti il governo Berlusconi. Vedi:

http://www.murst.it/Ricerca/Quadro/indice.html

Il Governo Prodi in tal senso non fece nulla. Berlusconi ancora meno,
se possibile. C'è stato il tentativo con la la cosiddetta
TecnoTremonti, che prevedeva una detassazione del 50% degli utili
reinvestiti intecnologia, ma non è neanche entrata in vigore a causa
di problemi a Bruxelles. Concordo sul fatto che qualcosa si dovrebbe
fare e che questo governo ha fatto in tal senso poco.
Post by Zazie-la-peste
Ho detto già tutto.
Abbiamo un'economia che non va perché NON abbiamo aziende di punta.
Informatica, farmaceutica, biotecnologia, nanotecnologia, automobili (la
Fiat? ma lol, a momenti due anni fa va in malora)
Per le auto non mi riferivo alla Fiat, ma al prestigio internazionale
di Ferrari, Lamborghini, Maserati. Le nanotecnologie sono un settore
relativamente nuovo. Mi sembra che in Italia ci sia la Cdb Web Tech,
poi la Pirelli Labs. In Italia è nato il nanospider. "L'invenzione si
è meritata un annuncio clamoroso sulla rivista Science e rilancia la
ricerca italiana in una tecnologia da ultima frontiera: il nanotech.
Nanospider è nato presso il Dipartimento di Chimica dell'Università di
Bologna".

http://www.fondazionerui.it/portal/page/categoryItem?contentId=20589
Post by Zazie-la-peste
Nulla.
Abbiamo mutande e mocassini.
questo è esagerato. Ci sono aziende italiane che sono leader mondiali
nei rispettivi settori, e in alcuni (penso ad esempio alle macchine
agricole e alla nautica) il dominio è quasi assoluto. Vedi:

http://www.esteri.it/ita/7_44_105.asp

guarda che se si parla del sesto (o quinto) paese più industrializzato
del mondo (e i paesi al mondo non sono pochi) qualche ragione ci sarà
pure... Ciò non toglie che si possa migliorare. Ma la tua affermazione
sopra rientra molto, per dirla con Fini, in quell'ottica di vittimismo
e autolesionismo molto diffusi a sinistra, e che non fanno certo bene
all'Italia
Post by Zazie-la-peste
Come dicevo.
- modernizzare il sistema bancario, introdurre un diritto societario degno
di questo nome.
Utile sarebbe il modello USA
- privatizzazioni
che NON vuol dire monopolio del privato (come è il caso delle
telecomunicazioni) MA libera concorrenza
su questo sono d'accordo con te. Invece le telecomunicazioni in
Svizzera se la passano peggio che in Italia. Basti pensare alla
telefonia, dove la Swisscom ha ancora il monopolio. Non è qui ad
esempio possibile avere un ADSL senza pagare il canone swisscom. Tutti
gli operatori telefonici fanno capo ad essa, a parte quelli che
offrono collegamenti via cavo TV.
Post by Zazie-la-peste
Che in Italia NON esiste
E Berlusconi NON ha privatizzato nulla.
credo che, se vuoi davvero concorrenza, più che "privatizzare" sia
necessario prima "liberalizzare", altrimenti la privatizzazione in sé
non serve a molto, e rischia di sfociare giocoforza in monopolio.
Allora ti ritroveresti davvero solo gruppi come Benetton che
controllano tutto ciò che viene privatizzato.
Post by Zazie-la-peste
Le FS, prima cosa da privatizzare.
ma non sono già state privatizzate da qualche anno? Trenitalia cos'è?
Post by Zazie-la-peste
L'Alitalia, farla fuori, altro che allattarla a miliardi, come proponeva
Maroni, quel genio.
non era stata avviata la privatizzazione con decreto legge nel 2005?
Post by Zazie-la-peste
Per molti aspetti questo governo di destra ha fatto una politica degna della
sinistra più becera (quella veterosindacalista, per intenderci)
eccetera, devo continuare?
se vuoi...
Post by Zazie-la-peste
Post by ICSDCS
Cambiare la
costituzione? E in quali termini? Forse dare una nuova forma allo
stato? Federalismo?
La modernità non la fa la legge.
La fa lo sviluppo tecnologico ed economico.
sì, ma questi possono essere condizionati dalla legge e dalla
struttura dello stato. Molti leghisti sostengono che se negli ultmi 50
anni l'Italia del Nord fosse stato un paese a sé, oggi quell'area
sarebbe la più ricca, potente e sviluppata d'Europa. Non so se sia
vero, ma credo che la forma data allo Stato e quindi le disposizioni
economiche abbiano per forza un ruolo nello sviluppo di un paese. Per
intenderci, credo che la Svizzera non sarebbe la stessa, se non fosse
un paese fortemente federale (l'italia se lo sogna di notte un
federalismo come quello elvetico).
Post by Zazie-la-peste
nemmeno
ma guarda che si può mantenere il welfare pur avendo mobilità di lavoro e
facoltà di licenziare,
lo so bene. Vivo infatti proprio in una realtà di questo tipo. In
Svizzera è facilissimo licenziare e si sindacati hanno un potere
bassissimo. Per arrivare ad un sistema del mercato come questo in
Italia bisogna letteralmente sputare sangue. Senza rivoluzioni è
impossibile. Il problema è che le rivoluzioni di piazza in Italia le
organizzano solo a sinistra con la colllaborazione dei sindacati, ed è
impossibile aspettarsi da loro una riforma del mercato del lavoro
nell'ordine di quanto sostieni. Per cui l'unico modo per fare ciò è
non curarsi delle inevitabili proteste di piazza che si verrebbero a
creare, ed andare avanti ugualmente. Attualmente mi sembra
impossibile, in Italia. Ma vedi che pure in Francia non è facile...
Post by Zazie-la-peste
ma anche di riassumere facilmente
Il modello danese e svedese sono un successo in questo senso. Parliamo di
società capitaliste, liberali, ma con welfare.
fortemente liberali, infatti, e con un welfare che è parecchio
migliore di quello italiano. SOcietà dove un'indennità di
disoccupazione raggiunge fino il 90% del reddito e viene concessa per
almeno 2 anni o più (in Italia 40% del reddito per 6 mesi). Per non
parlare dei servizi sociali che pagano affitto e concedono minimi
vitali (che sono il doppio degli stipendi italiani) a chi non riesce a
sopravvivere altrimenti. Utopie, in Italia, anche con governi di
estrema sinistra.
Post by Zazie-la-peste
no, vedi sopra.
Il modello danese però prevede che ci siano patti sociali con sindacati che
capiscono la situazione e gente onesta che paga le tasse, oltre che avere
anche spirito di adttabilità e iniziativa
Cose che in Italia sono ignote.
per quanto riguarda l'evasione fiscale in Italia, punterei il dito sul
fatto che è uno dei paesi in Europa con tassazioni maggiori, più che
sulla disonestà nel DNA della popolazione. Durante il mio lavoro in
Italia ho sentito personalmente tantissimi imprenditori amentarsi di
dover chiudere bottega, qualora dovessero pagare pienamente le tasse
come preteso dallo stato. Credo sia in effetti così.
Post by Zazie-la-peste
io credo che certe cose senza rivoluzione non si cambiano
lo credo anche io. Solo che in Italia non ti lasciano fare facilmente
rivoluzioni.
Post by Zazie-la-peste
magari no
magari un'altra volta ti dico le mie, anche se in parte già concordo
con quelle che hai menzionato tu.
Post by Zazie-la-peste
Sei sicuro?
Cioè, tanto meglio tanto peggio?
Allora inutile lottare?
no, non è inutile lottare. Il punto è che chi in Italia fa la voce
grossa non è solitamente chi governa, ma chi scende in piazza. E in
piazza scendono soprattutto i sindacati...

ICS
alecs
2006-04-20 08:06:59 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Questo nulla ha a che vedere con destra o sinistra, ma con la mentalità
buffona di un popolo che vuole un welfare da Svezia, ma non vuole pagare le
tasse, che non vuole sbattersi, ma avere il lavoro a tempo indeterminato
blindato dai sindacati, che vuole i gingilli tecnologici, ma esporta solo
Versace, che si lamenta del nepotismo, ma cerca sempre di farsi raccomandare
da Picone.
Un paese nel quale da vent'anni la classe dirigente ha sempre dato il peggio
di sè.
e questi sono i pregi!
comunque chiediamoci quanto ci costa l'energia.

alecs.
Zazie-la-peste
2006-04-20 09:49:36 UTC
Permalink
Post by alecs
Post by Zazie-la-peste
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Questo nulla ha a che vedere con destra o sinistra, ma con la mentalità
buffona di un popolo che vuole un welfare da Svezia, ma non vuole pagare le
tasse, che non vuole sbattersi, ma avere il lavoro a tempo indeterminato
blindato dai sindacati, che vuole i gingilli tecnologici, ma esporta solo
Versace, che si lamenta del nepotismo, ma cerca sempre di farsi raccomandare
da Picone.
Un paese nel quale da vent'anni la classe dirigente ha sempre dato il peggio
di sè.
e questi sono i pregi!
comunque chiediamoci quanto ci costa l'energia.
sì, dimenticavo di citare l'energia.
La buffonata di non aver voluto il nucleare ci sta costando lacrime e sangue
Z
Antenore La Bestia
2006-04-20 14:05:59 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
sì, dimenticavo di citare l'energia.
La buffonata di non aver voluto il nucleare ci sta costando lacrime e sangue
Ah certo. Ma la demagogia costa poco. Anche quell'idiota di
Schröder ha chiuso le centrali atomiche e anche la Germania
dovrà cersare lacrime e sangue.

Mi ricordo quando é stato fatto il referendum antinucleare.
Non potevo ancora votare ma potevo discutere. E mi sentivo
dire, da tanti deficenti "Ma tu vuoi trasformare l'intero pianeta
in una grande Cernobil! NON SEI CRISTIANO!". Si, mi sono
sentito pure dire questo.

Cmq un mesetto fa una centrale poco distante da Città del
Capo per poco non subiva un grande incidente. Quei geni
di capo tribù Xhosa che presero il potere una volta finito
l'Apartheid fecero licenziare buona parte dello staff bianco e
promossero gli avvitabulloni colored e neri che lavoravano
nella centrale. Solo che gli avvitabulloni si dimenticavano
di fare assistenza e controlli. Evidentemente pensavano che
la tecnologia dei tanto vituperati bianchi fosse eterna. Dopo
che un reattore si é spento automaticamente per una fuga,
rimasta interna, di acqua e conseguente surriscaldamento del
nocciolo, hanno dovuto richiamare (pagandoli profumatamente)
i tecnici, che ora lavoravano in francia e gran bretagna.

Considerando l'attenzione ai dettagli degli italiani, forse forse
non é stata una cosa così scellerata chiudere le centrali.
Anche se la ragione mi dice che é stato il male maggiore.

growl
A.
kink64
2006-04-20 15:43:29 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Considerando l'attenzione ai dettagli degli italiani, forse forse
non é stata una cosa così scellerata chiudere le centrali.
Anche se la ragione mi dice che é stato il male maggiore.
sii realista e considera che non riusciamo neanche a fare le ferrovie.
Post by Antenore La Bestia
growl
A.
s
alecs
2006-04-20 16:47:10 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Cmq un mesetto fa una centrale poco distante da Città del
Capo per poco non subiva un grande incidente. Quei geni
di capo tribù Xhosa che presero il potere una volta finito
l'Apartheid fecero licenziare buona parte dello staff bianco e
promossero gli avvitabulloni colored e neri che lavoravano
nella centrale. Solo che gli avvitabulloni si dimenticavano
di fare assistenza e controlli. Evidentemente pensavano che
la tecnologia dei tanto vituperati bianchi fosse eterna. Dopo
che un reattore si é spento automaticamente per una fuga,
rimasta interna, di acqua e conseguente surriscaldamento del
nocciolo, hanno dovuto richiamare (pagandoli profumatamente)
i tecnici, che ora lavoravano in francia e gran bretagna.
Considerando l'attenzione ai dettagli degli italiani, forse forse
non é stata una cosa così scellerata chiudere le centrali.
Anche se la ragione mi dice che é stato il male maggiore.
growl
A.
giusto ieri la puntata di Superquark era dedicata alla tragedia di
Chernobil (ma alla fine insisteva sull'eccezionalità di quell'evento, e
di quanto le centrali moderne abbiano azzerato praticamente ogni rischio)

se fossi io a decidere, costruirei centrali nucleari in Libia e in
Albania, a gestione congiunta (qualcosa di più che un semplice
indennizzo per le stragi coloniali) e poi dividerei l'energia.
una politica del genere potrebbe aiutare a risolvere molti problemi,
altro che Bossi-Fini.

chissà perché invece non mi fido del fotovoltaico. Purtroppo mio padre è
impazzito e sta per tappezzare la casa di pannelli...


alecs.

Danny Rose
2006-04-20 16:23:08 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Il Paese ha cominciato a declinare almeno 15 anni fa, mica oggi.
Ha un mercato del lavoro delirante, sindacati ottocenteschi, banche
medievali, industria inesistente.
Quoto.
Post by Zazie-la-peste
Questo nulla ha a che vedere con destra o sinistra, ma con la mentalità
buffona di un popolo che vuole un welfare da Svezia, ma non vuole pagare le
tasse, che non vuole sbattersi, ma avere il lavoro a tempo indeterminato
blindato dai sindacati,
Straquoto.

dR
Mamerluà
2006-04-19 17:28:34 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
Quando Prodi, Fassino e
Rutelli inizieranno a dare il buon esempio, e anteporranno l'orgoglio
e la dignità nazionale alla propria volontà di potere, saranno in meno
a vedere l'Italia come Pulcinella e il paese sarà più rispettato e
valorizzato anche all'estero. Quando i politici italiani impareranno
ad essere più uniti in nome del paese, ed insorgeranno assieme di
fronte alla presunzione di cui l'Italia spesso è oggetto all'estero,
invece che darsi colpetti di gomito compiaciuti, sarà un primo passo
verso un effettivo miglioramento, almeno verso la conquista di un po'
più di dignità.
Qualche momento di orgoglio e dignità nazionale gentilmente offerto dal
sig. Berlusconi: http://video.google.com/videosearch?q=berlusconi





Inviato da X-Privat.Org - Registrazione gratuita http://www.x-privat.org/join.php
Captain James T. Kirk
2006-04-19 17:56:17 UTC
Permalink
Post by Mamerluà
Post by ICSDCS
Quando Prodi, Fassino e
Rutelli inizieranno a dare il buon esempio, e anteporranno l'orgoglio
e la dignità nazionale alla propria volontà di potere, saranno in meno
a vedere l'Italia come Pulcinella
Qualche momento di orgoglio e dignità nazionale gentilmente offerto dal
sig. Berlusconi: http://video.google.com/videosearch?q=berlusconi
Siamo lo zimbello del mondo, a causa delle scempiaggini del
nano pelato, ma solo in Svizzera non se ne rendono conto.
Paese felice o Paese stupido?
--
....................
Capitano Kirk
....................
ICSDCS
2006-04-19 18:42:48 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 19:56:17 +0200, "Captain James T. Kirk"
Post by Captain James T. Kirk
Siamo lo zimbello del mondo, a causa delle scempiaggini del
nano pelato, ma solo in Svizzera non se ne rendono conto.
Paese felice o Paese stupido?
in Svizzera non si fa altro che parlare e scrivere contro Berlusconi.
Puoi star dunque tranquillo, che la voce della sinistra italiana è
arrivata anche fino a qui.

ICS
Danny Rose
2006-04-19 16:39:11 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
Un conto è ascoltare quello che dicono i politici italiani, un conto è farsi
dettare gli articoli da Fabio Mussi, ma Rotfl
Pensa gli anacoluti. Ne ricaverebbero cose intraducibili, nella migliore
delle ipotesi.

dR
Luca Logi
2006-04-19 17:13:04 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
Pensare che chi scrive nelle redazioni estere di
molti giornali vicini al centrosinistra lo faccia dopo accurata presa
di coscienza ed analisi della realtà italiana, ed in modo indipendente
dalle dichiarazioni di politici e quotidiani italiani di
centrosinistra, è roba da favole.
se la vedi in svizzera, sintonizzati su retequattro

emilio fede, che deve essere il tuo modello di giornalista equilibrato,
stasera è fantastico

ha la faccia più lunga della sera che morì il papa
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
ICSDCS
2006-04-19 18:36:40 UTC
Permalink
Post by Luca Logi
emilio fede, che deve essere il tuo modello di giornalista equilibrato,
stasera è fantastico
Emilio Fede è palesemente di parte, come lo è del resto Santoro.
Entrambi buffoni, seppur in modo diverso.

ICS
Schillogeno
2006-04-19 23:01:05 UTC
Permalink
On Wed, 19 Apr 2006 10:00:43 +0200, "Zazie-la-peste"
Post by Zazie-la-peste
Post by ICSDCS
La sinistra italiana controlla molte redazioni estere
e gli ebrei controllano la finanza mondiale.
Z
PS dimenticavo: i neri ballano bene.
I siciliani sono tutti mafiosi, sardi e calabresi hanno la testa dura,
mbruogliamalati sò l'avvocati e la grande musica è quella tedesca.

Schillogeno
-----------
"A composer is a guy who goes around forcing his will on
unsuspecting air molecules,often with the assistance of
unsuspecting musicians." Frank Zappa, 1940-1993.
ICSDCS
2006-04-20 11:55:55 UTC
Permalink
Post by Schillogeno
I siciliani sono tutti mafiosi, sardi e calabresi hanno la testa dura,
mbruogliamalati sò l'avvocati e la grande musica è quella tedesca.
quanto siete c....ni (carini) ;-)
Luca Logi
2006-04-20 13:34:41 UTC
Permalink
Post by ICSDCS
quanto siete c....ni (carini) ;-)
noto che il numero dei puntini non corrisponde al numero delle lettere

suggerisco un riconteggio immediato

nel frattempo vado a vedere se si trovasse una lettera annullata nel
cassonetto

preparo anche un ricorso al tar e chiamo gli osservatori osce e i caschi
blu dell'onu

tu nel frattempo riconta ancora
--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: ***@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
Marco Marcelli
2006-04-19 10:00:34 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
La moda - instaurata dai sinistri e quando capita ripresa anche dai
destri - di esibire trionfalisticamente esemplari condanne di giornali
esteri sui fattacci italiani, non e' esterofilia.
E'semplice complesso d'inferiorita' e becero provincialismo.
Comunque gli inglesi esagerano davvero. Verrebbe da chieder loro chi
caspita si credono d'essere.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/04_Aprile/19/merkel.shtml


M
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Benedetto Zaccaria
2006-04-19 12:57:07 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/04_Aprile/19/merkel.shtml
Non malaccio quel culo.



Benedetto Zaccaria
T.d.F. - Viceré di Ogigia
2006-04-19 13:42:56 UTC
Permalink
Post by Benedetto Zaccaria
E'semplice complesso d'inferiorita' e becero provincialismo.
Magari c'hai pure ragione, ma almeno aiuta a tenere per chiaro che il nostro
"prestigio internazionale" non è poi così prestigioso ne' tanto meno si è
poi così tanto accresciuto negli ultimi tempi ...
Continua a leggere su narkive:
Loading...