Discussione:
Come la penso in realtà
(troppo vecchio per rispondere)
v i m i x ©
2005-03-10 12:13:17 UTC
Permalink
Cari amici,

Da anni voi tutti mi conoscete come un saggio, un uomo illuminato,
fondatore del gruppo e spina dorsale dello stesso.

Reputazione che mi sono guadagnato inserendo per anni commenti
populistici, tratti in realtà dall'inserto musicale della rivista
"Gente Motori".

Ma oggi, preso da un improvviso rimorso, vi dirò come davvero io la
penso in fatto di musica. Che sia per voi il mio testamento
spirituale.

---

Wagner è un discreto musicista e un grande pensatore.

Bach è troppo razionale.

Mozart è castrato.

Mi piace la colonna sonora di Harry Potter.

A Chopin gioverebbe una buona dose di tedesca austerità.

Haendel a Berg gli fa sei-zero sei-zero.

Mahler è il Wagner dei poveri.

Il pianoforte ha un suono troppo melenso. Molto meglio la spinetta.

Chopin è un musicista kitsch per pederasti.

Karajan non è un gran direttore ma un ottimo tecnico del suono.

Bach è sopravvalutato: se andiamo direttamente allo spartito notiamo
un uso errato dei tasti neri.

Nella passione secondo Matteo, ascoltata al contrario, si odono
distintamente delle bestemmie.

La migliore K.333 è quella di Gould nel 76 che suona il piano con lo
sportello abbassato.

La migliore esecuzione delle Goldberg è quella di Gould nel 71 che
suona con le braghe calate.

La migliore K.331 è quella di Gould nel '61 che suona con lo
sgabello svitato ficcato in culo.

Alla sua morte per overdose, Mozart era così imbottito di psicofarmaci
che da morto scrisse il Lacrymosa.

Subito dopo aggredì Sussmayr e gli divorò il cervello.

Wagner nel Parsifal anticipò la teoria della relatività.

Durante il Parsifal del 62 il sacro calice si riempì di vero sangue
mentre Knappertsbusch, trasfigurato, iniziò a fluttuare sulla platea.

Al termine del Parsifal del 62 il pubblico, uscito dal teatro, scoprì
che erano passati in realtà 120 anni e che tutti i loro conoscenti
erano defunti. Inoltre tre conflitti atomici avevano riportato il
pianeta in uno stato primordiale.

La migliore quarta di Bruckner è quella di Celibidache del 1982 dove
si riescono a seguire separatemente 143 strumenti senza sforzo.

La migliore settima di Brucker è Celibidache 1978, dove il maestro
suona "dal basso verso l'alto" e si possono seguire 192 tracce sonore
più il flautista che si tira su la zip.

La migliore nona di Brucker è Celibidache 1981 che suona da destra
verso sinistra e con la sfumatura alta, ed in cui si odono
distintamente tremila strumenti più i colpi di tosse del pubblico (ma
ci stanno bene).

La migliore K.330 è quella di Gould nel 51 che suona il piano
pizzicando direttamente le corde.

La migliore K.334 è quella di Gould nel 53 che suona la Spinasanta.

La migliore esecuzione delle k.350 è quella di Gould nel 70 che suona
in ciabatte e con il pesce da fuori.

Nel Tristano di Karajan ci sono troppi violini e poche arpe.

Il don Giovanni è una porcata, le melodie sono scontate e puerili,
l'orchestrazione è frettolosa. Inoltre ci sono troppe cadenze.

Di Wagner, ancor più della musica, apprezzo le teorie sociali (oggi
riprese da Berlusconi) dove un'umanità divenuta totalmente ariana
possa perpetrare il paganesimo.

Levine ha capito tutto di Wagner.

La vita è uno stato mentale.

Pisa mi ha dato i Natali.

---
Upetepepepeperepe

vimix
Gian Luigi Zampieri .'.
2005-03-10 12:18:43 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Cari amici,
Da anni voi tutti mi conoscete come un saggio, un uomo illuminato,
fondatore del gruppo e spina dorsale dello stesso.
Reputazione che mi sono guadagnato inserendo per anni commenti
populistici, tratti in realtà dall'inserto musicale della rivista
"Gente Motori".
Ma oggi, preso da un improvviso rimorso, vi dirò come davvero io la
penso in fatto di musica. Che sia per voi il mio testamento
spirituale.
Sei un Cavallo di Troll ma chiunque tu sia ...sei un genio!
A te Zeri, Sgarbi e Bonito Oliva ti fanno una pippa (evviva la sintassi).
Ad majora.
GLZ.'.
the Archeopteryx
2005-03-10 12:54:02 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Ma oggi, preso da un improvviso rimorso, vi dirò come davvero io
la penso in fatto di musica. Che sia per voi il mio testamento
spirituale.
Un capolavoro. Una delle rare volte nella mia vita che sono
relamente invidioso di non essere capace di tanto. Ma sto ridendo
come uno scemo e stanno chiamando la neuro... :))))))
v i n i x ©
2005-03-10 17:16:57 UTC
Permalink
Non so cosa sia successo ...

A prima vista potrebbe sembrare qualcuno che si è divertito a scrivere
storpiando il mio nome, ma ho paura che non sia così. Il fatto è che
io soffro del disturbo della personalità multipla. Ne ho sempre
approfittato. Ho avuto quattordici fidanzate che mi sono costate una
fortuna di popcorn al cinema ma che mi hanno regalato anche qualche
momento d'estasi.

Pensavo però di avere il controllo almeno sul NG.
Scopro che non è così e che alcune delle mie personalità capiscono di
musica molto più di me. Non che ci voglia poi molto, ma che mi superi
l'io-pisano mi scoccia assai.

E' sempre stato il Calimero della mia famiglia-io. Aveva una fidanzata
gobba e con la dentiera di legno. In genere l'utilizzavo per andare a
trovare il Rampini.

ciao
seguso
2005-03-10 17:19:24 UTC
Permalink
Post by v i n i x ©
Non so cosa sia successo ...
A prima vista potrebbe sembrare qualcuno che si è divertito a scrivere
storpiando il mio nome, ma ho paura che non sia così. Il fatto è che
io soffro del disturbo della personalità multipla.
Caro vinix, non è neppure questo. È che in realtà sei sempre tu. L'idiozia e
l'acume sono due facce della stessa medaglia, indistinguibili.
Isidoro
2005-03-10 19:35:00 UTC
Permalink
Post by seguso
Post by v i n i x ©
Non so cosa sia successo ...
A prima vista potrebbe sembrare qualcuno che si è divertito a scrivere
storpiando il mio nome, ma ho paura che non sia così. Il fatto è che
io soffro del disturbo della personalità multipla.
Caro vinix, non è neppure questo. È che in realtà sei sempre tu.
L'idiozia e l'acume sono due facce della stessa medaglia, indistinguibili.
~~~~~
Avevo letto acne....
I.
the Archeopteryx
2005-03-10 17:28:49 UTC
Permalink
Il fatto è che io soffro del disturbo della personalità multipla.
Non ti preoccupare, ne soffriamo anche noi, sapessi che casino...
Marco Marcelli
2005-03-10 22:08:45 UTC
Permalink
Aveva una fidanzata gobba e con la dentiera di legno.
Poi gobbo sei diventato tu.
Nel senso di Juventino...........

Era meglio in quell'altro..............
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
v i m i x ©
2005-03-11 13:17:22 UTC
Permalink
Egregi lettori del gruppo,


Prima di tutto lasciatemi dire che, purtroppo, non sono vimix. Questi,
come sapete, è tragicamente scomparso gettandosi nelle rovine
fiammeggianti della Torre di Pisa.

Sono invece il suo notaio, Criscuolo Gennarino. Vimix mi ha lasciato
una quantità di dichiarazioni ordinandomi di divulgarle solo dopo la
sua morte, scaglionate nel tempo. Ecco dunque la prima di tali
dichiarazioni:


---

La più grande opera che non è mai stata diretta? Senza dubbio il
Parsifal di Celibidache, dove Amfortas è interpretato da Josè Van
Dam. In quest'opera Van Dam, invece di mandare Parsifal a recuperare
la sacra lancia, lo manda affanculo e comincia ad andare in palestra
per sei mesi. Poi, divenuto un fascio di muscoli, e spalmatosi sul
corpo degli olii, si reca di persona da Klingsor.

Ma (e qui è il primo colpo di scena) appena Klingsor apre la bocca
per cantare, Van Dam senza dire né A né B lo crivella di calci
fortissimi nei reni e si riprende la lancia (non prima però di
avergliela chiavata in culo).

Inoltre prima di andarsene stupra Kundry, rinnovandole così di altri
1000 anni la maledizione che si era appena sciolta.

Tornato nel castello dei Cavalieri del Graal, Amofortas/Van Dam si
accinge a celebrare il rito, ma quando vede il coro degli
adolescenti che invocano il Graal, tutti freschi biondi e con gli
occhi azzurri, non ci capisce più niente e gli si butta addosso con
le braghe calate e il pesce da fuori. Parsifal cerca di dire
qualcosa ma Gurnemanz con un gesto imperioso lo ferma, perché dice
che quando Amfortas fa così è meglio che ci facciamo i cazzi nostri.

Subito dopo ricomincia il rito con tutti che fanno finta di niente,
e Gurnemanz spiega a Parsifal che questo è un momento sacro ed
intanto gli mette un braccio intorno alla spalla.

Ma di colpo il palco viene invaso dagli zingari dal coro del
Trovatore, licenziati senza giusta causa, con dei cartelloni con su
scritto "potere gitano".

Gurnemanz riesce ancora stoicamente a mantenere la calma ma, quando
uno zingaro cerca di fregargli il portafoglio, lo prende per un
orecchio e comincia a gridare "Va beh, adesso mi avete proprio rotto
i coglioni" e la scena si fa confusa, con Celibidache che inizia un
po' a perdere il controllo, il rumore degli schiaffi che cominciano
a volare, e le sedie spaccate sul cranio, cose così.

L'opera termina con la scena memorabile di Amfortas che versa la
grappa nel sacro calice e Kundry che lo prende a male parole tirando
in ballo pure i santi. Nel mentre gli adolescenti, con il sedere che
ancora un poco gli fa male, intonano le enigmatiche parole "Erlösung
dem Erlöser".
the Archeopteryx
2005-03-11 13:21:22 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Sono invece il suo notaio, Criscuolo Gennarino. Vimix mi ha
lasciato una quantità di dichiarazioni ordinandomi di divulgarle
solo dopo la sua morte, scaglionate nel tempo. Ecco dunque la
Ti prego, posso conoscerti di persona? Potrò raccontarlo ai miei
nipotini. Passo spesso per Pisa, quando vado in montagna... fammi
sapere.
Zazie-la-peste
2005-03-11 13:26:29 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Egregi lettori del gruppo,
Prima di tutto lasciatemi dire che, purtroppo, non sono vimix. Questi,
come sapete, è tragicamente scomparso gettandosi nelle rovine
fiammeggianti della Torre di Pisa.
MA ROTFL
è geniale
Z
the Archeopteryx
2005-03-11 13:30:51 UTC
Permalink
Post by Zazie-la-peste
è geniale
Vero, mancava solo qualche episodio scabroso con le fanciulle fiore
e sarebbe stato il capolavoro assoluto :)

C.
Claudio Rampini
2005-03-11 17:10:29 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Egregi lettori del gruppo,
Prima di tutto lasciatemi dire che, purtroppo, non sono vimix. Questi,
come sapete, è tragicamente scomparso gettandosi nelle rovine
fiammeggianti della Torre di Pisa.
a parte il fatto che nella Torre di Pisa non c'è praticamente niente di
infiammabile, l'unico rischio serio è che la nostra Torre un giorno o
l'altro finisca davvero per cadere. Quindi i casi sono due: o ti trovi
un altro monumento da far fiammeggiare, oppure ti rassegni a morire
precipitando come la famosa palla di Galileo, quando faceva gli
esperimenti sulla gravità.
Fammi sapere.
--
www.claudiorampini.com - Il Portale dei Violini
Renby
2005-03-10 13:49:42 UTC
Permalink
v i m i x © ha scritto:

[ cut ]
Post by v i m i x ©
Reputazione che mi sono guadagnato inserendo per anni commenti
populistici, tratti in realtà dall'inserto musicale della rivista
"Gente Motori".
Niente di strano. Al giorno d'oggi, solo i camionisti a lunga percorrenza
hanno abbastanza tempo per ascoltare un'opera di Wagner per intero.

[ cut ]
Post by v i m i x ©
Mozart è castrato.
Pensavo fosse un controtenore.

[ cut ]
Post by v i m i x ©
Mahler è il Wagner dei poveri.
Non lo diciamo al Governo, che ci tolgono pure questo alla prossima
Finanziaria.

[ cut ]
Post by v i m i x ©
Inoltre tre conflitti atomici avevano riportato il
pianeta in uno stato primordiale.
Lo penso anch'io quando passo davanti Montecitorio.
Post by v i m i x ©
Nel Tristano di Karajan ci sono troppi violini e poche arpe.
Chissà perché avevo letto: 'poche carpe'.

[ cut ]
Post by v i m i x ©
Levine ha capito tutto di Wagner.
Wagner, invece, non aveva capito niente di Levine.

[ cut ]

Grande vimix!

Ciao,
Renato.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Kairaddin
2005-03-10 14:02:44 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Wagner è un discreto musicista e un grande pensatore.
Bach è troppo razionale.
Mozart è castrato.
Mi piace la colonna sonora di Harry Potter.
A Chopin gioverebbe una buona dose di tedesca austerità.
Haendel a Berg gli fa sei-zero sei-zero.
Mahler è il Wagner dei poveri.
Il pianoforte ha un suono troppo melenso. Molto meglio la spinetta.
Chopin è un musicista kitsch per pederasti.
Karajan non è un gran direttore ma un ottimo tecnico del suono.
Bach è sopravvalutato: se andiamo direttamente allo spartito notiamo
un uso errato dei tasti neri.
Nella passione secondo Matteo, ascoltata al contrario, si odono
distintamente delle bestemmie.
La migliore K.333 è quella di Gould nel 76 che suona il piano con lo
sportello abbassato.
La migliore esecuzione delle Goldberg è quella di Gould nel 71 che
suona con le braghe calate.
La migliore K.331 è quella di Gould nel '61 che suona con lo
sgabello svitato ficcato in culo.
Alla sua morte per overdose, Mozart era così imbottito di psicofarmaci
che da morto scrisse il Lacrymosa.
Subito dopo aggredì Sussmayr e gli divorò il cervello.
Wagner nel Parsifal anticipò la teoria della relatività.
Durante il Parsifal del 62 il sacro calice si riempì di vero sangue
mentre Knappertsbusch, trasfigurato, iniziò a fluttuare sulla platea.
Al termine del Parsifal del 62 il pubblico, uscito dal teatro, scoprì
che erano passati in realtà 120 anni e che tutti i loro conoscenti
erano defunti. Inoltre tre conflitti atomici avevano riportato il
pianeta in uno stato primordiale.
La migliore quarta di Bruckner è quella di Celibidache del 1982 dove
si riescono a seguire separatemente 143 strumenti senza sforzo.
La migliore settima di Brucker è Celibidache 1978, dove il maestro
suona "dal basso verso l'alto" e si possono seguire 192 tracce sonore
più il flautista che si tira su la zip.
La migliore nona di Brucker è Celibidache 1981 che suona da destra
verso sinistra e con la sfumatura alta, ed in cui si odono
distintamente tremila strumenti più i colpi di tosse del pubblico (ma
ci stanno bene).
La migliore K.330 è quella di Gould nel 51 che suona il piano
pizzicando direttamente le corde.
La migliore K.334 è quella di Gould nel 53 che suona la Spinasanta.
La migliore esecuzione delle k.350 è quella di Gould nel 70 che suona
in ciabatte e con il pesce da fuori.
Nel Tristano di Karajan ci sono troppi violini e poche arpe.
Il don Giovanni è una porcata, le melodie sono scontate e puerili,
l'orchestrazione è frettolosa. Inoltre ci sono troppe cadenze.
Di Wagner, ancor più della musica, apprezzo le teorie sociali (oggi
riprese da Berlusconi) dove un'umanità divenuta totalmente ariana
possa perpetrare il paganesimo.
Levine ha capito tutto di Wagner.
La vita è uno stato mentale.
Pisa mi ha dato i Natali.
Senza commenti.


Kairaddin
GENOVA BASITA
Claudio Rampini
2005-03-10 14:07:31 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Pisa mi ha dato i Natali.
---
Upetepepepeperepe
vimix
No, questo non può essere.

ps
perchè hai cambiato nome? vimix, sembra un lassativo.
--
www.claudiorampini.com - Il Portale dei Violini
Davide Cabassi
2005-03-10 14:21:24 UTC
Permalink
v i m i x © wrote in message ...
Post by v i m i x ©
Cari amici,
Nella passione secondo Matteo, ascoltata al contrario, si odono
distintamente delle bestemmie.
Fantastico!!!! StraROTFL

d
seguso
2005-03-10 14:22:35 UTC
Permalink
Post by Davide Cabassi
v i m i x © wrote in message ...
Post by v i m i x ©
Cari amici,
Nella passione secondo Matteo, ascoltata al contrario, si odono
distintamente delle bestemmie.
Fantastico!!!! StraROTFL
d
In latino! :-D
Marco Marcelli
2005-03-10 14:28:11 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Cari amici,
Ma oggi, preso da un improvviso rimorso, vi dirò come davvero io la
penso in fatto di musica. Che sia per voi il mio testamento
spirituale.
Io te l'avevo detto che alle 3 del mattino si deve dormire.
Ecco il risultato..........:-)

M
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Isidoro
2005-03-10 15:42:37 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Wagner nel Parsifal anticipò la teoria della relatività.
Durante il Parsifal del 62 il sacro calice si riempì di vero sangue
mentre Knappertsbusch, trasfigurato, iniziò a fluttuare sulla platea.
Queste due cose il Vinicio originale le pensa davvero.
I.
v i n i x ©
2005-03-10 17:04:53 UTC
Permalink
Post by Isidoro
Post by v i m i x ©
Wagner nel Parsifal anticipò la teoria della relatività.
Durante il Parsifal del 62 il sacro calice si riempì di vero sangue
mentre Knappertsbusch, trasfigurato, iniziò a fluttuare sulla platea.
Queste due cose il Vinicio originale le pensa davvero.
Perché? Non è così?

ciao
v i m i x ©
2005-03-10 16:31:41 UTC
Permalink
Amici miei,

Visto che avete accolto positivamente la mia confessione, ho deciso di
rivelarvi anche le mie opinioni più estreme, che prima vi avevo tenuto
segrete. Pascetevene tutti, o mio gregge.

---

L'Ernani peggiore della mia vita è quello di Muti '86, dove tutti gli
orchestrali vanno per i cazzi loro perché Muti ogni sei secondi
si deve rassettare i capelli.


La migliore Traviata è Kleiber 76, fino al momento in cui il direttore
pianta per sbaglio la bacchetta nella schiena di un orchestrale. Poi
la magia si dissolve un poco, e tutto va avanti a tipo burletta.


La morte di Brunilde più dionisiaca in assoluto è quella del 50 alla
Scala, dove ci sono 120 minuti di applausi, ma di colpo si fa un
silenzio strano perché tutti si accorgono che Furtwängler ce l'ha
duro.


La nona di Beethoven meglio riuscita è secondo me quella di Muti 1988,
in cui ci sono 55 minuti di applausi, ma di colpo tutti si fermano
perché si accorgono che Muti ha sopra lo smoking, e sotto le calze a
rete e i tacchi a spillo.


La più grande opera che non è mai stata diretta? Senza dubbio il
Parsifal di Celibidache, dove Amfortas è interpretato da Josè Van
Dam. In quest'opera Van Dam, invece di mandare Parsifal a recuperare
la sacra lancia, ci va di persona, crivella Klingsor di calci
fortissimi nei reni, e si riprende la lancia (non prima però di
avergliela chiavata in culo). Inoltre prima di andarsene stupra
Kundry, che lo ringrazia per aver dissolto la maledizione.


Un Parsifal davvero prodigioso è quello di Boulez 2004, ma purtroppo
la registrazione si interrompe quando in sala appare Gesucristo irato
che fulmina il direttore. Boulez cade morto non appena Gesucristo
alza le ascelle.


Nell'Europa di Salieri, il bravo Muti conduce in porto la serata senza
sbavature e con aristocratico contegno, ma poi all'uscita si mette a
bestemmiare perché si accorge che dei giuvinastri gli hanno fottuto
l'autoradio.


Nel Parsifal di Levine, che dura 8 ore, l'orchestra parte molto
corposa e con un suono bellissimo; ma nel corso dell'opera il suono
diventa sempre più esile, come se diminuisse l'organico, perché Levine
si sta magnando gli orchestrali uno per uno senza farsi vedere.

---

Ed ora, davvero, lasciate che vi saluti per sempre, perché in sella al mio
cavallo Grane sto per saltare nel fuoco della torre di Pisa (da me appiccato
stamane con i giornali vecchi).

Leuchtende Liebe, lachender Tod!

---
Utepeteperepè

v i m i x
Giuseppe Sottotetti
2005-03-10 21:45:37 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Un Parsifal davvero prodigioso è quello di Boulez 2004, ma purtroppo
la registrazione si interrompe quando in sala appare Gesucristo irato
che fulmina il direttore. Boulez cade morto non appena Gesucristo
alza le ascelle.
Boulez risuscita al terzo atto con i 12 capelli riportati in modo da
formare una croce. All'uscita del teatro gli viene ritirata la patente per
eccesso di velocità.

Giuseppe Sottotetti
enrico
2005-03-11 08:03:57 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Ed ora, davvero, lasciate che vi saluti per sempre, perché in sella al mio
cavallo Grane sto per saltare nel fuoco della torre di Pisa (da me appiccato
stamane con i giornali vecchi).
Temo che per questo finirai seriamente nelle grane.

Enrico
Kairaddin
2005-03-10 16:46:24 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
---
Upetepepepeperepe
vimix
Vabbe', Guru, stavolta hai superato te stesso : qui c'e' materia per 6
film demenziali, un saggio di musicologia e una campagna elettorale
per Bondi.


Kairaddin
GENOVA SEMPRE BASITA
the Archeopteryx
2005-03-10 16:46:22 UTC
Permalink
Post by Kairaddin
Vabbe', Guru, stavolta hai superato te stesso : qui c'e' materia
per 6 film demenziali, un saggio di musicologia e una campagna
elettorale per Bondi.
Io mi candido per la regia de "l'orchestra più pazza del mondo".

Naturalmente come direttore di produzione voglio Veronica e per gli
effetti speciali Praenestinus, almeno per la scena dell'apparizione
di Frisina al posto del Commendatore.
Zazie-la-peste
2005-03-10 17:11:49 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Cari amici,
ROTFL
Schillogeno
2005-03-10 17:45:20 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Da anni voi tutti mi conoscete come un saggio, un uomo illuminato,
fondatore del gruppo e spina dorsale dello stesso.
Fantastico.

Anche nella scelta del nome.

VIM (ix) --> AJAX --> Amsterdam --> Olanda

(Le note sono a cura di Umberto Ghezzi)

Schillogeno
-----------
"A composer is a guy who goes around forcing his will on
unsuspecting air molecules,often with the assistance of
unsuspecting musicians." Frank Zappa, 1940-1993.
Danilo
2005-03-11 08:55:11 UTC
Permalink
Bellissime !!!!!!!!!!!!

Danilo
Arne Saknussem
2005-03-11 12:05:29 UTC
Permalink
Post by v i m i x ©
Haendel a Berg gli fa sei-zero sei-zero.
Confermo (anche al meglio dei cinque set)
Post by v i m i x ©
Mahler è il Wagner dei poveri.
Confermo

Karajan non è un gran direttore ma un ottimo tecnico del suono.

Confermo (diciamo che è un ottimo direttore, ma soprattutto un gran
tecnico del suono)

Arne


P.S. La grande musica è quella tedesca
Continua a leggere su narkive:
Loading...