Discussione:
Strumenti
(troppo vecchio per rispondere)
BiP
2010-01-10 14:33:06 UTC
Permalink
Ciao a tutti,
dei vari strumenti (non elettronici) creati nella storia, la maggior
parte ha visto la luce ormai più di 2/3 secoli or sono:
-pianoforte, secolo XVIII
-violino, violoncello, contrabbasso, XVI
-viola, ... ancora più vecchia
-tromba, trombone, ecc... anche quelli sono vecchiotti, a parte
rimaneggiamenti più recenti
-strumenti ad ance in genere... notte dei tempi (a parte alcune variazioni)
-ecc... ecc...

( tanto per avere un'idea
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Strumenti_musicali_orchestrali)

il sax che, sappia io è il più recente (1841?)

Qualcuno conosce qualcosa di nuovo o sperimentale, ovviamente non
elettronico, che sia 'sostanzialmente' nuovo, cioè che non sia una
variazione sul tema?

Bip
Scander
2010-01-10 14:59:13 UTC
Permalink
Post by BiP
Qualcuno conosce qualcosa di nuovo o sperimentale, ovviamente non
elettronico, che sia 'sostanzialmente' nuovo, cioè che non sia una
variazione sul tema?
Bisognerbbe intedersi su "quanta" dev'essere la variazione perchè uno
strumento abbia la patente di "novità", in ogni caso, questo (almeno
nell'incarnazione che si vede nel video) è nato dopo il 2000.



Saluti
Scander
alecs
2010-01-10 16:29:02 UTC
Permalink
Post by Scander
Post by BiP
Qualcuno conosce qualcosa di nuovo o sperimentale, ovviamente non
elettronico, che sia 'sostanzialmente' nuovo, cioè che non sia una
variazione sul tema?
Bisognerbbe intedersi su "quanta" dev'essere la variazione perchè uno
strumento abbia la patente di "novità", in ogni caso, questo (almeno
nell'incarnazione che si vede nel video) è nato dopo il 2000.
http://youtu.be/fuYW8GegdWQ
Saluti
Scander
un sogno.
quasi impossibile da acquistare, sia perché la ditta che lo costruisce è
avvolta in un aura di mistero (mero marketing, ovviamente, ma
praticamente c'è una lista d'attesa infinita e non è detto che decidano
di vendertelo), sia perché costa un botto.

sull'usato non so, nuovo dovrebbe aggirarsi intorno ai 600 euri



alecs
samucito
2010-01-10 17:35:53 UTC
Permalink
Post by alecs
Post by Scander
Post by BiP
Qualcuno conosce qualcosa di nuovo o sperimentale, ovviamente non
elettronico, che sia 'sostanzialmente' nuovo, cioè che non sia una
variazione sul tema?
Bisognerbbe intedersi su "quanta" dev'essere la variazione perchè uno
strumento abbia la patente di "novità", in ogni caso, questo (almeno
nell'incarnazione che si vede nel video) è nato dopo il 2000.
http://youtu.be/fuYW8GegdWQ
Saluti
Scander
un sogno.
quasi impossibile da acquistare, sia perché la ditta che lo costruisce è
avvolta in un aura di mistero (mero marketing, ovviamente, ma
praticamente c'è una lista d'attesa infinita e non è detto che decidano
di vendertelo), sia perché costa un botto.
sull'usato non so, nuovo dovrebbe aggirarsi intorno ai 600 euri
alecs
possibile? eppure quando ero in germania l'ho visto suonare più volte al
mercatino da un artista di strada rastone: come faceva a permetterselo?

cmq è uno strumento carino, quello che ho visto io era abbastanza
semplice da suonare, sfrutta la scala pentatonica e quindi è
praticamente quasi sempre eufonico
BiP
2010-01-10 17:51:06 UTC
Permalink
Post by Scander
Bisognerbbe intedersi su "quanta" dev'essere la variazione perchè uno
strumento abbia la patente di "novità", in ogni caso, questo (almeno
nell'incarnazione che si vede nel video) è nato dopo il 2000.
http://youtu.be/fuYW8GegdWQ
Saluti
Scander
certo, hai ragione,
faccio due esempi,
-il pianoforte è 'nuovo' rispetto al clavicembalo, anche se ci
assomiglia molto, perché non pizzica le corde e permette non solo un
timbro diverso, ma anche 'funzioni' di suono diverse (piano, forte,
durata...)
- l'heckelfono (per fare un esempio strano) non è proprio 'nuovo'
(secondo me), perché di diverso dall'oboe mi sembra abbia solo il timbro.

Comunque questo hang, mi sembra proprio bello!

grazie.
Erg Frast
2010-01-10 20:46:53 UTC
Permalink
Post by BiP
Ciao a tutti,
dei vari strumenti (non elettronici) creati nella storia, la maggior parte
-pianoforte, secolo XVIII
-violino, violoncello, contrabbasso, XVI
-viola, ... ancora più vecchia
-tromba, trombone, ecc... anche quelli sono vecchiotti, a parte
rimaneggiamenti più recenti
-strumenti ad ance in genere... notte dei tempi (a parte alcune variazioni)
-ecc... ecc...
( tanto per avere un'idea
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Strumenti_musicali_orchestrali)
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
Qualcuno conosce qualcosa di nuovo o sperimentale, ovviamente non
elettronico, che sia 'sostanzialmente' nuovo, cioè che non sia una
variazione sul tema?
Vero, tutto ciò mi pare inquietante.
Nel Novecento però c'é tutta la musica "seria" elettronica di sintesi, roba
che prima si faceva con circuiti più o meno complessi e ora con il PC.
Forse, molto banalmente, gli ultimi 2 secoli sono stati insignificanti dal
punto di vista della cultura musicale, proprio come dopo la caduta
dell'impero romano ci sono stati alcuni secoli bui per la cultura
occidentale (salvo il lavoro oscuro che si faceva in qualche monastero fuori
dal mondo).

EF
BiP
2010-01-10 22:30:07 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Vero, tutto ciò mi pare inquietante.
Nel Novecento però c'é tutta la musica "seria" elettronica di sintesi, roba
che prima si faceva con circuiti più o meno complessi e ora con il PC.
già, e meno male che c'è, altrimenti la musica che scrivo chi me la
suonerebbe? :-))
Erg Frast
2010-01-10 22:51:57 UTC
Permalink
Post by BiP
Post by Erg Frast
Vero, tutto ciò mi pare inquietante.
Nel Novecento però c'é tutta la musica "seria" elettronica di sintesi,
roba che prima si faceva con circuiti più o meno complessi e ora con il
PC.
già, e meno male che c'è, altrimenti la musica che scrivo chi me la
suonerebbe? :-))
Le persone che, per quanto possa apparire strano, per quanto stupide sono
sempre meglio di un calcolatore.
I misteri dell'universo!

EF
BiP
2010-01-11 11:55:19 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Le persone che, per quanto possa apparire strano, per quanto stupide sono
sempre meglio di un calcolatore.
non c'è dubbio, ma un calcolatore non lo devo pagare, o implorare :(
Di persone che suonano o che suonerebbero la mia musica, invece, io non
ne conosco...
Davi The Petru
2010-01-11 14:05:03 UTC
Permalink
Post by BiP
non c'è dubbio, ma un calcolatore non lo devo pagare, o implorare :(
Devi essere allora una sorta di genio dell'informatica impastata con
qualche ditta! :-P
Post by BiP
Di persone che suonano o che suonerebbero la mia musica, invece, io non ne
conosco...
Per questo devi comprare quel piano gigitale.sisi.
BiP
2010-01-11 20:38:40 UTC
Permalink
Post by Davi The Petru
Post by BiP
non c'è dubbio, ma un calcolatore non lo devo pagare, o implorare :(
Devi essere allora una sorta di genio dell'informatica impastata con
qualche ditta! :-P
:)) comunque anche se non sembra gli esseri umani sono molto più
cocciuti delle macchine...
abc
2010-01-10 23:13:40 UTC
Permalink
Post by BiP
Ciao a tutti,
dei vari strumenti (non elettronici) creati nella storia, la maggior parte
-pianoforte, secolo XVIII
-violino, violoncello, contrabbasso, XVI
-viola, ... ancora più vecchia
-tromba, trombone, ecc... anche quelli sono vecchiotti, a parte
rimaneggiamenti più recenti
-strumenti ad ance in genere... notte dei tempi (a parte alcune variazioni)
-ecc... ecc...
Che ne dite dell'Idraulofono?


http://en.wikipedia.org/wiki/Hydraulophone
http://en.wikipedia.org/wiki/Experimental_musical_instrument
BiP
2010-01-11 12:00:58 UTC
Permalink
Post by abc
Che ne dite dell'Idraulofono?
http://youtu.be/tgU0OZkGhGI
http://en.wikipedia.org/wiki/Hydraulophone
http://en.wikipedia.org/wiki/Experimental_musical_instrument
davvero curioso... però bisogna tenere lo spartito
a una certa distanza ;)
Paolo Tramannoni
2010-01-10 23:18:54 UTC
Permalink
Post by BiP
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
La fisarmonica (1864) e la batteria di percussioni (anni '10 del XX
secolo) sono più recenti, ma hanno radici, rispettivamente, in strumenti
analoghi della prima metà, e della fine del XIX secolo.

Il pianoforte elettrico (1931) è amplificato, ma non è propriamente
"elettronico".

Ciao,
Paolo
vogon
2010-01-11 10:03:31 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by BiP
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
La fisarmonica (1864) e la batteria di percussioni (anni '10 del XX
secolo) sono più recenti, ma hanno radici, rispettivamente, in strumenti
analoghi della prima metà, e della fine del XIX secolo.
Il pianoforte elettrico (1931) è amplificato, ma non è propriamente
"elettronico".
beh allora scusa ma ci sarebbe anche la chitarra elettrica che è
proprio tutta una famiglia di strumenti a sè. E peraltro anche la
chitarra acustica o folk con corde di acciaio penso che sia nata in
fin dei conti abbastanza recentemente. Questa per intenderci:

http://guitartalks.altervista.org/Recensioni/Chitarre/Rec_D45_912.htm

ciao

cg
Paolo Tramannoni
2010-01-11 11:20:10 UTC
Permalink
Post by vogon
beh allora scusa ma ci sarebbe anche la chitarra elettrica
E che ci sarebbe di male? Resta comunque uno strumento non elettronico,
anche se amplificato.
Post by vogon
E peraltro anche la
chitarra acustica o folk con corde di acciaio penso che sia nata in
fin dei conti abbastanza recentemente
Però questa è il perfezionamento di uno strumento più antico, come del
resto lo è il pianoforte moderno. Non la metterei tra gli strumenti di
concezione recente.

Ciao,
Paolo
Davi The Petru
2010-01-11 14:11:06 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Però questa è il perfezionamento di uno strumento più antico, come del
resto lo è il pianoforte moderno. Non la metterei tra gli strumenti di
concezione recente.
Mah, la chitarra acustica non ha molto a che fare con quella classica,
solo la forma e il colore sono simili, le "finalità musicali" sono
completamente diverse. Inoltre sarebbe anche ora che qualche
compositore la considerasse uno strumento degno!
Paolo Tramannoni
2010-01-11 15:17:53 UTC
Permalink
Post by Davi The Petru
Mah, la chitarra acustica non ha molto a che fare con quella classica
Tu trovi che la chitarra acustica sia più diversa dalla chitarra
classica, di quanto il pianoforte da concerto contemporaneo lo sia
rispetto a quello di inizio Ottocento?

Io avrei addirittura rovesciato le proporzioni.

Ciao,
Paolo
Davi The Petru
2010-01-11 16:19:11 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Tu trovi che la chitarra acustica sia più diversa dalla chitarra
classica, di quanto il pianoforte da concerto contemporaneo lo sia
rispetto a quello di inizio Ottocento?
Io avrei addirittura rovesciato le proporzioni.
Diciamo che le proporzii le farei così "chitarra classica antica" :
"chitarra classica moderna" = "piano antico" : "piano moderno"
e "clavicembalo" : "piano" = "chitarra classica" : "chitarra acustica"
E' proprio un modo completamente diverso di suonare. Sia chiaro però
che quando penso alla chitarra acustica non penso ai chitarristi pop
etc. che strimpellano accordi e basta, penso fondamentalmente a quelli
blues
vogon
2010-01-11 19:13:24 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by Davi The Petru
Mah, la chitarra acustica non ha molto a che fare con quella classica
Tu trovi che la chitarra acustica sia più diversa dalla chitarra
classica, di quanto il pianoforte da concerto contemporaneo lo sia
rispetto a quello di inizio Ottocento?
io sì, del tutto. Le tecniche per suonare l'una e l'altra son completamente
diverse, chi sa suonare la classica non è detto che sia in grado di far
suonare bene l'acustica e sicuramente viceversa. Come dice giustamente Davi,
le finalità musicali sono pure completamente diverse.
{PM}
2010-01-11 14:59:02 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
E che ci sarebbe di male? Resta comunque uno strumento non elettronico,
anche se amplificato.
Comunque secondo me la chitarra elettrica moderna
non è uno strumento "solo" amplificato.
E' uno strumento moderno e a sé stante,
del tutto nuovo.
E rientra pienamente nel novero degli strumenti
che prima non esistevano.

La chitarra elettrica infatti non è solo una
chitarra amplificata, ma l'accoppiata
chitarra-distorsione-effetti-amplificazione
la rende uno strumento unico, a sè stante
e le sue caratteristiche peculiari hanno dato
origine, nelle mani dei grandi chitarristi,
a tantissima musica originale e inconcepibile
su altri strumenti.

E non è solo questione di timbro ma proprio
di uso dello strumento, che ha un proprio
linguaggio (anzi, ne ha molti).
Una chitarra elettrica che "canta" elaborate
linee soliste ha poco/niente a che vedere
col suo antenato chitarra classica.

Secondo me è proprio lei, il vero strumento
di concezione moderna che cercava BiP,
nè è ascrivibile tra gli "elettronici", direi.
Paolo Tramannoni
2010-01-11 15:22:20 UTC
Permalink
Post by {PM}
nè è ascrivibile tra gli "elettronici", direi.
Se ci metti gli effetti, sì.

Ciao,
Paolo
{PM}
2010-01-11 15:46:28 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by {PM}
nè è ascrivibile tra gli "elettronici", direi.
Se ci metti gli effetti, sì.
Io infatti non escluderei per principio gli strumenti
che funzionano con parti elettroniche.
Escluderei gli strumenti che imitano elettronicamente
altri strumenti (cioè sintetizzatori o campionatori,
siano essi gestiti da tastiere o dall'informatica).
Anche se forse il sintetizzatore, nato per imitare
altri strumenti, ha assunto una fisionomia propria.

Non escluderei a priori uno strumento elettroacustico
come l'organo hammond, che sì è nato per
imitare l'organo a canne ma poi ha assunto una
fisionomia assolutamente personale e nuova.

La chitarra elettrica invece è uno strumento del
tutto nuovo e rivoluzionario, secondo me.
Nella chitarra elettrica il suono può essere (anzi,
per lo più *deve* essere) modificato elettronicamente
(dalla distorsione delle valvole in overdrive,
si spera) e anche (ma non necessariamente )
"condito" con effetti ma fondamentalmente
nasce da corde che vibrano e da mani che
le fanno vibrare.
Se poi si vuole escludere (chissà perchè, poi)
qualsiasi strumento che abbia una cavo elettrico...
certo, è da escludere. Io non la escluderei.
Anzi, per diffusione e influenza nella cultura
del XX secolo lo metterei in cima alla lista,
molto più di tanti altri strumenti nuovi, per
quanto molto affascinanti e originali
(quel meraviglioso "tamburo" risonante svizzero
o altri) :)
BiP
2010-01-11 21:03:58 UTC
Permalink
Post by {PM}
Post by Paolo Tramannoni
Post by {PM}
nè è ascrivibile tra gli "elettronici", direi.
Se ci metti gli effetti, sì.
Io infatti non escluderei per principio gli strumenti
che funzionano con parti elettroniche.
Escluderei gli strumenti che imitano elettronicamente
altri strumenti (cioè sintetizzatori o campionatori,
siano essi gestiti da tastiere o dall'informatica).
questo è giusto (nel senso che lo condivido).
Però sorge un altro problema (o più di uno):
'acusticamente' è possibile, e se si come, distinguere con certezza uno
strumento 'con' da uno strumento 'senza' 'cavo elettrico'?
sarebbe possibile (anche a puro scopo di ricerca) in qualche modo creare
uno strumento meccanico ('senza cavo elettrico') che imitasse, per
esempio, la chitarra elettrica e i suoi effetti?
le potenzialità acustiche sono solo una questione di tecnologia
costruttiva, ossia basta avere fantasia e il resto si fa, oppure no?
mi fermo altrimenti diventa una sbrodolata.
{PM}
2010-01-11 23:04:14 UTC
Permalink
Post by BiP
'acusticamente' è possibile, e se si come, distinguere con certezza uno
strumento 'con' da uno strumento 'senza' 'cavo elettrico'?
sarebbe possibile (anche a puro scopo di ricerca) in qualche modo creare
uno strumento meccanico ('senza cavo elettrico') che imitasse, per
esempio, la chitarra elettrica e i suoi effetti?
Chiedi se sia possibile costruire uno
strumento meccanico che suoni come
una chitarra elettrica?
Non credo, ma non vedo neanche che
senso possa mai avere né vedo dove
sia il problema.

Ogni strumento è funziona sfruttando varie
leggi fisiche e varie tecnologie.

La maggior parte degli strumenti utilizza
solo tecnologie meccaniche perché erano
le uniche disponibili un tempo, non perché
vi fosse una chiusura filosofica nei confronti
dell'elettronica (se non altro perché non
esisteva) :)

La chitarra elettrica (intesa, come ho già
chiarito, come insieme inscindibile di
chitarra-pickup-drive-effetti-amplificazione)
ha delle parti meccaniche come gli strumenti
tradizionali (corde che vibrano) ma basa
il suo carattere sul trattamento (spesso
radicale) che subisce il suo suono quando
viene amplificato/distorto, con l'arricchimento
i armoniche prodotte "naturalmente" dai
vecchi amplificatori a valvole sovraccaricati,
il "taglio" del segnale e tutto ciò che ne deriva.

Quello che inizialmente era un brutto difetto,
cioè la grave alterazione del suono "pulito"
indotta da questi amplificatori valvolari
tirati per il collo a volume alto, ha trovato
un senso grazie ai pionieri della chitarra
elettrica di quel tipo e in pratica è nato
un nuovo strumento, anche perché tecnica,
fraseggio e contenuti musicali sono molto
influenzati dalle caratteristiche di questo
strumento.

Che differenza c'è rispetto ad uno
strumento completamente meccanico?
Per un violino servono legno, corde
di metallo o budello, crini di cavallo,
colla, vernice etc.
Per una chitarra elettrica, oltre a cose
di questo tipo, serve anche un po' di
componentistica elettronica di bassa
tecnologia, piuttosto primitiva (in teoria
va già bene la tecnologia d'uso comune
70 anni fa).

Non vedo delle differenze, a meno
che non si voglia demonizzare l'energia
elettrica... :))
BiP
2010-01-12 12:03:03 UTC
Permalink
Post by {PM}
Chiedi se sia possibile costruire uno
strumento meccanico che suoni come
una chitarra elettrica?
Non credo, ma non vedo neanche che
senso possa mai avere né vedo dove
sia il problema.
non è che ci veda un problema...
è solo che (magari mi sbaglio) ma secondo un certo senso comune sembra
quasi che passi l'idea che uno strumento non meccanico non è adatto a
fare musica 'classica'.
Se è così (non se questo senso comune ha ragione, ma solo se esiste
questa 'presunzione') e visto che il senso comune ha sempre un
fondamento (vero o falso che sia), allora mi chiedo da cosa esso derivi.
Post by {PM}
Che differenza c'è rispetto ad uno
strumento completamente meccanico?
non lo so, quello che mi chiedo è proprio questo...
Post by {PM}
Non vedo delle differenze, a meno
che non si voglia demonizzare l'energia
elettrica... :))
figuriamoci! in un certo senso mi dà da vivere ;)

ciao
{PM}
2010-01-12 23:12:11 UTC
Permalink
Post by BiP
è solo che (magari mi sbaglio) ma secondo un certo senso comune sembra
quasi che passi l'idea che uno strumento non meccanico non è adatto a fare
musica 'classica'.
Se è così (non se questo senso comune ha ragione, ma solo se esiste questa
'presunzione') e visto che il senso comune ha sempre un fondamento (vero o
falso che sia), allora mi chiedo da cosa esso derivi.
I compositori del XX secolo hanno utilizzato
i "nuovi" elettromeccanici ed elettronici (onde
martenot, theremin e successivamente
i primitivi mastodontici sintetizzatori, la registrazione
su nastro magnetico etc.).
Non vedo limitazioni da questo punto di vista,
credo che si sia fatto di tutto.
Il punto è che si pensa alla musica "classica" come
quella codificata, come forme e abitudini di
composizione, prima del XX secolo, è automatico
pensare agli strumenti normali del passato.
Tra l'altro secondo me ci sono anche degli altri
motivi che limitano un po' l'uso di nuovi strumenti:
non è detto che tali nuovi strumenti siano efficaci
in certi contesti. Per esempio, la chitarra elettrica
(con suono distorto) è stata anche utilizzata molte
volte in contesti orchestrali, e questo non da oggi
ma sin dai primi anni 70, e secondo me non rende
come in altri contesti; a me per esempio in contesto
orchestrale dà alquanto fastidio, salvo poche eccezioni.
Trovo che non sia la sua destinazione. Rende poco,
mentre in altri setup strumentali rende meravigliosamente.

vogon
2010-01-11 19:16:00 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by {PM}
nè è ascrivibile tra gli "elettronici", direi.
Se ci metti gli effetti, sì.
estremizzando, si può dire che una chitarra elettrica senza effetti non
esiste, se fra gli effetti includi quello che fa l'amplificatore anche sui
suoni cosiddetti "puliti". Cioè non si tratta (più) di alzare il volume per
far sentire la chitarra in mezzo ad un'orchestra jazz, come aveva iniziato a
fare Charlie Christian. Ed è così da circa 70 anni ...
BiP
2010-01-11 11:52:19 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by BiP
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
La fisarmonica (1864)
è vero, me l'ero dimenticata...

Post by Paolo Tramannoni
Ciao,
Paolo
grazie
Scander
2010-01-11 18:12:17 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by BiP
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
La fisarmonica (1864) e la batteria di percussioni (anni '10 del XX
secolo) sono più recenti, ma hanno radici, rispettivamente, in strumenti
analoghi della prima metà, e della fine del XIX secolo.
Se "vale" ;-) tornare indietro fino allo '800, allora citerei anche la
celesta, e, per restare in tema (ma già siamo saltati al secolo
successivo e intanto iniziamo a introdurre un filo elettrico), il vibrafono
Post by Paolo Tramannoni
Il pianoforte elettrico (1931) è amplificato, ma non è propriamente
"elettronico".
Giusto, e se cominciamo a parlare di strumenti elettromeccanici si apre
tutto un mondo.
Sono senz'altro un po' meno importanti nella storia delle musica recente
rispetto alla chitarra elettrica citata nel thread, ma, come questa, sono
sufficientemente lontani dal loro parente più prossimo (sia come approccio
tecnico che come suono), da poter far conferire loro il patentino di novità.
E quindi, spazio al Fender Rhodes, al Wurlitzer, al Clavinet (non ditemi
che lo si può suonare come un piano o un clavicembalo...) e,
naturalmente all'hammond.
Qualche dubbio in più ce l'ho invece sui pianoforti elettroacustici,
come quelli della serie CP Yamaha.

Saluti
Scander
BiP
2010-01-11 21:10:33 UTC
Permalink
Post by Scander
Post by Paolo Tramannoni
Post by BiP
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
La fisarmonica (1864) e la batteria di percussioni (anni '10 del XX
secolo) sono più recenti, ma hanno radici, rispettivamente, in strumenti
analoghi della prima metà, e della fine del XIX secolo.
Se "vale" ;-) tornare indietro fino allo '800, allora citerei anche la
celesta, e, per restare in tema (ma già siamo saltati al secolo
successivo e intanto iniziamo a introdurre un filo elettrico), il vibrafono
Post by Paolo Tramannoni
Il pianoforte elettrico (1931) è amplificato, ma non è propriamente
"elettronico".
Giusto, e se cominciamo a parlare di strumenti elettromeccanici si apre
tutto un mondo.
http://en.wikipedia.org/wiki/Eigenharp
http://en.wikipedia.org/wiki/Theremin

tanto per fare un esempio di strumenti che non sono né 'chitarre' né
'tastiere'
cap
2010-01-11 11:16:35 UTC
Permalink
Loading Image...

:o)
BiP
2010-01-11 11:49:52 UTC
Permalink
Post by cap
http://www.virtualalbum.eu/fu/337/pjpg5741100111121047.jpg
:o)
e allora questa?
http://www.kultunderground.org/articoli.asp?art=743
cap
2010-01-11 12:26:37 UTC
Permalink
Hai già sentito parlare di Harry Partch?

http://en.wikipedia.org/wiki/Harry_Partch
BiP
2010-01-11 20:39:49 UTC
Permalink
Post by cap
Hai già sentito parlare di Harry Partch?
http://en.wikipedia.org/wiki/Harry_Partch
no, ma mi sembra molto interessante, e non solo per gli strumenti.
La microtonalità sarebbe un concetto da approfondire, anche in relazione
agli strumenti, ma forse ci vuole un thread a parte.
Antero Petomainen
2010-01-11 16:25:33 UTC
Permalink
Post by cap
http://www.virtualalbum.eu/fu/337/pjpg5741100111121047.jpg
:o)
Ovvero cosa succede se Claudio Rampini un giorno fa una brutta indigestione...

Antero Petomainen
Gippe
2010-01-12 09:09:13 UTC
Permalink
Post by BiP
Ciao a tutti,
dei vari strumenti (non elettronici) creati nella storia, la maggior parte
-pianoforte, secolo XVIII
-violino, violoncello, contrabbasso, XVI
-viola, ... ancora più vecchia
-tromba, trombone, ecc... anche quelli sono vecchiotti, a parte
rimaneggiamenti più recenti
-strumenti ad ance in genere... notte dei tempi (a parte alcune variazioni)
-ecc... ecc...
( tanto per avere un'idea
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Strumenti_musicali_orchestrali)
il sax che, sappia io è il più recente (1841?)
Qualcuno conosce qualcosa di nuovo o sperimentale, ovviamente non
elettronico, che sia 'sostanzialmente' nuovo, cioè che non sia una
variazione sul tema?
Bip
Daxophone

BiP
2010-01-12 11:48:26 UTC
Permalink
Post by Gippe
Daxophone
http://youtu.be/07qrTfgeYWo
anche quello nel video correlato non è male:

Continua a leggere su narkive:
Loading...