Discussione:
La chimera della musica classica in tv
(troppo vecchio per rispondere)
NeuRoTiX
2007-07-05 13:56:21 UTC
Permalink
Com'e' possibile che - con tutto il rispetto - un canale come SAT2000 riesca
a trasmettere *tutti i giorni*, in seconda serata (quando non in prima),
mediamente un concerto di musica classica? E mica un concerto di
sconosciuti, no, ieri sera - tanto per gradire - c'erano i Berliner che
eseguivano Mahler (la quarta sinfonia se non ricordo male...).

Su Arte l'intevista al coreografo di una recente produzione tedesca della
Sagra della Primavera, ricca di spezzoni dalle prove e dallo spettacolo vero
e proprio; mezzi utilizzati: dentro uno stanzino del teatro, telecamera
fissa sul coreografo lo riprende rispondere alle domande dell'intervistatore
(poderoso, no?).

Su KTO - come si e' letto in un post di questo NG, e ne approfitto per
ringraziare i postatori della programmazione satellitare - si trasmette il
Bach dei fratelli Kujiken (insomma, non si vanno a prendere le esecuzioni su
YouTube).

La Rai invece, vomitevomente, latita. Nasceva il digitale terrestre e pareva
ci fosse posto per tutto, anche per la cultura anzi, addirittura per la
cultura! Passano gli anni, dallo spurgo digitale del DTT, non esce fuori
nulla che non sia lo specchio dell'analogico condito d'un moncherino di
digitale satellitare... saranno i costi dei diritti, vien da dire, ma mi
chiedo: KTO o SAT2000 c'hanno i soldi per i diritti e la Rai no? E cosa
costa la produzione di un programma come quello su Arte?

Ma oggi, per non avere cultura in tv, a che motivazioni dobbiamo
abbandonarci?

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
sunbather
2007-07-05 15:13:43 UTC
Permalink
Com'e' possibile che un canale come SAT2000 riesca
a trasmettere *tutti i giorni*, in seconda serata
(quando non in prima),
mediamente un concerto di musica classica? etc.
(Attenzione: parte il qualunquismo)

Ma in Rai sono tutti una massa di ignoranti! Possibile che
(leggi post precedente) per vedere musica classica bisogna stare
in piedi fino alle 2.30 di notte? (per fortuna domani non vado a
lavorare).
Dalla Rai pretendo musica classica su una delle tre reti, visto
che pago il canone, e in orari 'normali' e non su un'altra pay-
tv (e il canone non corrisponde già ad una pay-tv?), oppure una
volta alla settimana a notte fonda e se va bene la mattina di
natale, senza neanche specificare chi suona, che cosa suona,
dove, quando, etc. (a natale è andato un concerto di Dindo).
Visto che paghiamo e ci sorbiamo tutte le menate del calcio,
domenicale e infrasettimanale, e le isole degli infami, etc.,
che anche 'sti cacchio di tifosi etc. (le partite le guardo
anch'io, comunque) si becchino un po' di musica decente, ogni
tanto.
La tv pubblica deve indirizzare il pubblico, e non seguirlo
nelle sue bassezze (questo lo fanno già benissimo le private).

(fine del qualunquismo).
Ciao.

.
.
.
.
.
.
.
--
Postato da Alice Newsgroup: lo usi da web ma con le funzioni del newsreader http://newsgroup.alice.it
Gerarchie it, italia, it-alt, tin, it.binari. Unico!
La piriforme dottoranda in filologia assiro babilonese cacciata con disonore dall'università per aver pulito in lavatrice il fondo manoscritti
2007-07-05 15:24:20 UTC
Permalink
Post by sunbather
(e il canone non corrisponde già ad una pay-tv?)
No, il canone è l'ennesima estorsione fiscale dello stato ai
danni del cittadino, trattandosi di tassa di possesso. Doppio
salto mortale carpiato giuridico per metterlo in quel posto al
contribuente, more solito. Sarebbe già discutibile con programmi
decenti, visto che la RAI è già ben foraggiata, ma con quello
che c'è è veramente vergognoso.

ciao ciao

Apx.
--
Due pipistrelli: "qual'è stato il peggiore
momento della tua vita?" "quando ho avuto
un attacco di diarrea...".
Danny Rose
2007-07-06 12:10:23 UTC
Permalink
La piriforme dottoranda in filologia assiro babilonese cacciata con disonore
dall'università per aver pulito in lavatrice il fondo manoscritti
Post by La piriforme dottoranda in filologia assiro babilonese cacciata con disonore dall'università per aver pulito in lavatrice il fondo manoscritti
No, il canone è l'ennesima estorsione fiscale dello stato ai
danni del cittadino, trattandosi di tassa di possesso. Doppio
salto mortale carpiato giuridico per metterlo in quel posto al
contribuente, more solito. Sarebbe già discutibile con programmi
decenti
quoto.

dR :-)
Marco Marcelli
2007-07-11 18:08:33 UTC
Permalink
Post by Danny Rose
quoto.
Quoto anche io e mi chiedo: come puo' passare per costituzionale una
leggina fatta in tal guisa?
Poi magari mi rispondo anche, ma qui soprassediamo.......
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
Aderite al E.S.C.! (Esercito per la Salvezza del Congiuntivo)
CONGIUNTIVO FOREVER !!!!
Bingrui
2007-07-07 19:08:09 UTC
Permalink
La piriforme dottoranda in filologia assiro babilonese cacciata con
disonore dall'università per aver pulito in lavatrice il fondo
Post by La piriforme dottoranda in filologia assiro babilonese cacciata con disonore dall'università per aver pulito in lavatrice il fondo manoscritti
Post by sunbather
(e il canone non corrisponde già ad una pay-tv?)
No, il canone è l'ennesima estorsione fiscale dello stato ai
danni del cittadino, trattandosi di tassa di possesso. Doppio
salto mortale carpiato giuridico per metterlo in quel posto al
contribuente, more solito. Sarebbe già discutibile con programmi
decenti, visto che la RAI è già ben foraggiata, ma con quello
che c'è è veramente vergognoso.
ciao ciao
Apx.
Zitto e paga!
B.
the Archeopteryx
2007-07-07 19:10:52 UTC
Permalink
Post by Bingrui
Zitto e paga!
hihihhi solo ora ho capito chi sei :PPP
--
Due pipistrelli: "qual'è stato il peggiore
momento della tua vita?" "quando ho avuto
un attacco di diarrea...".
Bingrui
2007-07-07 19:14:34 UTC
Permalink
Post by the Archeopteryx
Post by Bingrui
Zitto e paga!
hihihhi solo ora ho capito chi sei :PPP
bravo! Meglio tardi che mai ;)
B.
Paolo Tramannoni
2007-07-11 17:14:52 UTC
Permalink
Post by La piriforme dottoranda in filologia assiro babilonese cacciata con disonore dall'università per aver pulito in lavatrice il fondo manoscritti
No, il canone è l'ennesima estorsione fiscale dello stato ai
danni del cittadino, trattandosi di tassa di possesso.
Già. Io in Rai vedo solo Report e (raramente) Ulisse. Il TG nazionale me
lo offre La7 (anche se può capitarmi di guardare il TG5, che comunque
preferisco pur di evitare il TG2), quello regionale TV Centro Marche
(eccellente; quello della Rai, invece, è detto in dialetto stretto e
mostra solo convegni insulsi che si svolgono nel capoluogo appena in
tempo per il pranzo). Le notizie dal mono le apprendo da EuroNews.

In breve, ogni puntata di Report o di Ulisse che vedo mi costa sui 10
euro. Meritati, magari, ma forse un po' fuori mercato.

Ciao,
Paolo
Marco Marcelli
2007-07-11 18:10:32 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
(eccellente; quello della Rai, invece, è detto in dialetto stretto e
mostra solo convegni insulsi che si svolgono nel capoluogo appena in
tempo per il pranzo).
Oh...!
Credevo solo in Liguria non ci fossero altre notizie che convegni,
conferenze e presentazioni........
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
Aderite al E.S.C.! (Esercito per la Salvezza del Congiuntivo)
CONGIUNTIVO FOREVER !!!!
Paolo Tramannoni
2007-07-11 19:05:56 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Credevo solo in Liguria non ci fossero altre notizie che convegni,
conferenze e presentazioni........
Ho visto un paio di volte quello del Lazio, e credo proprio che si
tratti di un piano editoriale nazionale.

Ciao,
Paolo
NeuRoTiX
2007-07-12 08:19:30 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
In breve, ogni puntata di Report o di Ulisse che vedo mi costa sui 10
euro. Meritati, magari, ma forse un po' fuori mercato.
Io il problema lo vedo in altri termini.
Se parti dalla Legge sul canone vedi che si applica ad ogni apparecchio atto
o adattabile alla ricezione di segnali televisivi. I termini della Legge
sono assurdi ma sorvoliamo. Prendi un cellulare UMTS e naviga sul sito Rai:
una delle cose che puoi fare e' guardarti Report, ad esempio, insieme ad
altri programmi Rai (e farlo pure senza pubblicita').
Quindi, giusto per capire, chi possiede un cellulare UMTS e' passibile o
meno del pagamento del canone? Potenzialmente puo' ricevere programmi
televisivi e non e' detto che lo faccia (come non e' detto ch'io segua i
programmi Rai).

Leggendosi il testo della Legge e' palese che il canone Rai non e'
attaccabile in quanto abbonamento, e il suo essere solo una tassa di
detenzione (quindi non e' necessaria la proprieta') di apparecchi di
ricezione o adattabili alla ricezione, ne assicurano praticamente ovunque
(non solo su qualsiasi dispositivo: trovate un qualcosa che non riceva le
onde elettromagnetiche) la sua applicabilita'.

Sarebbe stato bello se Gentiloni non tanto avesse cambiato la Legge, ma
avesse fatto si di mettere chiarezza come, ad esempio, smettere di chiamare
"canone" un qualcosa che non lo e'; oppure se e' un canone allora ci si dia
un taglio dal trattarlo sempre come una Legge. Fare chiarezza e agire:
sarebbe saggio.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Paolo Tramannoni
2007-07-12 08:40:13 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
Se parti dalla Legge sul canone vedi che si applica ad ogni apparecchio atto
o adattabile alla ricezione di segnali televisivi. I termini della Legge
sono assurdi ma sorvoliamo. Prendi un cellulare UMTS e naviga sul sito Rai
I temini della legge sono ambigui. In teoria anche il cellulare UMTS (o
un computer) dovrebbero pagare la tassa, ma in pratica nessun ispettore
andrà a controllare che un cittadino non in possesso di televisore
possieda invece un cellulare di quel tipo.

Ingiustizia su ingiustizia.

Ciao,
Paolo
Johann Nepomuk Hummel
2007-07-06 14:42:46 UTC
Permalink
enziotempo
2007-07-05 15:30:39 UTC
Permalink
NeuRoTiX
2007-07-05 16:01:49 UTC
Permalink
Scusami. Cos'è questo, un ritorno di fervore critico estivo? Scusa,
ripeto. Mi sono consumato la mia povera psiche durante la primavera
appena conclusa litigando con quelli della Rai, e scrivendone di tutti
i colori a giornali e quant'altro mi capitava sotto mano. Alla fine mi
sono ritrovato solo, su questo ng, e qualcuno mi ha anche mandato a
cagare.
Mi posso giustificare almeno in due maniere:
- ci sono dei periodi in cui leggo il NG, altri brevissimi in cui leggo e
partecipo, altri ancora (e sono i piu') in cui non leggo il NG;
- ho passato un periodo nell'assoluta convinzione che la cultura fosse
assolutamente fuori posto in TV... sara' anche stato che ho guardato troppo
frequentemente Fazio e che, contemporaneamente, mi ero interdetto alla tv
satellitare, ma quella divento la mia convinzione; oggi, ritornando e
rappacificandomi con il satellite, ho guardato le cose differentemente
apprezzando certa programmazione che va sotto il nome di culturale.

In generale io appoggio le critiche alla Rai in particolare se dirette alla
scarsa qualita' (generale) del servizio.
Le ultime provenienti dal nuovo contratto di servizio fanno semplicemente
vomitare.

Certamente m'e' scemata la pretesa di chiedere che Rai Tre fosse il luogo
dove ricavare spazi per la cultura... oramai m'e' chiaro: i primi tre canali
sono il bottino dei partiti e il terzo, che dovrebbe essere quello della
sinistra - mostra come la cultura non sia cosa di sinistra ma semplicemente
di chi vuole farla (e quelli non hanno intenzione di farla).
Bene, come ho detto mi riavvicino al satellite e noto come il piu' scemo
degli editori e' capace di cavar fuori un canale satellitare... poi magari
ci mette una sfigata che si sfrega col telefono intercalata con cartomanti
varie pero' tant'e': la banda per il canale se la paga.
Ok, dico, lasciamo i 3 canali ai partiti... ora, cosa costa attivare sul
satellite un canale utilizzando magari la banda di Rai Utile/Futura -
staccato pochi mesi fa - e mettendo su una programmazione culturale simile a
quella di SAT2000 o KTO piu' cose autoprodotte tipo Arte: e' IMPOSSIBILE che
la Rai non sia in grado di fare cio'.
Quindi, se avessi i soldi, FAREI CAUSA ALLA RAI E CHIEDEREI
L'ABOLIZIONE DEL CANONE, tanto per iniziare.
Eh... i soldi ...

Fare causa alla Rai e chiedere l'abolizione del canone sono cose molto
scollegate (e sembra fatto apposta).

Boh, io onestamente non so cosa si potrebbe fare... certamente che gia'
chiarire con che soldi Rai Sat acquista i programmi sarebbe interessante, ad
esempio.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Kermit
2007-07-06 08:09:13 UTC
Permalink
Quello che manca agli italiani è lo spirito comunitario;
Fosse solo quello
qui
ognuno si lamenta per i fatti suoi, quando qualcosa tocca i propri
interessi. Se ti dovessi rispondere come molti hanno risposto a me, ma
non lo faccio, dovrei dire "che mi frega della rai, faccio fatica a
stare dietro all'offerta delle tv satellitari gratuite".

E qual'è il problema? Io estenderei alla radio, che mi frega di radio3 con
tutta l'offerta che trovo su internet.
Ora, è chiaro che questa è la risposta di chi si isola nel proprio
salotto supertecnologizzato, iperricevente, e iperdvdizzato: della
serie, "più soldi hai e più ti fai i cazzi tuoi".

Balle. Io ho vissuto BENISSIMO dieci anni senza tv e l'ho acquistata solo
quando il mio vicino ha deciso di metter sul tetto la parabola. Ma non mi
sento cosí superecnologizzato nè cosí ricco. Se avessi i soldi invece andrei
più spesso a teatro, altro che tv!
Bene, avendo i soldi
sarei tentato di farlo pure io. Chi non ne sarebbe tentato scagli il
primo televisore dalla finestra.

Io non la scaglio solo perché è quasi nuova, ma per quello che la guardo
potrei tornare a vivere senza, risparmiando anche il canone, una tassa
inutile ad una produzione inutile, e ci verrebbero fuori alcuni concerti in
più.
Però, CRISTO, c'è qualcosa che mi fa
capire che quando questo paese di merda sarà in mano a trogloditi
della cultura, e quasi ci siamo, qualcuno ci verrà a prendere nei
salotti e ci farà a pezzi insieme ai nostri dvd e alle nostre
"parabole" (magari nel bel mezzo di un festeggiamento per uno coppa al
milan).

Son d'accordo ma non è colpa della rai. La rai fa quello che gli fanno fare,
in primis i politici, uno specchio di cosa siamo :-)
Quindi, se avessi i soldi, FAREI CAUSA ALLA RAI E CHIEDEREI
L'ABOLIZIONE DEL CANONE, tanto per iniziare.


Non c'era la lega che puntava a questo? Forse l'aria di Roma ha cambiato
anche loro. Tecnicamente comunque non devi far causa ma cambiare una legge,
che guarda caso nessuno si prende la briga di fare, come nessuno si prende
la briga di cambiare la rai.

In sintesi, se hai scritto, protestato e quant'altro hai perso tempo,
dispiace dirlo ma è cosí :-)

K>
enziotempo
2007-07-06 13:52:13 UTC
Permalink
Kermit
2007-07-06 14:58:57 UTC
Permalink
Post by Kermit
E qual'è il problema? Io estenderei alla radio, che mi frega di radio3 con
tutta l'offerta che trovo su internet.
Ma che cazzo dici??? (scusate ma sono entrato in fase "tolleranza
zero"). Se c'è un servizio pubblico che funziona decentemente quanto a
programmazione serale di musica classica e contemporanea è proprio
RADIO3. Ripeto, CHE CAZZO DICI???


Vuoi una camomilla? Bene, quando hai finito di sorseggiarla ti posso
raccontare alcune piccole e grandi differenze tra la nostra radio3,
considerata nell'arco della giornata e non solo di sera, e varie emittenti
estere. Ma forse prima è meglio che esci dalla fase 'tolleranza zero' che ti
annebbia la vista.
Ah, e se non hai internet le radio le trovi anche sul satellite, fatti un
giro, sul satellite intendo :-)

ET
...telefono casa...
K>
enziotempo
2007-07-07 12:41:54 UTC
Permalink
Hans Rott
2007-07-07 14:55:27 UTC
Permalink
Kermit
2007-07-09 08:26:57 UTC
Permalink
"enziotempo" <***@libero.it> ha scritto nel messaggio news:***@n2g2000hse.googlegroups.com...
Tu sei tutto sballato: hai la struttura psichica di un adolescente;
peraltro come la maggior parte dei frequentatori attivi di questo NG
(non c'è un solo topic che riesca a strutturarsi per più di quattro
risposte senza collassare su sé stesso). Fare critiche è un arte,
occorre saper capire il dove, il come e il quando; capire quando è
necessario usare l'accetta e quando il bisturi. Perdere di vista la
struttura sovrana del discorso critico equivale a scaricare merda in
una cloaca.


Bene :-)


Sulla faccenda di cui sopra rimane un fatto concreto, che anche un
bambino di 6 anni comprenderebbe: se nel corso dell'ultimo quarto di
secolo la televisione italiana avesse fornito ai suoi utenti solo un
quinto della programmazione musicale che da sempre ci fornisce radio3,
l'Italia di oggi sarebbe un paese migliore.


Caro ET, ho sempre apprezzatto radio 3 per la sua programmazione musicale ma
probabilmente tu non ti sei accorto di varie cose, in primis che la musica
su radio 3 ormai è solo una parte, non particolarmente grande, della
programmazione. Io che ascolto la radio principalmente nel pomeriggio posso
assicurarti che di musica se ne sente poco, tante discussioni interessanti
sui libri e su altro, non metto in dubbio, ma qui stiamo parlando di musica.
Se confronti la nostra cara radio con alcune radio europee ti rendi conto
del divario e visto che internet (o il satellite) mi da la possibilità di
accedere a queste radio non vedo perché non dovrei ascoltare quello che mi
piace e fregarmene se radio 3 va in malora. Il destino della nostra Rai mi
interesserebbe ma il mio pessimismo mi impedisce di vederne una fine
positiva, troppi interessi diversi in gioco.


Ma l'italia è piena di
gente che non sa neanche perché è insoddisfatta, pronta a sparare nel
mucchio quando percepisce un po' di elettricità in movimento.


Nessuna insoddisfazione da parte mia, ho una offerta ottima e quindi se
mamma Rai collassa non`e che un bene, meno soldi buttati.

Gente
così la si trova ovunque, per strada, ai concerti, al governo. E che
ci piaccia o meno, la televisione che chiamano generalista è il mezzo
più efficace per condizionare le masse che si muovono come stupide
mosche. Allo stato attuale dello sfacelo solo un'implosione finale
determinerà un cambiamento.

Bene, spiegaci 'sto concetto :-)

K>
Danny Rose
2007-07-09 12:51:53 UTC
Permalink
Post by Kermit
Io che ascolto la radio principalmente nel pomeriggio posso
assicurarti che di musica se ne sente poco, tante discussioni interessanti
sui libri e su altro, non metto in dubbio, ma qui stiamo parlando di musica.
Hai ragione. Di musica quasi non se ne sente. Una sequela di programmi
sostanzialmente inutili, giustificati dal fatto che tanto si tratta di un
servizio (si fa per dire) fornito dallo Stato, che siamo obbligati a pagare.
Di discussioni interessanti, come dici, ne trovo sempre meno. Per lo più si
tratta di consigli per gli acquisti, abilmente cammuffati.

dR
enziotempo
2007-07-11 10:59:53 UTC
Permalink
Giampaolo Lomi
2007-07-11 18:32:06 UTC
Permalink
Ma il discorso, che partendo
dalla vacuità della televisione italiana, scaturisce nel <<posso fare
a meno anche di radio3 perché tanto le radio europee via satellite
offrono di più>>, è un discorso indecente e tendenzialmente "fascista"
Perchè??

Purtroppo è la verità e la verità non è mai stata fascista.

GP
Paolo Tramannoni
2007-07-11 19:04:58 UTC
Permalink
Riguardo al discorso su radio3, vediamo di chiarire la faccenda. Trovo
veramente paradossale, allo stato attuale della situazione politico-
intellettuale italiana, pretendere trasmissione di musica durante
tutto il pomeriggio da una emittente che non si è mai occupa solo di
musica ma anche di cultura generale e di informazione.
Ecco, allora, già che ci siamo, potremmo anche chiedere a Radio 3 di
tornare ad occuparsi non solo di cultura generale e di informazione, ma
anche di musica. E già che ci siamo: magari potremmo chiederle di non
occuparsi solo dei libri in uscita, ma anche di argomenti non più
"attuali", ma che servono comunque a formare la cultura di una nazione.

Seguire trasmissioni interessanti come Rai 3 Mondo o la prima ora di
Farenheit è diventato impossisbile, visto l'intercalare di musicaccia
che costringe a cambiar canale. Contento tu, che la radio la ascolti
solo di sera. Io sono così sfortunato che la sera, quando mi capita di
sintonizzarmi su Radio 3, trovo quasi sempre del jazz. Du' palle...
dalla vacuità della televisione italiana, scaturisce nel <<posso fare
a meno anche di radio3 perché tanto le radio europee via satellite
offrono di più>>, è un discorso indecente e tendenzialmente "fascista"
che lede anche i miei interessi di ascoltatore e privato cittadino
Con tutta la cultura che passa per Radio 3, l'unico argomento polemico
che riesci a trovare è il classico epiteto gruppettaro di "fascista"? Ma
hai poi il pedigree adatto per poterlo dare?

E com'è che i "cittadini" dotati di diritti sono sempre i buoni borghesi
radical-chic che ascoltano Radio 3, e gli altri che la trovano una radio
inascoltabile il diritto ad avere una programmazione decorosa non ce li
hanno?
Quindi sono pronto a mandare a "fare in culo"
Ma "vaffanculo" te. Così ci intendiamo su un registro linguistico che
sembra esserti più consono (e che devi aver mututato da certe pregiate
trasmissioni della tua radio, come "La fabbrica dei polli").

PT
Danny Rose
2007-07-15 18:03:17 UTC
Permalink
Riguardo al discorso su radio3, vediamo di chiarire la faccenda. Trovo
veramente paradossale, allo stato attuale della situazione politico-
intellettuale italiana, pretendere trasmissione di musica durante
tutto il pomeriggio da una emittente che non si è mai occupa solo di
musica ma anche di cultura generale e di informazione.
Ti fermo subito (anche se rispondo in ritardo): temo stia traendo delle
conclusioni assai parzialmente fondate, almeno rispetto alle mie intenzioni:
le quali saranno anche rimaste allo stato di conato comunicativo, di rantolo
inarticolato e gemito inespresso, per cui vado ad esporle meglio. Non ho mai
detto che "non mi frega" di Radiotre perché ci sono altre radio, non
nazionali; se lo pensassi, non avrei neppure partecipato al thread, e in
ogni caso non vedo perché lo si debba qualificare come atteggiamento
fascista; questa necessità di arrivare comunque a valutazioni politiche,
questa sì è un po' fascista.
Quanto alla sostanza (quelle sopra sono chiacchiere, piacevoli finché vuoi):
con il cavolo, che Radiotre si occupa di "cultura generale e informazione",
come tu dici. L'informazione è standard, sono giusto alcuni programmi della
mattinata a sollevare il livello. Non sempre, mi viene da aggiungere. Sulle
serate non discuto; il fatto è che raramente mi capita di poterla ascoltare;
il resto della giornata è semplicemente penoso, e siamo lontanissimi dal
pretendere "musica classica per tutto il pomeriggio".
Se criticare un palinsesto in cui un po' di musica d'arte presentata come si
deve è più o meno una rarità, serate a parte (peraltro riprese di concerti,
quindi l'impegno specificamente educativo della programmazione non si sa
dove stia) se criticare tutto ciò, dicevo, significa avere delle pretese,
temo che l'unica arma della difesa d'ufficio sia la mistificazione colposa
(se si vuole, se proprio piace saltare alle conclusioni, "un po' fascista").
Sulla cultura generale non inizio neppure: quel che sento, e sfido chiunque
a dimostrare il contrario, sono perlopiù chiacchiere pretenziose e
narcisistiche, che si parli di libri o che si parli di musica. Pensare di
fare "opera educativa" trasmettendo un singolo movimento di una suite o una
sinfonia per poi passare a un singolo movimento di una sonata per pianoforte
è un convincimento da Eiar (già che ci siamo), altroché.
E per i libri è pure peggio.

con simpatia

dR
enziotempo
2007-07-15 22:01:46 UTC
Permalink
On 15 Lug, 20:03, "Danny Rose" <***@tin.it> wrote:
[...]
Pensare di
Post by Danny Rose
fare "opera educativa" trasmettendo un singolo movimento di una suite o una
sinfonia per poi passare a un singolo movimento di una sonata per pianoforte
è un convincimento da Eiar (già che ci siamo), altroché.
E per i libri è pure peggio.
con simpatia
dR
Pensavo il thread fosse morto stecchito e già rinsecchito. Nel
frattempo vedo che su RaiEdu fanno Berio. Ciumbia! Si riuscisse a
sapere 'ste cose con qualche gg di anticipo, magari... Altrimenti a
chi cazzo servono, alla solita casalinga di Voghera che sbaglia
canale? Appropos, il sito di RaiDoc è fuori uso da più d'una
settimana, non è che stanno facendo l'opera omnia verdiana e nessuno
lo sa?

Riguardo alla faccenda su radio3, avevo scritto un'altra serie di
precisazioni e puntualizzazioni molto colorite e volevo postarle in un
nuovo topic dallo sfiziosissimo titolo: << Sul "fare in culo":
divagazioni su radio3, Rai, tv, utenti e iamc >>. Poi m'è mancato il
tempo e l'umore per limare le cose più "insolenti" e adesso mi pare il
tempo sia passato e i contenuti non più efficaci, e pure
fraintendibili, specie dopo il caso "suor Letizia". Cercherò di
recuperare qualcosa aggiornando i temi e sviluppandoli. Tanto le
occasioni non mancano.

simpatia per simpatia, "vaffanculo anche a te" (scherzo, adesso)

ET
Kermit
2007-07-09 08:33:09 UTC
Permalink
"enziotempo" <***@libero.it> ha scritto nel messaggio news:***@n2g2000hse.googlegroups.com...
Tu sei tutto sballato: hai la struttura psichica di un adolescente;

Ah, dimenticavo di ringraziarti per i complimenti, è un piacere discutere
con te

peraltro come la maggior parte dei frequentatori attivi di questo NG
(non c'è un solo topic che riesca a strutturarsi per più di quattro
risposte senza collassare su sé stesso).

A me è successo di avere detto una cosa e un tizio, un certo et, che
probabilmente non ha gradito, mi ha subito apostrofato 'che cazzo dici' e
poi ha anche capito la mia struttura psichica: un genio extraterrestre. Di
fronte a cotanta intelligenza è difficile trovare argomenti.

K>
d***@gmail.com
2007-07-06 21:46:46 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
Com'e' possibile che - con tutto il rispetto - un canale come SAT2000 riesca
a trasmettere *tutti i giorni*, in seconda serata (quando non in prima),
mediamente un concerto di musica classica? E mica un concerto di
sconosciuti, no, ieri sera - tanto per gradire - c'erano i Berliner che
eseguivano Mahler (la quarta sinfonia se non ricordo male...).
Su Arte l'intevista al coreografo di una recente produzione tedesca della
Sagra della Primavera, ricca di spezzoni dalle prove e dallo spettacolo vero
e proprio; mezzi utilizzati: dentro uno stanzino del teatro, telecamera
fissa sul coreografo lo riprende rispondere alle domande dell'intervistatore
(poderoso, no?).
Su KTO - come si e' letto in un post di questo NG, e ne approfitto per
ringraziare i postatori della programmazione satellitare - si trasmette il
Bach dei fratelli Kujiken (insomma, non si vanno a prendere le esecuzioni su
YouTube).
Sia Sat2000 che KTO appartengono al Vaticano. Sono preposti per la
"propaganda fide" e normalmente trasmettono in diretta cerimonie e
viaggi papali nel mondo.
Sono due canali di qualita' e trasmettono anche musica classica.
Non vorrei essere pignolo ma non mi pare che sia la prima volta che
nella storia e' toccato alla Chiesa di salvare opere d'arte non solo
in Italia ma ovunque, contro la furia iconoclasta vuoi dei musulmani,
vuoi delle altre religioni che si occupano solo di fare propaganda.
Cosa vuoi che possa fare la RAI che e' una baracca fallita che da anni
e si basa sulla faccia di Pippo Baudo per far ridere e divertire i
pecoroni che la seguono? La RAI e' un grande zombi che sopravvive con
i suoi 14000 dipendenti in attesa che un governo piu' intelligente la
seppellisca.

Decrio
Oliver Hardy
2007-07-07 05:39:59 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
La RAI e' un grande zombi che sopravvive con
i suoi 14000 dipendenti in attesa che un governo piu' intelligente la
seppellisca.
Kuale, kuello che c'era prima?
d***@gmail.com
2007-07-07 18:55:33 UTC
Permalink
Post by Oliver Hardy
Post by d***@gmail.com
La RAI e' un grande zombi che sopravvive con
i suoi 14000 dipendenti in attesa che un governo piu' intelligente la
seppellisca.
Kuale, kuello che c'era prima?
Sei la pura espressione del modo di pensare di almeno meta' degli
italiani. Per te e i tuoi simili esiste solo il bianco e il nero. Il
resto dei colori, delle sfumature non e' concepibile. Che vita grama e
che cervello limitato , mio Dio !
Se puoi solo immaginare un ritorno a Berlusconi e non riesci a
concepire una politica diversa da quella attuale senza tornare a
Berlusconi, allora sparati. Sarai piu' felice

D.
Oliver Hardy
2007-07-08 07:13:52 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Sei la pura espressione del modo di pensare di almeno meta' degli
italiani. Per te e i tuoi simili esiste solo il bianco e il nero. Il
resto dei colori, delle sfumature non e' concepibile. Che vita grama e
che cervello limitato , mio Dio !
Se puoi solo immaginare un ritorno a Berlusconi e non riesci a
concepire una politica diversa da quella attuale senza tornare a
Berlusconi, allora sparati.
Vedi il il mio interventino:

"Qui siamo rimasti ancora a 'la destra (o la sinistra) ha sempre
ragione'. Un dialogo tra sordi. Peppone e Don Camillo".

http://groups.google.com/group/it.arti.musica.classica/msg/d5f89f1924ed8f96

Tu invece usi un linguaggio ('sparati') che gli stessi fascisti, dopo
l'insediamento al potere, cominciarono, almeno ufficialmente, ad
evitare, consapevoli della beceraggine insita.

Pensa quanto sei antico.

Come hai fatto a sproloquiare tanto da una semplice domanda, Dio solo
lo sa.
Oliver Hardy
2007-07-08 07:14:57 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Sei la pura espressione del modo di pensare di almeno meta' degli
italiani. Per te e i tuoi simili esiste solo il bianco e il nero. Il
resto dei colori, delle sfumature non e' concepibile. Che vita grama e
che cervello limitato , mio Dio !
Se puoi solo immaginare un ritorno a Berlusconi e non riesci a
concepire una politica diversa da quella attuale senza tornare a
Berlusconi, allora sparati.
Vedi il il mio interventino:

"Qui siamo rimasti ancora a 'la destra (o la sinistra) ha sempre
ragione'. Un dialogo tra sordi. Peppone e Don Camillo".

http://groups.google.com/group/it.arti.musica.classica/msg/d5f89f1924ed8f96

Tu invece usi un linguaggio ('sparati') che gli stessi fascisti, dopo
l'insediamento al potere, cominciarono, almeno ufficialmente, ad
evitare, consapevoli della beceraggine insita.

Pensa quanto sei antico.

Come hai fatto a sproloquiare tanto da una semplice domanda, Dio solo
lo sa.
NeuRoTiX
2007-07-09 13:06:51 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Sia Sat2000 che KTO appartengono al Vaticano. Sono preposti per la
"propaganda fide" e normalmente trasmettono in diretta cerimonie e
viaggi papali nel mondo.
Sono due canali di qualita' e trasmettono anche musica classica.
Infatti, sono due canali di qualita'. Al di la' della musica, fra
documentari e interviste ne cavano fuori del materiale di buona (quando non
ottima) qualita'.
E una noticina proprio a riguardo delle interviste: sia SAT2000 che KTO
hanno realizzato i programmi con le tipiche interviste
personaggio-intervistatore con pubblico intorno, SENZA utilizzare i format
di Endemol (come invece fa la Rai con "Che Tempo Che Fa").

Per quel che ne so, poi, esiste qualche rapporto fra Rai e SAT2000 in quanto
certi programmi Rai finiscono in SAT2000 e certi programmi SAT2000 finiscono
(o finivano - ad orari aberranti) in Rai.
Post by d***@gmail.com
Non vorrei essere pignolo ma non mi pare che sia la prima volta che
nella storia e' toccato alla Chiesa di salvare opere d'arte non solo
in Italia ma ovunque, contro la furia iconoclasta vuoi dei musulmani,
vuoi delle altre religioni che si occupano solo di fare propaganda.
Mica e' pignoleria, e' solo la realta'.
Tanto per portare una piccola testimonianza: qua da me la parrocchia si e'
accollata il restauro del locale monumento dedicato ai caduti della zona
durante la seconda guerra mondiale. Viene inoltre fatta, regolarmente ogni
anno, una visita (con annessa messa) al cimitero per e in ricordo dei
caduti... le autorita' civili non vi partecipano mai (neanche in giornate
diverse), probabilmente non c'e' abbastanza "pubblico".
Dove abito ora invece il parroco si impegna moltissimo nel salvare tutte le
testimonianze e tutto cio' che riguarda la storia del paese. Si tratta anche
di investimenti economici e non solo - pur essendo attivita encomiabile -
lasciar raccontare agli anziani del paese le loro storie.


Sulla RAI non so che dire. Io mi rendo conto, ad esempio, che - pur non
conoscendo la lingua - tutte le sere trovo qualcosa da guardare sulla
televisione pubblica tedesca... e quel servizio costa *SOLO* un po' piu' del
doppio del canone RAI. In Italia non potrei ottenere un servizio
paragonabile anche abbonandomi a Sky e arrivando quindi a spendere 488 euro
l'anno (e senza Cinema... che invece i tedeschi hanno)! E poi la qualita':
la maggior parte delle trasmissione e' in 16:9, non di rado trasmesse in
Dolby Digital... la RAI non trasmette nulla in 16:9, ringraziamo che c'e' lo
stereo, e Sky tratta come mosche bianche i canali 16:9.

Il cancro della RAI e' la politica. Alla politica e' asservita e quindi non
risponde a nessun criterio del mercato televisivo e del servizio pubblico...
per questo credo poco all'implosione di cui parla eziotempo: sarebbe troppa
grazia.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
enziotempo
2007-07-11 10:43:23 UTC
Permalink
NeuRoTiX
2007-07-11 15:17:31 UTC
Permalink
[...]

Che dire, non e' che ci sia molto da aggiungere: hai ragione.

Hai ragione che a compiacersi del marcescente stato della Rai rivolgendo il
proprio interesse altrove non si fa certo del bene alla Rai. Non capisco una
cosa pero': che me ne compiaccia o meno, di fatto, il mio interesse va
altrove. E cosi' agendo sono o meno da biasimare?
Mi e' chiaro che, ogni volta che volto le spalle alla Rai, lo sterco della
tv-pubblica-spazzatura - dentro essa - fa un passo avanti... nel senso che
non c'e' un ripensamento dell'offerta tentando di riconquistare pubblico;
piu' semplicemente si cedono spazi alla merda (scusa il termine, e'
sintetico e rispondente) con il ragionamento che "tanto i programmi di
qualita' o culturali non vanno, inutile investirci risorse".
Mi chiedo quindi quante volte e' lecito che un cittadino/fruitore venga
fatto cornuto e mazziato prima che possa, a ragione, ritenere tutto questo
intollerabile rivolgendosi, quindi, altrove?
Se tu hai una tolleranza molto alta, in fin dei conti non puoi prendertela
con chi ce l'ha molto piu' bassa e s'incazza prima.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Giampaolo Lomi
2007-07-11 18:33:58 UTC
Permalink
la
televisione è il mezzo più efficace per arrivare a tutti i cittadini
di un paese, anche a quei poveretti che non hanno il denaro per
recarsi a Venezia e scoprire chi era Luigi Nono.
ET
De Amicis ?

GP
Oliver Hardy
2007-07-07 05:38:30 UTC
Permalink
Antenore La Bestia
2007-07-09 18:47:00 UTC
Permalink
NeuRoTiX
2007-07-10 12:44:56 UTC
Permalink
Si, però la RAI fa "Un medico in famiglia" e "Don Matteo". Vuoi
mettere.
E non c'e' niente di male in questo! Continuando con il paragone tv pubblica
tedesca - tv pubblica italiana: anche i tedeschi trasmettono "robette" (di
soap tipo "un posto al sole" ne ho gia' vista qualcuna) perche' -
giustamente - c'e' una parte di pubblico cui probabilmente piacciono. Se a
me "Un medico in famiglia" non piace i tedeschi mi offrono parecchie
alternative (e la cosa assurda e' che me la offrono anche adesso, adesso che
non conosco la lingua).
La Rai invece se ne sta li' con 3 canali che tutto fanno fuorche'
differenziare l'offerta... e dico io: passi pure, forse con solo 3 canali
l'offerta non si differenzia, e ok. Sul satellite la Rai ha 3 trasponder per
la trasmissione digitale (non gestisce piu' trasponder analogici - cosa che
invece la tv tedesca fa), insomma, la disponibilita' di banda non gli manca.
3 trasponder, senza distruggere il segnale, ti consentono la trasmissione di
24 canali video: togliamo i due Rai Nettuno e ne rimangono 22; togliamo i
canali della Camera e del Senato e siamo a 20; togliamo un Rai International
e siamo a 19; le 3 reti Rai storiche e siamo a 16; togliamo l'attuale
pacchetto digitale Rai che e' di 7 canali e arriviamo 9 canali; bruciamone
uno - come banda - per la trasmissione delle emittenti radiofoniche e siamo
a 8.... questo quel che rimane fra quel che gia' possiede.
Di quegli 8 io credo che ci sia la capacita' da parte della Rai di poter
creare *un* canale culturale prevalentemente autoprodotto giusto seguendo
l'attivita' culturale - quella poca - che c'e' nel Paese. E con attivita'
culturale intendo quella VERA non le puttanate enogastronomiche.


E ritornando a "Un medico in famiglia" c'e' anche un aspetto qualitativo che
fa la differenza fra italiani e tedeschi. Se i tedeschi giusto ci investono
un poco a fare un simil-"Don Matteo" scappa fuori una produzione in 16:9 in
Dolby Digital... in Rai invece se arriviamo allo stereo in 4:3 c'e' da
ringraziare.
Una trasmissione in 16:9 non e' una frivolezza da infojati dell'hi-tech, e'
avere un prodotto migliore, piu' piacevole da vedere. E alzando il livello,
e' anche un tipo di trasmissione che permette di meglio rappresentare le
opere cinematrografiche cosi' come sono state create... qui ci spostiamo sul
terreno del rispetto del lavoro dell'autore, cosa che in Italia sara'
percepita da un diecimillesimo della popolazione.


Io non penso che vadano silurati i reality o che vadano aboliti i quiz, ma
che sia necessaria la differenziazione dell'offerta: basta andare al
ristorante per accorgersi che nel menu non ci sono solo - ad esempio -
spaghetti al sugo e bistecca ai ferri... ;)

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antenore La Bestia
2007-07-10 20:22:16 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
Si, però la RAI fa "Un medico in famiglia" e "Don Matteo". Vuoi
mettere.
E non c'e' niente di male in questo!
Giusto, ma come dici tu, almeno facesse, la RAI, anche qualcos'altro.
I programmi culturali a volte fanno davvero pena, sembrano programmi
di "edutainment" di quelli che piacciono a Homer Simpson (il fumetto,
non il frequentatore del NG).
Post by NeuRoTiX
(non gestisce piu' trasponder analogici - cosa che
invece la tv tedesca fa),
Beh, in compenso in Germania la tv non satellitare non è più
disponibile in analogico. Tutto DVB-T o come si chiama.
Post by NeuRoTiX
Se i tedeschi giusto ci investono
un poco a fare un simil-"Don Matteo" scappa fuori una produzione in 16:9 in
Dolby Digital...
No, lo importano. Qui in germania piace molto. Sono curioso di
sapere se
Frassica lo doppiano con accento bavarese o frisone.

growl
A.
NeuRoTiX
2007-07-11 08:33:29 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Giusto, ma come dici tu, almeno facesse, la RAI, anche qualcos'altro.
I programmi culturali a volte fanno davvero pena, sembrano programmi
di "edutainment" di quelli che piacciono a Homer Simpson (il fumetto,
non il frequentatore del NG).
La Rai e' uno schifo, senza tanti mezzi termini. Quel che motiva quello
schifo e' che per darsi un poco, quel poco, di spessore culturale che ancora
riescono a proporre, campano dei programmi che hanno fatto da 25 a 50 anni
fa.
Ogni nuovo programma, da SuperQuark a Ulisse, e' un continuo rimescolare
pezzetti di produzioni di 30 anni fa con aggiunto il commento di un
presentatore vivente.

E la Rai *e'* lo stato della cultura in Italia: si vive - chi vive ancora -
di roba vecchia e ci si lamenta sospirando e richiamandoci ai "bei tempi
passati". Al contempo, e quante volte ne abbiamo parlato qui, si e' chiusi
verso qualsiasi novita'... chiusi per il solito retaggio culturale italiano:
fruire del vecchio e' gratis, senza sforzo, confrontarsi con il nuovo
significa investire e rischiare.
L'Italia e' questa.
Post by Antenore La Bestia
Beh, in compenso in Germania la tv non satellitare non è più
disponibile in analogico. Tutto DVB-T o come si chiama.
Anche al di fuori delle grandi citta'?
Post by Antenore La Bestia
No, lo importano. Qui in germania piace molto. Sono curioso di
sapere se Frassica lo doppiano con accento bavarese o frisone.
Sei comunque fortunato... la mia speranza e' - un giorno - di riuscire a
capire il tedesco e poter seguire tranquillamente i film e i documentari
storici.


[OT]
Appropo': ho dismesso il mio amato 7110 in favore del da te consigliato
N70... ne sono soddisfatto e lo saro' di piu' quando saro' riuscito a usarlo
anche con Linux (per le sincronizzazioni, trasferimenti files, ecc.). Oh, se
sai darmi qualche aiuto... ;)

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Marco Marcelli
2007-07-11 18:17:05 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
[OT]
Appropo': ho dismesso il mio amato 7110 in favore del da te consigliato
N70... ne sono soddisfatto e lo saro' di piu' quando saro' riuscito a usarlo
anche con Linux (per le sincronizzazioni, trasferimenti files, ecc.). Oh, se
sai darmi qualche aiuto... ;)
Non so se ho inteso bene, parli del cellulare, giusto?
Proprio ieri ho letto del primo cellulare basato su Linux, si dovrebbe
chiamare (chissa' perche') "Neo 1973"
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
Aderite al E.S.C.! (Esercito per la Salvezza del Congiuntivo)
CONGIUNTIVO FOREVER !!!!
NeuRoTiX
2007-07-12 09:00:09 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Non so se ho inteso bene, parli del cellulare, giusto?
Si, ho difficolta' nel connettermici con Linux.
Post by Marco Marcelli
Proprio ieri ho letto del primo cellulare basato su Linux, si dovrebbe
chiamare (chissa' perche') "Neo 1973"
Si, l'openmoko... non so perche' in questo periodo tutti quelli che mi
conoscono mi fanno presente l'uscita di questo smartphone.

Io volevo soprattutto un cellulare... gli smartphone, specie quelli che sono
piu' palmare che telefono, mi interessano molto poco. La scelta l'ho basata
su pochi criteri: nessun vincolo sulla rubrica (per ogni contatto voglio
associare quante informazioni mi pare e di diversa natura, possibilita' di
caricare un numero davvero elevato di contatti), nessun vincolo di spazio
sugli SMS memorizzati, possibilita' di prendere appunti (tanti),
possibilita' di gestire un'agenda decente (quella del 7110 non era una
cima), possibilita' di metterci su una suoneria che non sia quella merda che
generalmente ti ritrovi e che non debba essere acquistata... e poi volevo un
Nokia per via del software che e' decisamente superiore (come usabilita').
Per le questioni legate alla memoria ho ritenuto il caso di sbatterci sopra
una MMC da 1 giga.

Ora rimane solo il cavillo della sincronizzazione, che ritengo una cosa
importante, poi sono apposto.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antenore La Bestia
2007-07-13 16:01:37 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Post by NeuRoTiX
[OT]
Appropo': ho dismesso il mio amato 7110 in favore del da te consigliato
N70... ne sono soddisfatto e lo saro' di piu' quando saro' riuscito a usarlo
anche con Linux (per le sincronizzazioni, trasferimenti files, ecc.). Oh, se
sai darmi qualche aiuto... ;)
Non so se ho inteso bene, parli del cellulare, giusto?
Proprio ieri ho letto del primo cellulare basato su Linux, si dovrebbe
chiamare (chissa' perche') "Neo 1973"
Il primo? No, non è il primo cellulare che usa linux - ci sono da
numerosi anni, ad esempio, cellulari motorola che usano una
versione embedded di linux.

Openmoko è interamente free, nel senso anche anche l'hardware
lo è, tutti i progetti, fino a quelli dei componenti hardware più
minuti (ci sono microprocessori sia ARM, che Sparc, che MIPS
il cui progetto è open). Il progetto è noto da quasi due anni, non
è affatto una novità (ovviamente per i quotidiani italiani lo è, ma
se un quotidiano di secondo ordine come il Corriere o la Repubblica
pubblica una notizia tecnologica figuriamoci quanto può essere
recente, o corretta) . Doveva uscire, in teoria, quasi un anno fa,
ma forse ora ci riescono davvero. Cominciano a distribuire delle
versioni solo per gli sviluppatori, ed è ancora instabile e non molto
affidabile. Se ne vedono in giro, anche qui a Bochum ho degli
studenti che ci giocherellano (tre studenti che, in qualche modo,
riescono a trovare il tempo di lavorare a progetti del tutto
indipendenti dalla loro tesi di laurea: uno è uno sviluppatore di
GNU Hurd, il secondo contribuisce a OpenBSD; un altro è uno
sviluppatore di L4/Linux).

growl
A.
NeuRoTiX
2007-07-16 07:26:08 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Il primo? No, non è il primo cellulare che usa linux - ci sono da
numerosi anni, ad esempio, cellulari motorola che usano una
versione embedded di linux.
Infatti. Se a Marco interessa su Linux Devices (
http://www.linuxdevices.com/ ) trova molte informazioni su tutto cio' che e'
supportabile dalle versioni embedded di Linux.


E per tornare al tema del thread: hai mica visto su NDR (se non sbaglio...)
lo speciale su Benjamin Schmid? Un programma ben fatto e con un taglio non
specifico per l'"ascoltatore di musica classica" (anche perche' l'attivita'
musicale di Schmid permette di passare attraverso un panorama musica
decisamente vasto). Riprese effettuate principalmente durante prove e altre
durante concerti veri e propri; molta musica (circa il 75/80% del
programma)... e, tanto per farci - noi italiani - prendere per i fondelli,
una bellissima parte girata in Italia nella villa di Henze (suppongo sia la
sua, oppure lo ospitava) a suonare opere di quest'ultimo corredati anche dei
commenti - di Henze - all'esecuzione. Bisogna essere sfigati per perdersi
certe occasioni (che poi, casomai alla Rai dovesse interessare, che cosa
accade? Che se ne deve comprare i diritti in Germania... per cose avvenute
in Italia... dove dovrebbe esserci lei, la Rai, a filmare e vendere i
diritti ai tedeschi... che pena!).


Un ultima cosa: che ne pensi di Benjamin Schmid? Piacevole nel repertorio
contemporaneo, eccezionale nel jazz, molto freddo e meccanico (benche'
precisissimo) nel repertorio classico. Almeno questo alla luce di quanto
ascoltato ieri sera.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antenore La Bestia
2007-07-16 21:32:47 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
E per tornare al tema del thread: hai mica visto su NDR (se non sbaglio...)
lo speciale su Benjamin Schmid?
Purtroppo no.
Post by NeuRoTiX
Un ultima cosa: che ne pensi di Benjamin Schmid?
Purtroppo non lo conosco. Ma mi hai incuriosito.

growl
A:
Antenore La Bestia
2007-07-16 21:47:32 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
. Bisogna essere sfigati per perdersi
certe occasioni (che poi, casomai alla Rai dovesse interessare, che cosa
accade? Che se ne deve comprare i diritti in Germania... per cose avvenute
in Italia... dove dovrebbe esserci lei, la Rai, a filmare e vendere i
diritti ai tedeschi... che pena!).
Beh, sai, hanno comperato "Tornado, la furia dei cieli" dai tedeschi,
o come
cavolo lo hanno tradotto. Meglio di Henze, eh, recitazione sublime.
E i soldi
per la musica non ci sono più!

growl
A.
NeuRoTiX
2007-07-17 07:46:04 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Beh, sai, hanno comperato "Tornado, la furia dei cieli" dai tedeschi,
o come
cavolo lo hanno tradotto. Meglio di Henze, eh, recitazione sublime.
Cazzarola, e non era un bel film? Un tornado su Berlino... e che riduce la
citta' stile "Germania anno zero".
Post by Antenore La Bestia
E i soldi per la musica non ci sono più!
Per la musica... proseguendo il discorso ti trovi che su ZDF Theaterkanal
trasmettono la produzione teatrale "Les Noces" (2006)... e indovina qual'e'
la compagnia di balletto? L'ATERBalletto!
(
http://www.theaterkanal.de/fernsehen/monat/200707/compagnia-aterballetto-tanzt-les-nocesstadttheater-fuumlrth-2006
)
L'ATERBalletto, a quel che mi risulta, e' quanto rimane in Italia delle
compagnie di balletto.

Io ritengo che dovrebbe esserci la Rai a riprendere quegli spettacoli e a
riproporli al pubblico in qualche modo: molto stupidamente sarebbe
sufficente consultare il programma degli spettacoli di ATERBalletto - sul
loro sito - e avere una troupe da mandargli dietro... una troupe stile
quella che fa il programma "easyrider" sarebbe gia' sufficente... e non mi
si dica che costerebbe di piu'.
Qui in ufficio ci sono molti ragazzi, in generale con interessi che vanno
anche sopra la media, ma _NESSUNO_ sa chi sia ATERBalletto... e qui siamo in
Emilia Romagna (e indovina per cosa stanno la "E" e la "R" di ATER ;) ).
A fronte di cio' la Rai e' doppiamente responsabile: in primo luogo per
tutte le occasioni che perde, in secondo luogo per il mancato supporto alle
attivita' artistiche e culturali italiane (questo sarebbe il servizio
pubblico)... il mancato supporto avviene proprio nel momento in cui hai una
percentuale di giovani che hanno interessi culturali al di sopra di quello
della spazzatura che normalmente viene proposta in video. Si tratta di
ragazzi che sono recettivi, hanno interesse, ma - semplicemente - non
conoscono le realta' attorno e vicino a loro.
Tu non immagini quante volte mi trovo a fare la parte della "guida turistica
culturale" a ragazzi che hanno 10/12 anni meno di me... persone che alla
cultura, alla produzione artistica, sono interessate e se ne entusiasmano, e
che sono purtroppo convinte che l'unica fonte cui attingere siano le realta'
attorno ai centri sociali (i quali annoverano attivita' anche interessanti,
ma la miopia ideologica e politica tipica del centro sociale li priva di una
gran parte del panorama artistico disponibile...).
Insomma, bisogna anche spezzare una lancia in favore dei giovani, che non
sono solo quelli del tormentone estivo di quest'anno (ovvero assassini
ubriachi al volante). Ce ne sono - e tanti, non la maggioranza, certo - che
possono dare linfa alla cultura italiana.... ragazzi che potrebbero essere
spettatori (e in futuro magari anche riconoscenti) della Rai se quest'ultima
si impegnarsi a fargli conoscere qualcosa di diverso da Baudo Angela Vespa e
tutto il marciume stantio che nessun giovane ha intenzione di sciropparsi.

Tutto, come tante volte abbiamo detto in privato, e' fatto per i vecchi e
perpetrando una profonda ingiustizia sociale: quei vecchi li', che decenni
fa erano giovani, hanno avuto Rai e istituzioni a loro supporto, come
trampolino di lancio, oggi quei giovani di una volta - appropriatisi di
tutto e facendolo rispondere alle sole loro esigenze - ne precludono
l'accesso ai giovani attuali.
[per chi si sente preso in causa attraverso il termine "vecchi" tenga
presente che non e' da leggersi semplicemente come una questione
strettamente legata all'eta' anagrafica]

Questo e' quando un Paese muore; e' anche il motore della non integrazione
della massa extracomunitaria, la quale si trova davanti ad un sistema che
non gli da nessun accesso e nessuna percezione di quale sia la nostra
cultura... e se pensano che il popolo delle veline e dei calciatori sia un
popolo di cui si puo' si puo' benissimo fare a meno, pensano giusto, non
trovano il mio appoggio ma li capisco.

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Antenore La Bestia
2007-07-12 08:27:35 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
Post by Antenore La Bestia
Giusto, ma come dici tu, almeno facesse, la RAI, anche qualcos'altro.
I programmi culturali a volte fanno davvero pena, sembrano programmi
di "edutainment" di quelli che piacciono a Homer Simpson (il fumetto,
non il frequentatore del NG).
La Rai e' uno schifo, senza tanti mezzi termini. Quel che motiva quello
schifo e' che per darsi un poco, quel poco, di spessore culturale che ancora
riescono a proporre, campano dei programmi che hanno fatto da 25 a 50 anni
fa.
Ogni nuovo programma, da SuperQuark a Ulisse, e' un continuo rimescolare
pezzetti di produzioni di 30 anni fa con aggiunto il commento di un
presentatore vivente.
Oddio. Vivente?
Post by NeuRoTiX
E la Rai *e'* lo stato della cultura in Italia: si vive - chi vive ancora -
di roba vecchia e ci si lamenta sospirando e richiamandoci ai "bei tempi
passati".
Guarda, io sono pessimista per quanto riguarda la cultura in Europa.
Ormai il livello dell'insegnamento liceale in Germania sta
sprofondando.
Molti licei non hanno i mezzi economici per pagare un insegnante di
musica, quindi le lezioni semplicemente NON SI FANNO.

Quest'anno per la prima volta nella storia dell'insegnamento musicale
in Germania, nessuno studente tedesco e' riuscito ad entrare nella
classe di pianoforte della Musikhochschule di Colonia.

L'Europa e' destinata a morire, culturalmente. Ci saranno pochi pazzi
furiosi, furiosi come me, te, ake, davidino, tito, la zazie, danny
rose, la
proctologa, il zampieri, e alcuni altri dei frequentatori di questo
consesso,
che al valore della nostra tradizione ci crederanno fino alla tomba.
Ma alla fine, come tutti gli altri imperi, anche noi crolleremmo, e
come i
romani si sono lasciati conquistare dai barbari perche' ormai molli e
pieni di mosto fermentato, anche noi semplicemente ci dissolveremmo.
Ma cosi' come dalle ceneri della cultura romana e' nato qualcos'altro,
cosi' come la matematica greca e quella indiana sono stata poi portate
avanti dagli arabi prima, e dagli italiani poi (per diventare poi di
nuovo
quasi irrilevanti, ma almeno ci sono delle superpotenze matematiche
in europa come la francia), anche la nostra cultura servira' a
fermentare
qualcosa di nuovo. E magari saranno gli studenti giapponesi e coreani
a farne qualcosa di di nuovo vivo e interessante. Beethoven e Mozart
diventeranno noti come oggi lo e' Du Fay? Destino inevitabile, quello
che conta e' che qualcosa della tradizione sopravviva.

Tanto prima o poi l sole esplode, o l'universo fara' un grande crunch,
o si espandera' fino a diventare di fatto totalmente vuoto, o magari
avveleniamo il nostro pianeta ancora prima.
Post by NeuRoTiX
Al contempo, e quante volte ne abbiamo parlato qui, si e' chiusi
fruire del vecchio e' gratis, senza sforzo, confrontarsi con il nuovo
significa investire e rischiare.
L'Italia e' questa.
Non solo l'Italia, anche se in un paese maggiormente vittima del
colonialismo globalista come l'italia questo si nota di piu'. Non mi
stupisce
che in italia la contemporanea sia sconosciuta.
Post by NeuRoTiX
Post by Antenore La Bestia
Beh, in compenso in Germania la tv non satellitare non è più
disponibile in analogico. Tutto DVB-T o come si chiama.
Anche al di fuori delle grandi citta'?
In alcuni Länder la tv analogica non esiste piu'.
http://de.wikipedia.org/wiki/DVB-T
Ormai l'80% della superficie della germania e' senza tv terrestre
analogica.
Post by NeuRoTiX
Post by Antenore La Bestia
No, lo importano. Qui in germania piace molto. Sono curioso di
sapere se Frassica lo doppiano con accento bavarese o frisone.
Sei comunque fortunato... la mia speranza e' - un giorno - di riuscire a
capire il tedesco e poter seguire tranquillamente i film e i documentari
storici.
Imparalo. E' una lingua bella e importante.
Post by NeuRoTiX
[OT]
Appropo': ho dismesso il mio amato 7110 in favore del da te consigliato
N70... ne sono soddisfatto e lo saro' di piu' quando saro' riuscito a usarlo
anche con Linux (per le sincronizzazioni, trasferimenti files, ecc.). Oh, se
sai darmi qualche aiuto... ;)
Mmmm. Non conosco software per linux che sincronizzi i symbian.

Il 7110 tienilo, comunque. E' e resta uno dei grandi telefonini. Il
mio lo
ho ancora, in un cassetto, anche se la sua batteria ormai dura pochi
minuti quando va bene.

growl
A.
NeuRoTiX
2007-07-12 09:26:26 UTC
Permalink
Oddio. Vivente?
Beh, manifesta moto volontario... quindi per me e' vivente.
Guarda, io sono pessimista per quanto riguarda la cultura in Europa.
[...]

Quanto dici, che condivido, e' - ne piu' ne meno - coscienza storica.
Osservando come la cultura occidentale sia stata acquisita ed elaborata
dagli altri popoli si comprendono le tue conclusioni siano sostanzialmente
corrette.

Gli interpreti asiatici sono una realta' e non e' solo una questione del
servircene per le nostre esecuzioni: e' filtrata anche la cultura, la
conoscenza che c'e' alla base. E questo filtrare, se noi principali
depositari attuali scompariamo, e' di fatto un passaggio di testimone.

Come giustamente dici, nella storia tutto questo e' gia' accaduto...
ricorre, regolarmente, e con le stesse modalita', con l'unica differenza di
un diverso stato di avanzamento tecnologico... cosa questa che dovrebbe
indurre una riflessione: l'avanzamento tecnologico non e' assimilabile - a
differenza di quel che si crede - all'avanzamento morale o civile.
Post by NeuRoTiX
Sei comunque fortunato... la mia speranza e' - un giorno - di riuscire a
capire il tedesco e poter seguire tranquillamente i film e i documentari
storici.
Imparalo. E' una lingua bella e importante.
Faccio quel che posso.
Quello che interessa a me e' che lo impari mia figlia: deve avere la
possibilita' di potersene andare per valorizzare al massimo le sue
capacita'. Fra l'altro e' molto attratta dalle lingue... speriamo bene.
Mmmm. Non conosco software per linux che sincronizzi i symbian.
Non portare sfiga! :D (comunque temo anche io che si possano fare poche
cose... un tizio sulle mailing-list di Debian e' stato abbastanza lapidario)
Il 7110 tienilo, comunque. E' e resta uno dei grandi telefonini.
Si, mica l'ho buttato. In fin dei conti gli voglio bene! :P

Jenner

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antenore La Bestia
2007-07-13 16:13:39 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
E questo filtrare, se noi principali
depositari attuali scompariamo, e' di fatto un passaggio di testimone.
Ed è ciò che mi da ancora speranza. Se la nostra cultura è un meme,
allora ne sopravviverà qualcosa, dovesse anche morire il suo attuale
substrato.
Post by NeuRoTiX
Post by Antenore La Bestia
Il 7110 tienilo, comunque. E' e resta uno dei grandi telefonini.
Si, mica l'ho buttato. In fin dei conti gli voglio bene! :P
Noi lo chiamiamo il "bozzolone" (il nomognolo del T39m invece
è il "merdino"). Ora ho una "mattonella" (N73).

growl
A.
Marco Marcelli
2007-07-13 17:26:08 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Noi lo chiamiamo il "bozzolone" (il nomognolo del T39m invece
è il "merdino"). Ora ho una "mattonella" (N73).
Urgh....... di 'sto passo il mio povero 6085 come lo chiamate ?????? :-)
--
=========================================
Marco Marcelli - Genova
=========================================
Aderite al E.S.C.! (Esercito per la Salvezza del Congiuntivo)
CONGIUNTIVO FOREVER !!!!
Antenore La Bestia
2007-07-14 15:15:45 UTC
Permalink
Post by Marco Marcelli
Post by Antenore La Bestia
Noi lo chiamiamo il "bozzolone" (il nomognolo del T39m invece
è il "merdino"). Ora ho una "mattonella" (N73).
Urgh....... di 'sto passo il mio povero 6085 come lo chiamate ?????? :-)
Il "mitile".

growl
A.
Paolo Tramannoni
2007-07-12 10:33:20 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Tanto prima o poi l sole esplode, o l'universo fara' un grande crunch,
o si espandera' fino a diventare di fatto totalmente vuoto, o magari
avveleniamo il nostro pianeta ancora prima.
Dici che non vale la pena di rinnovare il canone Rai, allora?
Antenore La Bestia
2007-07-13 16:16:30 UTC
Permalink
Post by Paolo Tramannoni
Post by Antenore La Bestia
Tanto prima o poi l sole esplode, o l'universo fara' un grande crunch,
o si espandera' fino a diventare di fatto totalmente vuoto, o magari
avveleniamo il nostro pianeta ancora prima.
Dici che non vale la pena di rinnovare il canone Rai, allora?
Non lo so.
Io alla GEZ(tapo) il canone (tedesco) lo pago.
Ma non faccio testo.

Io sono come quelli di Porto Tolle, che al 97% pagano il canone,
non come quelli di Agrigento, che al 97% NON lo pagano (dati
reali, non cifre inventate di sana pianta con spirito leghista, che
comunque vorrebbe non pagare il canone...). Che ci vuoi fare.
Appartengo alla civiltà, se ancora vogliamo chiamarla così,
mitteleuropea, mica a quella magrebina. Alla alla.

growl
A.
Paolo Tramannoni
2007-07-13 21:51:40 UTC
Permalink
Post by Antenore La Bestia
Io sono come quelli di Porto Tolle, che al 97% pagano il canone,
non come quelli di Agrigento, che al 97% NON lo pagano
Gli ispettori Rai partono da Torino in motorino. Prima di arrivare ad
Agrigento ne passa!

Ciao,
Paolo
Paolo Tramannoni
2007-07-12 08:49:15 UTC
Permalink
Post by NeuRoTiX
Ogni nuovo programma, da SuperQuark a Ulisse, e' un continuo rimescolare
pezzetti di produzioni di 30 anni fa con aggiunto il commento di un
presentatore vivente.
Poco tempo fa ho ascoltato Piero Angela sostenere, in un'intervista, che
a lui non interessa una TV tipo Arte, che costa molto ed è vista da
pochi.

Peccato che ai documentari di Arte ora lavorino anche suoi vecchi
collaboratori, e che suo figlio Alberto acquisti spesso quel materiale.

Anche la longevità degli italiani si rivela un handicap per la
programmazione Rai...

Ciao,
Paolo
Continua a leggere su narkive:
Loading...